News

Shiba Inu SHIB nel Metaverso: Novità per SHIB e per LEASH

Shiba Inu SHIB nel Metaverso rappresenta una delle notizie più virali delle ultime ore, presentata in modo diretto dallo stesso blog del noto ecosistema crypto. Per chi non lo conoscesse, ricordiamo come Shiba sia un progetto relativamente recente, ancorato ad una delle criptovalute meme più analizzate nel corso degli ultimi tempi.

Prende il nome di SHIB e si è fin da subito presentata sul mercato come la Dogecoin Killer per eccellenza. Nel corso degli ultimi anni, ha integrato al suo interno tantissime funzionalità e tantissimi servizi per i propri utenti e per la comunità che gravita attorno all’ecosistema. Fra queste, è ad esempio possibile ricordare ShibaSwap e molto altro ancora.

Il progetto propone inoltre 3 token di sistema nativi, ossia SHIB, BONE e LEASH. Quest’ultimo citato, potrebbe avere un ruolo improntate in una delle ultime proposte della fondazione, che vedrebbe in modo diretto l’inserimento di Shiba Inu SHIB nel Metaverso (ossia nell’ormai colossale settore dei mondi virtuali).

Avremo modo di conoscere nel dettaglio la proposta anticipata poche ore fa dalla fondazione, ricordando altresì come lo stesso Shiba Inu (SHIB) possa attualmente essere individuato su broker autorizzati e regolamentati come ad esempio eToro. Rappresenta una piattaforma rapida, intuitiva e che permette di iniziare con un comodo account demo gratuito.

Shiba SHIB Inu nel Metaverso: Ecco la proposta

Nella giornata dell’8 febbraio, Shiba Inu ha presentato all’interno del proprio blog ciò che per molti esperti ed appassionati in materia potrebbe rappresentare un ulteriore sviluppo per l’ecosistema canino.

Aprire le porte al Metaverso, significherebbe aggiungere ed integrare all’interno dell’ecosistema una nuova sezione, arricchendo ulteriormente il progetto e portando nuove funzionalità alla comunità ed agli utenti che decidono di utilizzare i servizi dell’ecosistema.

Shiba Inu starebbe quindi a lavoro per ideare e strutturare un proprio Metaverso (ossia mondo virtuale), con uno specifico Codename (non ancora ufficializzato), ossia Shiberse. Il team di lavoro sta continuando a raccogliere idee e spunti importanti, cercando di concretizzarli grazie a squadre di esperti in materia.

In tutto ciò, su cosa potrebbe basarsi il Metaverso di Shiba Inu? Ad oggi, gli ecosistemi in Metaverse più noti all’interno del settore delle criptovalute sono Decentraland e The Sandbox, i quali permettono di acquistare appezzamenti di terreno, di costruire oggetti (integrando il mondo dei NFT, ossia Non Fungible Token) e di partecipare attivamente con avatar.

Sulla scia di tutto ciò, anche il mondo virtuale di Shiba Inu potrebbe mette a disposizione degli appezzamenti di terreno (ossia le cosiddette LAND) da poter comprare e gestire in modo del tutto autonomo. In questo caso, a risultare rilevante nel progetto, potrebbe essere (come descritto dalla stessa bozza iniziale) il token LEASH.

Quest’ultimo rappresenta il secondo token nativo e di sistema di Shiba Inu, mostrando una propria quotazione ed un proprio valore. Sarebbe ad esempio stato proposto un sistema in grado di prevenire guerre di gas e bot, con la detenzione di token LEASH per garantire una priorità alla fase primaria sulla vendita degli eventuali lotti di terreno presentati e messi a disposizione nel progetto.

Conclusioni

Notizia odierna, che si ricollega così in modo diretto da una parte a LEASH, che può essere scambiato ed acquistato al pari di qualsiasi altra criptovaluta sul mercato, anche se non risulta ad oggi presente su tantissimi scambiatori mondiali, e dall’altra a SHIB.

Contrariamente da LEASH, il token SHIB risulta invece pienamente listato all’interno di exchange e broker professionali e regolamentati. Gli stessi permettono l’acquisto diretto, oppure la negoziazione tramite strumenti derivati (contratti per differenza).

Diversamente dall’acquisto di criptovalute in modo fisico e diretto, la negoziazione con CFD permette di operare senza possedere alcuna moneta digitale in modo fisico (quindi senza richiedere alcun wallet), ma soprattutto di aprire due diverse posizioni (rialzista, ossia di acquisto e ribassista, ossia di vendita).

Uno dei broker più completi, ma soprattutto autorizzati anche nel nostro territorio europeo, è eToro (qui la pagina ufficiale). Rappresenta un operatore con molti anni di esperienza nel settore e con un database di asset crypto costantemente aggiornato e che attualmente integra e propone oltre 42 criptovalute.

A seguire, ricordiamo ulteriori caratteristiche e funzionalità messe a disposizione dalla piattaforma a tutti gli utenti registrati e che non richiedono nessun costo aggiuntivo:

  • presenza del Copy Trading, ossia un sistema che permette di selezionare trader reali (i cosiddetti Popular Investor) ed ottenere le loro stesse strategie dopo averli associati al proprio account;
  • conto di prova gratuito e senza nessun limite di tempo;
  • grafici in tempo reale;
  • sezione formativa;
  • sezione tecnica;
  • assistenza a tutte le ore.

Clicca qui per ottenere un conto gratuito su eToro

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento