News

Il primo blocco di Bitcoin Cash è stato creato

Sicuramente in questi anni quello che è appena avvenuto non è stato il primo tentativo di fork, ma è stato sicuramente il più drammatico ed importante nella storia del Bitcoin.

Come riportato da gran parte delle testate giornalistiche di tutto il mondo, oggi la nuova criptovaluta del Bitcoin Cash, è stata creata da un gruppo di miners che hanno eseguito con successo il fork dalla blockchain principale del Bitcoin.

In sostanza, quello che è successo è stato un cambio verso un nuovo software incompatibile con il Bitcoin originale, che cambierebbe quindi le regole su come il network dovrebbe funzionare.

Durante il corso della giornata, i miners dietro al nuovo progetto sono riusciti con successo ad effettuare il fork aggiungendo i primi blocchi alla nuova blockchain.

Come è stato previsto dallo sviluppatore e architetto principale di Paxos Jimmy Song all’inizio di questa settimana, il momento della creazione della nuova criptovaluta è avvenuto alle 8:20 ET – i minatori che eseguivano il nuovo software hanno accettato di iniziare a divergere dalla catena principale.

Il momento è arrivato circa alle 12:37. UTC (o per coloro che mantenevano il tempo in termini di bitcoin, al blocco numero 478.558), poiché allora i minatori Bitcoin Cash hanno cominciato a creare quello che sarebbe diventato il primo blocco della nuova rete.

Il modo in cui i miners lavorano in questa blockchain ha quindi delle particolarità – come il fatto che il blocco deve essere più grande rispetto alla dimensione standard di 1 MB, limite ancora imposto all’interno della blockchain originale del Bitcoin.

L’attesa infinita

Come è stato specificato nel nostro precedente articolo, la creazione del primo blocco ha necessitato di molto tempo, facendo preoccupare gli esperti su un possibile fallimento del nuovo progetto di Bitcoin Cash.

Data la quantità relativamente piccola di miners che eseguono il nuovo software, e il fatto che il software abbia la stessa difficoltà che regola quanto è facile trovare i blocchi in base al numero dei minatori, Bitcoin Cash ha faticato a tenere il passo con il Bitcoin “originale”, che è cresciuto molto presto in termini di dimensioni.

Le ore sono continuate a scorrere, ma il primo blocco ha continuato a tardare ad arrivare. Tuttavia nel pomeriggio è successo qualcosa.

Il primo blocco, una nuova genesi

Intorno alle 6:14 UTC, ViaBTC ha minato il primo blocco di Bitcoin Cash, con una dimensione di blocco pari a 1.915 MB. Secondo i dati pubblici, questo blocco conteneva 6.985 transazioni.

Da allora, sono stati creati quattro blocchi Bitcoin Cash, anche se solo il primo dei primi cinque aveva un blocco più grande di 1 MB. In confronto, il blocco più recente contiene 520 transazioni, ed utilizza circa 0,4 MB di spazio nel blocco di transazione.

Con la creazione di questi blocchi, è certamente l’inizio di una nuova era per il Bitcoin. Con Bitcoin Cash è nata una nuova rete ed una criptovaluta che potrebbe rivoluzionare nuovamente il mondo delle criptovalute.

Cosa succede adesso?

Adesso quello che succederà lo dovrà decidere come sempre il mercato.

Se nessuno crederà nel Bitcoin Cash, molto probabilmente il progetto sarà destinato a morire in breve tempo. Tuttavia il dibattito sul Bitcoin e sulla sua scalabilità sembrerebbe essere definitivamente finito.

Sull'autore

Andrea Lagni

Giornalista pubblicista dal 2016. Laureato in Informatica. Appassionato di Criptovalute dal 2015.

Lascia un Commento