News

Rally Ethereum, in corsa su nuovi traguardi annuali?

Nel corso delle precedenti giornate abbiamo più volte avuto modo di soffermarci nel dettaglio sul rally Ethereum e sul suo imponente recupero rispetto ai difficili periodi di correzione mostrati dopo il mese di gennaio.

Ethereum rappresenta ancora ad oggi uno degli ecosistemi chiave per molti progetti nel settore delle criptovalute, soprattutto nella nicchia di mercato della finanza decentralizzata. I progetti in ballo, nonostante Ethereum sia presente da molti anni, sono numerosi.

Aspetti, quelli degli aggiornamenti ed upgrade, che sono di vitale importanza per una serie di ragioni. In primo luogo per creare ulteriore interesse all’interno del mercato ed in secondo luogo per competere maggiormente con eventuali ecosistemi rivali, sempre più rapidi e con costi esigui.

A tal riguardo, come stanno andando gli sviluppi su Ethereum 2.0? Quali sono stati gli ultimi andamenti della criptovaluta? Cosa significa parlare di rally Ethereum nell’ottica del breve e medio periodo?

Domande che avremo modo di approfondire nel dettaglio a seguire, non prima di aver ricordato come lo stesso ETH (questo il token del vero ecosistema) sia scambiabile in modo diretto all’interno di broker regolamentati e con tantissime funzionalità per gli utenti registrati, come ad esempio eToro.

Rally Ethereum: dal progetto ETH 2.0 al sentiment del mercato

Parlare di rally di Ethereum significa parlare delle variazioni che la seconda criptovaluta più capitalizzata al mondo ha mostrato nel corso delle ultime settimane. È quindi opportuno soffermarci nel dettaglio sugli sviluppi associati al valore dell’asset nel breve periodo.

Prendendo come riferimento i dati sui principali exchange di criptovalute mondiali, è stato possibile constatare una crescita della criptovaluta pari al circa +36% nel corso delle ultime 2 settimane (ossia 14 giorni).

Al momento di questa stesura, il prezzo di Ethereum risulta ancora distante rispetto ai suoi punti di massimo storici, seppur più vicina rispetto alla scorsa settimana. All’inizio del 2022, è infatti opportuno ricordare come ETH abbia dapprima avuto modo di salire su quote pari a circa 3.900 dollari, per poi subire correzioni a circa 2.200 dollari per unità.

Nelle prime ore del 30 marzo 2022, il valore di Ethereum aveva invece avuto modo di toccare i 3.400 dollari per unità, per poi subire variazioni successive. Un secondo aspetto importante, deriva poi dal sentiment del mercato e dalle posizioni mostrate nel corso degli ultimi giorni sui dati dei derivati ed opzioni.

Aspetti presi in considerazione dagli esperti, assieme alle pur sempre valide analisi fondamentali, che in questo caso pongono i riflettori soprattutto sugli sviluppi in merito al passaggio al proof of stake e ad una nuova mentalità strutturale dell’ecosistema.

Nell’ottica del medio e lungo periodo, analisti ed appassionati vedono con interesse ed attenzione la singolare soglia dei 4.000 dollari, considerata alquanto psicologica, soprattutto considerando i dati storici della criptovaluta. Un ulteriore livello target complesso da analizzare e che si pone in un orizzonte temporale ancora più esteso, è invece quello dei 4.800 dollari.

Conclusioni

Checché se ne dica sui rallentamenti e sulle questioni legate agli sviluppi dell’ecosistema Ethereum nel corso degli ultimi mesi, la criptovaluta ha continuato anche in questo primo trimestre del 2022 a rappresentare un asset non indifferente nel mercato.

Certo, siamo ancora lontani dai punti di massimo che l’asset ci aveva abituati a mostrare in passato, ma l’ottenimento del nuovo rally non può non essere considerato dagli analisi della criptovaluta.

Un asset crypto che, lo ricordiamo, può essere individuato in modo diretto all’interno di broker e di piattaforme professionali, come ad esempio eToro (qui la pagina ufficiale). All’interno dello stesso operatore puoi in primo luogo visionare un pratico grafico in tempo reale, aggiornato attimo dopo attimo.

Effettuate le tue scelte, puoi quindi decidere di optare su strategie dirette (ossia agendo sull’asset sottostante ETH), oppure procedere con contratti per differenza. I CFD sono strumenti derivati che replicano l’andamento dell’asset sottostante, dando così la possibilità anche di puntare al ribasso (con vendita allo scoperto).

Puoi inoltre beneficiare di una serie di funzionalità e caratteristiche distintive degne di nota, come ad esempio:

  • possibilità di ottenere le stesse transazioni a mercato di veri e propri Popular Investor, dopo averli selezionati nell’apposita sezione sulla base di diversi parametri (valore sulle performance, livello di rischio medio e così via);
  • conto demo gratuito ed illimitato nel tempo (non richiede alcun obbligo di deposito);
  • presenza di una rapida applicazione per dispositivi mobili (scaricabile in modo gratuito);
  • tantissime risorse formative per gli utenti registrati.

Clicca qui per ottenere un conto gratuito su eToro

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento