News

Tariffe Gas Ethereum alle stelle: i dibattiti sul web

Nel corso degli ultimi mesi, contrariamente dal periodo piatto visto sul finire del 2021, gli andamenti di Ethereum hanno mostrato variazioni singolari sotto diversi punti di vista. Oltre ad un aumento della capitalizzazione, rispetto ai punti pregressi più bassi, si è assistito a tariffe gas Ethereum alle stelle.

Tutto ciò ovviamente in riferimento alla variazione della domanda ed al parallelo incasso delle commissioni sulla rete da parte degli utenti partecipanti al network. Ricordiamo infatti come Ethereum sia ad oggi uno dei progetti più importanti nel segmento crypto e di come la sua tecnologia sia ampiamente utilizzata in diversi settori.

Ethereum è in primo luogo un ambiente fondamentale per il settore della finanza decentralizzata ed ha permesso la nascita di migliaia di progetti e dApp, ossia applicazioni decentralizzate. La guerra sulle commissioni mostrata nelle ultime ore, avrebbe tuttavia creato diversi dibattiti.

Avremo modo di approfondire tutto ciò nel corso dei paragrafi successivi, non prima di averti ricordato come lo stesso Ethereum (ETH) possa essere individuato su broker professionali e regolamentati, come ad esempio eToro: piattaforma storica ed un concreto punto di riferimento nel settore del trading online crypto.

Tariffe gas Ethereum alle stelle: c’è chi dice la propria

Ricollegandoci a quanto esposto in precedenza sulle tariffe gas Ethereum alle stelle, è opportuno considerare le cosiddette entrate dei minatori, ossia l’ottenimento di nuovi punti ATH (di massimo) per i partecipanti ai processi sulle transazioni.

Una delle notizie maggiormente associate a ciò, ha riguardato l’ottenimento di Otherdeed NFT dei proprietari di Apecoin. Più nello specifico, i possessori della criptovaluta si sarebbero in pochissimo tempo ritrovati ad inviare il token APE utilizzando proprio la nota rete Ethereum (ETH). Tutto ciò ovviamente in associazione allo Smart Contract di rifermento.

Un’attività che avrebbe così causato un vero e proprio sovraccarico sul network. Tantissimi utenti avrebbero quindi accelerato i tempi per ottenere Otherdeed NFT, creando successivamente ciò che è stata definita una “battaglia sul gas”. In modo parallelo, vista la grande mole di domanda, anche i costi per transazione sarebbero aumentati in modo vertiginoso.

Secondo i principali siti di analisi, nel giro di una sola ora, l’incasso sulle commissioni sulla rete Ethereum avrebbe superato gli 87 milioni di dollari. Un costo andato successivamente in correzione, anche su livelli attorno ai 52.55 GWEI nelle ore di questa mattina.

In una determinata finestra oraria, le commissioni sul gas sarebbero così risultate insostenibili per molti utenti comuni. Ciò ha creato diversi malcontenti sui principali social network mondiali, con decine di utenti in prima linea ad esporre proprie considerazioni in merito.

Più nello specifico, alcuni utenti avrebbero addirittura definito Ethereum (ETH) uno “schema Ponzi”, mostrando in questo caso insoddisfazione sull’evento accaduto, che tuttavia fa parte delle tipiche leggi di domanda ed offerta all’interno del network su transazioni.

Continueremo in ogni caso a restare aggiornati, valutando nuovi ed eventuali sviluppi sul prezzo del gas Ethereum e sulle ultime variazioni dell’asset che, nonostante tutto, continua ad essere la seconda criptovaluta con maggior quota di mercato mondo.

Note finali

Come ricordato in precedenza, al di là delle variazione che la rete Ethereum subisce nel corso del tempo sotto l’aspetto dei costi di commissione, la criptovaluta ETH, è da anni uno degli asset più analizzati sul mercato.

Contrariamente da altri ecosistemi, mostra concretezza e tantissime funzionalità. Puoi tu stesso visionare il suo valore aggiornato sui pratici grafici in tempo reale proposti dalle migliori piattaforme di scambio e di negoziazione. Una delle più complete, ad integrare ETH, è eToro (qui la pagina ufficiale).

È un broker rapido, intuitivo e che su decine di criptovalute permette di agire con diverse strategie. È infatti possibile sia acquistare la criptovaluta in modo fisico e diretto, sia agire senza possedere alcun token, tramite i contratti per differenza.

Nel secondo caso non hai bisogno di alcun portafoglio di archiviazione e potrai decidere anche di aprire posizioni al ribasso, tramite la cosiddetta vendita allo scoperto. eToro permette inoltre di iniziare con un pratico account demo gratuito, senza nessun limite di tempo e con 100.000 dollari virtuali. Ricordiamo inoltre:

  • la presenza del Copy Trading, che ti permette di selezionare veri Popular Investor e copiarne in modo speculare le medesime scelte strategiche in tempo reale;
  • possibilità di gestire le attività anche tramite app per smartphone;
  • indicatori tecnici per effettuare studi sui grafici;
  • assistenza professionale in caso di necessità.

Clicca qui per ottenere un conto su eToro

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento