News

Truffa da 128 mila euro a Bancomat del Bitcoin

È di questi giorni la notizia di una nuova incredibile truffa ai danni di un fornitore di Bancomat Bitcoin Canadese.

L’azienda che forniva i bancomat, che ha preferito rimanere anonima, è stata truffata in numerose città del Canada. La polizia sta in queste ore raccogliendo più informazioni possibili circa i sospetti che sarebbero coinvolti nella truffa.

I quattro truffatori, nell’arco di soli 10 giorni nel 2018, avrebbero sottratto una cifra pari a 145 mila euro dai bancomat dell’azienda. Secondo i report, ciò è stato possibile semplicemente cancellando le transazioni, prima ancora che il bancomat oggetto della truffa potesse processarle.

La polizia di Calgary sta cercando aiuto per identificare quattro persone sospettate di essere coinvolte nella frode di una serie di bancomat Bitcoin nelle città canadesi.

Si ritiene che i quattro sospetti abbiano effettuato un totale di 112 transazioni fraudolente a Calgary, Toronto, Ottawa, Winnipeg, Hamilton, Sherwood Park e altre località. L’importo totale generato dalla truffa è di poco superiore a 137 mila euro (oltre 145 mila dollari).

Le date di tutte le transazioni rientrano tra il 16 settembre 2018 e il 26 settembre 2018. Secondo un rapporto pubblicato nella rivista canadese CBC, a Calgary si sono verificati meno della metà degli attacchi verso i bancomat Bitcoin.

Bancomat Bitcoin: che cos’è

Un Bancomat per Bitcoin è il nome generico attribuito a una macchina, spesso ubicata in una sede di un’attività, che accetta depositi in cambio di Bitcoin.

Bitcoin Bancomat

Bitcoin Bancomat

In molti, ma non in tutti i casi, gli utenti possono anche vendere Bitcoin alla macchina in cambio di valuta locale. La popolarità dei bancomat Bitcoin è esplosa negli ultimi anni e sono nate sempre più società specializzate.

CoinAtmRadar Italia

CoinAtmRadar Italia

Secondo CoinAtmRadar, in Italia sono attivi ben 42 bancomat per il Bitcoin.

Come evitare le truffe Bitcoin

Desideri comprare o investire nel Bitcoin e nelle altre criptovalute, ma non hai idea di quale sia il broker/piattaforma più sicura per investire online?

Esistono moltissime piattaforme che consentono di investire nelle criptovalute, ma sono pochissime le piattaforme che possiamo considerare realmente sicure. Per esempio, menzioniamo il broker di eToro (clicca qua per visitare la pagina ufficiale): con questa piattaforma di trading online è oggi possibile investire e guadagnare realmente con le criptovalute più importanti come il Bitcoin, Ethereum, Ripple senza il rischio di venire truffati.

La piattaforma di trading eToro è infatti regolamentata in Europa dalla CySEC e registrata in Italia presso la CONSOB. Questi sigilli di autenticità sono in grado di consentire

Con eToro è possibile investire gratuitamente senza commissioni, sia con un conto di trading demo che con uno reale.

Attraverso la piattaforma di eToro è possibile investire e guadagnare sia nel caso in cui la criptovaluta scelta dovesse salire o scendere di valore. Esempio: se si crede che il prezzo di Bitcoin salirà: sarà sufficiente aprire una posizione di acquisto (COMPRA). Se invece si pensa che il prezzo possa muoversi al ribasso, si aprirà una posizione di vendita (VENDI).

Con i Contratti per Differenza si guadagna a seconda della grandezza della posizione aperta ed all’ampiezza del movimento effettuato dal mercato.

I vantaggi di questa piattaforma non finiscono qui. Con eToro non solo è possibile speculare sull’andamento delle criptovalute. Ma è anche possibile conservarle nel proprio portafoglio: l’eToro Blockchain WalletClicca qua per per ottenere gratuitamente il portafoglio eToro per le criptovalute gratuito.

eToro Wallet

eToro è una società sicura, con regolamentazione CySEC e registrazione CONSOB. La piattaforma di trading eToro al momento è una delle più longeve e affidabili in assoluto per fare trading con BTC e le altre criptovalute. Per ottenere il tuo conto gratuito con eToro, clicca qua.

Sull'autore

Andrea Lagni

Giornalista pubblicista dal 2016. Laureato in Informatica. Appassionato di Criptovalute dal 2015.

Lascia un Commento