News

Ecco il primo hard fork di Bitcoin: nasce Bitcoin Cash

L’inizio dello split del Bitcoin è ufficialmente iniziato. Durante la giornata di oggi, una minoranza di miners (minatori) della rete Bitcoin hanno iniziato ad operare con un software differente in modo da creare una criptovaluta “in competizione” con il Bitcoin “originale” denominata “Bitcoin Cash”.

Bitcoin Cash

Bitcoin Cash

Questo mossa potrebbe effettivamente trovare una minoranza di utenti che andranno avanti con la propria blockchain, e un’altra che condivide la cronologia delle transazioni con il Bitcoin “originali”.

Come indicato in precedenza, Bitcoin Cash – aumenta la dimensione dei blocchi di transazioni della rete mentre fornisce altri aggiornamenti per quanto concerne la capacità – oggi viene proposto come alternativa agli obiettivi di scalabilità esistenti. Alcuni di quelli che hanno sostenuto i precedenti sforzi volti ad aumentare la dimensione del blocco si sono da allora “spostati” per sostenere il Bitcoin Cash.

Tuttavia la prima grande “scissione” del Bitcoin è ancora molto lontana dall’essere completata del tutto.

La divergenza è iniziata all’incirca alle 12:37. UTC, secondo i dati di BTCForkMonitor.info, quando la rete ha raggiunto il blocco 478.558. È qui che Bitcoin Cash ha iniziato ad elaborare un blocco superiore ad 1 megabyte (MB) per sigillare definitivamente la scissione.

Finora ciò non è accaduto e alcuni analisti credono che potrebbe richiedere ore o più per creare il blocco. Nel frattempo, la blockchain originale bitcoin è proseguita, raggiungendo il blocco 478.570.

È inoltre possibile che, se non verranno nuovi blocchi, Bitcoin Cash possa essere abbandonato. Finora, una minino pool per la moneta ha attirato più di 1 petahash di potenza di mining.

I mercati di Bitcoin, che sono saliti ad un massimo di 2.925,03 dollari durante la negoziazione di oggi secondo il BPI (CoinDesk Bitcoin Price Index), sono attualmente scambiati a circa 2.732 dollari, con un calo di circa il 4,9 percento.

I commercianti si erano preparati per la tanto attesa scissione, anche se nella maggior parte dei casi la prospettiva di ricevere ciò che effettivamente raddoppia le monete – determinata dalle due reti che condividono una storia di transazione e una struttura identica – è stato visto come un beneficio.

Trading di Bitcoin Cash? Serviranno ancora giorni

Adesso che il Bitcoin Cash (BCC) ha quasi praticamente terminato il suo split dal Bitcoin, i più grandi exchange e broker di trading online dovrebbero iniziare a fornire la possibilità di commerciare questa nuova criptovaluta.

Tuttavia potrebbero essere necessari giorni, se non settimane – prima che gli utenti possano realmente fare trading con la nuova criptovaluta.

Potrebbero servire ore ai miners per minare il primo blocco di Bitcoin Cash, dato che la nuova blockchain ha adesso una potenza di minino inferiore rispetto al network principale di Bitcoin.

Gli exchange richiedono svariate conferme dei blocchi per assicurare la sicurezza delle transazioni. Tuttavia per adesso, la velocità è ancora molto bassa per poter consentire svariati confermi dei blocchi.

Questo discorso non sarà più valido quando la velocità di processazione dei blocchi inizierà a viaggiare ad un ritmo più sostenuto.

Sull'autore

Andrea Lagni

Giornalista pubblicista dal 2016. Laureato in Informatica. Appassionato di Criptovalute dal 2015.

1 Commento

Lascia un Commento