News

Il nuovo update “Casper” di Ethereum

L’Ethereum, dopo le ottime prestazioni di quest’anno, sta continuando ad evolversi. L’ultima incarnazione di questo network si chiama “Casper” e consentirà di veder arrivare l’aggiornamento “Proof-of-stake consensus” con questa criptovaluta.

Vitalik Buterin, il fondatore di Ethereum, è molto vicino alla creazione di ben tre white papers per il Casper, il protocollo atteso da tutta la community per il proof-of-stake consensus.

Questi nuovi accordi potrebbero dunque consentire all’Ethereum di raggiungere una nuova importantissima pietra miliare per l’Ethereum. Infatti l’aggiornamento Casper è stato proposto da diverso tempo come un metodo migliore e “green” per consentire di mantenere la rete globale in “ordine” con la storia delle transazioni della Blockchain.

Tuttavia, durante gli ultimi mesi Casper non è mai diventato realtà, ma comunque gli sviluppatori hanno continuato a migliorare il network, facendo crescere il progetto tramite le chat groups online ed i blog post durante gli ultimi anni.

Dato che il sistema proof-of-stake viene solitamente presentato come un passaggio fondamentale per l’Ethereum, gli utenti sono stati in grande attesa per gli aggiornamenti da parte degli sviluppatori.

I “White-Papers” di Buterin Vitalik passeranno dunque alla revisione degli sviluppatori dell’Ethereum, che potrebbe dunque significare un importante passo in avanti per il progetto che è adesso al ridosso dell’aggiornamento a Metropolis prima ancora di cambiare nei confronti del proof-of-stake.

In sostanza, il sistema Casper continua a migliorare giorno dopo giorno, e il team di Ethereum è ormai diversi mesi che è al lavoro a questa nuova versione. Vediamo dunque i punti fondamentali di questo broker di trading online.

Casper The Friendly Finality Gadget

È ovvio che gli sviluppatori di Ethereum si siano ispirati moltissimo al film Casper del 1990, in modo da riuscire a spiegare come il sistema di consensus funziona in pratica.

La proposta afferma che è presente un cambio recente nella direzione dell’Ethereum. Piuttosto che cambiare da un sistema proof-of-work verso un’altro proof-of-stake, ci sarà invece un cambio più graduale attraverso un algoritmo ibrido PoW/PoS.

Il sistema POW verrà utilizzato per validare quindi gran parte dei blocchi Ethereum, ma il sistema POS verrà utilizzato come un sistema “checkpoint” per ogni 100 blocchi, riuscendo a fornire più finalità al sistema, oppure per garantire che le transazioni non potranno essere spese più di una volta.

Le altre due proposte invece affrontano altri argomenti del sistema. Uno è chiamato “Incentives in Casper The Friendly Finality Gadget”. Questo sistema affronta come gli incentivi possano garantire il funzionamento del sistema, evitando possibili errori.

Secondo Casper, possono esserci due tipologie di cose che potrebbero andare storte: le “Falle di sicurezza” quando alcune regole non vengono rispettate, per esempio quando due validatori hanno due stati incompatibili. Sono presenti poi le “Falle Liveness” che avvengono quando il sistema si ferma, oppure non riesce a far funzionare le transazioni.

Il terzo atto ”Automated Censorship Attack Rejection” di Casper affronta il problema degli attacchi al 51%, dove un miner oppure una mining pool potrebbero accumulare gran parte della potenza computazionale del network, per spostare le regole del sistema a proprio favore, eventualmente spendendo due volte i token oppure bloccando alcune transazioni.

Gli sviluppatori hanno riflettuto a lungo su questo problema, e Buterin ha affermato che Casper riesce a mitigare il problema, dato che il problema punisce gli hacker, prelevando i loro depositi nel caso qualcosa andasse storto.

Sull'autore

Vincenzo Boschi

Master in Finanza. Appassionato di Forex Trading e Criptovalute. Trader nel tempo libero con MT4. Scrivo su Criptovalute24 dal 2017.

Lascia un Commento