News

Truffe phishing Bitcoin: ecco come stanno operando

Le truffe phishing Bitcoin, sono molto comuni, se pensiamo che nel 2021 i truffatori di criptovalute hanno rubato 14 miliardi di dollari . Quando un hacker prende di mira un’azienda internazionale e ruba i suoi dati, c’è un incentivo finanziario che lo spinge a farlo. Man mano che la criptovaluta diventa un mezzo finanziario più riconosciuto, gli aggressori si stanno attivamente rivolgendo a coloro che dispongono di portafogli digitali.

Molto semplicemente, man mano che Bitcoin e altre criptovalute diventano più preziose, diventano un bersaglio più grande per hacker e truffatori. Per questo abbiamo creato questo articolo per mostrarti i messaggi di phishing Bitcoin più comuni cui potresti imbatterti. Sarai più preparato a riconoscerle e ad evitarle. 

Prima di proseguire, ti consigliamo di comprare bitcoin e investire in criptovalute usando solo piattaforme sicure e legali come eToro, in cui aprire un conto reale è semplice e bastano solo 50 €. Oltre a questo avrai anche la funzionalità demo e copytrading.
Clicca qui per ottenere un conto su eToro

Truffe phishing Bitcoin: quali quelle più comuni?

Quando si creano e-mail di phishing che inducono i proprietari di criptovalute a fornire accidentalmente informazioni sui loro portafogli privati, il messaggio spesso proviene da un servizio finanziario. Che si tratti di un’imitazione di un servizio o di un falso scambio di contatti tramite e-mail, gli avventori utilizzano una serie di strategie per cercare di ingannare il proprio pubblico.

Quando apri la tua casella di posta, prova a cercare le seguenti e-mail d’avviso, poiché potrebbero essere il segnale che qualcuno tenta di rubare le tue informazioni:

  • Reimposta password
  • Furto d’identità
  • Scambi falsi
  • Siti di phishing
  • Monete truffa

Reimposta password

Le reimpostazioni delle password sono tutt’altro che esclusive delle truffe di criptovaluta, ma sono ancora una delle forme più usate di truffe che vengono utilizzate quando si tenta di rubare Bitcoin e un’altra criptovaluta. Copiando il layout di un’e-mail da uno scambio come Binance, un hacker può duplicare una password reimpostata in modo quasi identico.

Invieranno questa e-mail, avvertendo le loro vittime che devono reimpostare le loro password. All’interno di questa e-mail, il link di reimpostazione andrà quindi al loro sito Web, dove potranno quindi venire a conoscenza della vecchia password e utilizzarla per accedere agli account.

È sempre una buona idea verificare da dove provengono le e-mail di reimpostazione della password. Meglio ancora, reimposta la password solo navigando da Google al sito reale, mai direttamente tramite un’e-mail stessa.

Furto d’identità

All’interno del mondo online, è incredibilmente facile creare profili falsi, trovare foto online e costruire un’identità completamente falsa. Negli ultimi mesi, il mondo delle criptovalute ha visto molti account falsi creare profili, conquistare un pubblico, ospitare un giveaway di truffa, per poi scomparire senza lasciare traccia.

Che si tratti di messaggistica privata e richiesta di criptovalute o tramite l’hosting di omaggi gratuiti che iniettano malware nei sistemi informatici, ricontrolla sempre con chi stai parlando online.

Diffida sempre delle cose che sembrano troppo belle per essere vere quando si tratta di criptovalute.

Scambi falsi

Negli ultimi 18 mesi sono spuntati apparentemente centinaia di scambi DeFi. Un mercato che un tempo era controllato da pochi attori più grandi ora è saturo di scambi da tutto il mondo. Per questo non è raro trovare un’e-mail nella tua casella di posta che ti offre di aiutarti a vendere o acquistare Bitcoin a ottimi prezzi.

Sfortunatamente, molte di queste e-mail saranno tentativi di phishing, con il falso cambio che cerca semplicemente di raccogliere informazioni per impossessarsi del portafoglio di un utente. Cerca di attenerti a siti che sai essere rispettabili e naviga sempre su di essi tramite Google anziché tramite e-mail.

Monete truffa

Sebbene non sia direttamente correlato a Bitcoin, nel corso della storia della blockchain è stato lanciato un numero enorme di ICO truffa. Questo è stato il suo momento peggiore nel 2018, quando l’ 80% di tutte le criptovalute rilasciate si sono rivelate truffe. Investire in monete in una fase molto precoce, soprattutto quando il progetto sembra privo di molta documentazione, non è l’idea più intelligente.

Sebbene sia allettante vedere promesse di rendimenti 100 volte superiori, assicurati sempre di ricercare a fondo qualsiasi progetto prima di impegnarti effettivamente a investire. Inizia con il loro white paper, leggi i loro fondamenti e la tokenomica e prova a discernere se vale davvero la pena investire in questo progetto o se sembra solo un’illusione.

Truffe phishing Bitcoin: Considerazioni finali

A causa dell’enorme valore di questo settore, in particolare delle principali criptovalute come Bitcoin, gli aggressori non si fermeranno davanti a nulla per ottenere l’accesso ai portafogli degli utenti e sfruttarli. Quella che può sembrare una semplice e-mail potrebbe in realtà avere intenzioni diverse.

Assicurati di prenderti sempre il tuo tempo, leggere attentamente e non fare mai clic su collegamenti di aziende che non riconosci: ne va dei tuoi bitcoin.

Per concludere, ti ricordiamo che il modo più semplice e sicuro per investire in bitcoin rimane eToro il quale presenta spread bassi, dispone di un conto demo gratuito e della funzione di copytrading. E poi per aprire un conto reale bastano solo 50 euro.

Iscriviti subito su eToro cliccando qui

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Giulia Mariotti

Lascia un Commento