News

XRP aumenta del 60%: analisi del 10 ottobre 2022

Pubblicato: 10 Ottobre 2022 di Francesco

XRP aumenta del 60% nel corso delle ultime giornate, mostrando un rally che non veniva registrato da diversi mesi. Un aumento considerevole, che ha fatto ben sperare gli utenti rialzisti e tutti gli appassionati della criptovaluta Ripple (chiamata omonimamente all’ecosistema).

Per chi non lo conoscesse, Ripple è uno dei progetti più storici nel mondo delle criptovalute e funge essenzialmente come rete ponte per gli scambi e per le transazioni a lunga distanza. Un sistema ampiamente adocchiato anche da molti istituti bancari.

Nel corso degli ultimi anni, il prezzo di Ripple ha subito diverse variazioni, al rialzo ed al ribasso, vivendo momenti di crisi, alternati a momenti di prosperità. Uno degli eventi più negativi, ad aver ampiamente influenzato l’asset, è stato lo storico caso fra Ripple Labs e la SEC.

Adesso che la fondazione continua a vincere su alcuni punti ed alcune questioni prettamente legali, può la criptovaluta associata al progetto tirare un sospiro di sollievo? Prima di continuare, ti ricordiamo che puoi sempre individuare ed analizzare Ripple (XRP) su broker noti, come eToro.

È un broker & exchange unico nel suo genere, che ti permette di investire sulle tue criptovalute di interesse, potendo partire anche da un comodo account demo illimitato, che può essere gestito anche tramite applicazione.

Clicca qui per registrarti su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

XRP aumenta del 60%: quanto pesano i primi risultati contro la SEC?

Prima di passare a Ripple XRP che aumenta del 60%, è bene ricordare brevemente cosa sia successo a Ripple nel corso degli ultimi anni, soprattutto in riferimento alla tediosa causa, che dura ormai da tempo, fra Ripple Labs e la SEC.

Ripple Labs è la fondazione a capo di Ripple (ossia dell’ecosistema e della rete per gli scambi), mentre la SEC è una delle autorità di vigilanza e di controllo più importanti degli Stati Uniti d’America (USA).

Il 22 dicembre del 2020, la SEC aveva annunciato di aver denunciato Ripple Labs e due dirigenti, in merito ad una possibile vendita di Ripple, che secondo l’autorità poteva considerarsi un titolo a tutti gli effetti non registrato.

Questioni che Ripple Labs ha ampiamente cercato di smentire nel corso del tempo, ottenendo anche risultati interessanti contro uno dei colossi americani più temuti da progetti crittografici e similari, dopo aver tuttavia subito un calo di interesse significativo.

In questo contesto unico nel suo genere, il prezzo della criptovaluta Ripple è riuscito a mostrare un rialzo molto interessante. Partito da un valore pari a circa 0,32 dollari nella giornata del 16 settembre, ha evidenziato quote sopra i 0,53 dollari nella giornata del 23 settembre 2022.

Una progressione che, tradotta in percentuale, corrisponderebbe ad una flessione positiva del circa 60% in un range mensile. Al momento di questa stesura, il prezzo dell’asset è pari a circa 0,516 dollari per XRP, con una percentuale in aumento mensile del circa 44,6% secondo CoinGecko.

Ricordiamo altresì altri dati aggiornati sulla criptovaluta al momento di questa stesura. La capitalizzazione di mercato è pari 25.779.977.999 dollari (valore che gli assicura la sesta posizione per market cap), mentre il volume sugli scambi nelle 24 ore è di 2.084.675.751 dollari.

Note finali

Alla luce di questi recuperi, molti analisti hanno associato l’evento alle recenti vittorie che Ripple Labs avrebbe ottenuto, almeno idealmente, in merito alla sua causa. Più nel dettaglio, un giudice distrettuale avrebbe rilasciato documenti inerenti ad un discorso del direttore William Hinman.

Nello stesso si affermava che Bitcoin ed Ethereum non sono titoli. Discorso che a questo punto potrebbe estendersi per Ripple Labs anche sulla sua criptovaluta nativa, ossia il Ripple. Asset che, lo ricordiamo, puoi sempre trovare sui migliori broker online.

Uno dei broker più completi, ad aver listato fin da subito Ripple, è eToro. Propone una piattaforma funzionale, con spread sugli scambi bassissimi, acquisto diretto di molti asset ed un conto demo senza alcun limite di tempo. Ricordiamo inoltre il Copy Trading, che ti permette di:

  • accedere all’apposita sezione dei Popular Investor;
  • selezionare a tua discrezione uno, o anche più di uno, trader reale;
  • ottenere in modo identico le stesse posizioni (ossia aperture a mercato, modifiche ed eventualmente chiusure) del trader scelto.

Clicca qui per registrarti su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento