News

Segwit2x: ecco la data per il terzo hard-fork di Bitcoin

Recentemente, il fork di Bitcoin Cash ha destato molto scalpore sui mercati. Prima di tutto perché gran parte degli analisti si aspettavano un crollo delle due valute (e in realtà il Bitcoin è scambiato al momento della scrittura dell’articolo all’incredibile prezzo di 4,400 dollari e rotti) e così non è stato, in quanto sia il Bitcoin che il Bitcoin Cash si trovano a livelli molto alto (con il benestare degli investitori).

Stanno avvenendo numerosi fork del Bitcoin a causa del fatto che gli sviluppatori non sono propriamente soddisfatti con la tecnologia della criptovaluta, per molti obsoleta.

Adesso che il Bitcoin può vantare la segregated witness, le differenze principali tra il Bitcoin ed il Bitcoin Cash sono che il Bitcoin ha un blocco da 1 MB mentre il Cash da 8.

È in arrivo però un terzo filone di criptovalute, pronto a minacciare l’attuale supremazia del Bitcoin. Secondo i suoi creatori, questo “nuovo Bitcoin” avrebbe i vantaggi sia del Bitcoin che del Bitcoin cash.

Dietro a questo progetto ci sono nomi altisonanti come Jeff Garzic, uno dei programmatori più leggendari del Bitcoin nei suoi primi stadi embrionali. Notiamo anche Bitmain, l’infrastruttura Bitcoin in assoluto più grande al mondo e molte altre personalità di spicco del Bitcoin.

Durante il mese di maggio queste persone decisero di premere un accordo denominato “New York Agreement” che lì portò a proporre una blockchain da 2 MB di grandezza unito alla tecnologia della segregated witness, accordandosi per un hard fork ufficiale entro 6 mesi dalla firma dell’accordo. L’accordo vene chiamato Segwit2x.

Ricapitolando quindi, ecco le caratteristiche dei vari Bitcoin:

  • Bitcoin: blocco 1MB, SegWit;
  • Bitcoin Cash: blocco 8MB, nessuna SegWit;
  • Segwit2x: blocco 2MB, SegWit.

Il controverso piano di SegWit2X

Gli sviluppatori che stanno dietro a questa nuova criptovaluta in arrivo chiamata Segwit2x, hanno ovviamente in mente di farlo perché ovviamente credono che ciò possa aumentare la velocità delle transazioni, ed hanno pianificato di annunciare la data ufficiale per l’hard-fork.

Il team di SegWit2x ha in mente di abilitare i miners di Bitcoin di utilizzare il nuovo software al blocco 494,784 della blockchain, un blocco che potrebbe venire minato intorno al periodo di novembre 2017. Ecco il comunicato:

“Durante il mese di novembre 2017, circa 90 giorni dopo l’attivazione della Segregated Witness nel blocco di Bitcoin, un blocco di dimensioni pari a 1 MB a 2 MB verrà generato dai miners di Bitcoin in un tentativo di aumentare la capacità di rete. A questo punto si prevede che più del 90% della capacità di calcolo che protegge la rete bitcoin continuerà a estrarre da questo grande blocco in poi”.

Se implementato, Segwit2x potrebbe portare ad un secondo hard-fork della rete bitcoin nel 2017, che potrebbe anche portare alla creazione di un’altra versione del blockchain di bitcoin, con una crittografia proprietaria.

Migliori piattaforme per fare trading in Bitcoin

Il fork di SegWit2x avrà sicuramente un forte impatto sulla quotazione del Bitcoin e quindi garantirà profitti elevatissimi agli speculatori. Suggeriamo sempre di fare trading in Bitcoin con piattaforme autorizzate e regolamentate perché sono le uniche sicure e affidabili. Tra le migliori per fare trading in Bitcoin suggeriamo Plus500 (clicca qui per il sito) e Iq Option (clicca qui per il sito).

Plus500 è una piattaforma professionale, estremamente sicura, gratuita e senza commissioni. E’ possibile anche fare trading in modalità demo (soldi virtuali) per fare esperimenti prima di rischiare denaro reale. Puoi iscriverti gratis su Plus500 cliccando qui.

Iq Option è una piattaforma veramente user friendly che consente di cominciare a investire soldi veri con capitale iniziale di appena 10 euro. E’ disponibile anche in modalità demo, gratuita, illimitata e senza vincoli. Iq Option non applica commissioni ed è gratis al 100%. Puoi iscriverti gratis su Iq Option cliccando qui.

Quotazione tempo reale Bitcoin


Il grafico qui sopra mostra l’andamento in tempo reale del Bitcoin.

Sull'autore

Fabio Bianchi

Laureato in Economia e Commercio. Esperto di finanza online dal 2007. Trader dal 2010. Appassionato di Bitcoin ed Ethereum.

2 Commenti

  • ciao Fabio,
    ho un dubbio:
    tutti i miei bitcoin sono per ora ancora su bitstamp tranne 0,20 sul wallet bread. Per ora non ho notizia che bitstamp ci accrediti i bitcoin-gold, mentre i bitcoin-cash li ha accreditati. Ora la mia domanda é la seguente:
    cosa succederà con segwit2x? meglio che trasferisco i bitcoin su electrum per attendere la distribuzione della nuova criptovaluta? o bitstamp distribuirà?

    grazie della risposta

Lascia un Commento