News

Prezzi Bitcoin ed Ethereum: Andamento BTC e ETH

Pubblicato: 19 Gennaio 2022 di Francesco

Adesso che anche la prima metà del primo mese del 2022 è arrivata al termine, è possibile tirare le somme su quelli che sono stati i prezzi di Bitcoin ed Ethereum nel corso degli ultimi tempi. Criptovalute che, lo ricordiamo, risultano ormai da anni analizzate da esperti ed analisti.

Ci troviamo quindi a discutere nuovamente su due asset sì appartenenti al medesimo comparto, ossia quello delle criptovalute, ma allo stesso tempo molto differenti sotto aspetti funzionali, settoriali e su questioni concrete.

Da una parte troviamo il Bitcoin, che come ben sappiamo rappresenta l’asset con maggior livello di capitalizzazione all’interno del mercato crypto. È stato utilizzato all’interno di tantissimi progetti nel corso del 2021 (come ad esempio l’integrazione in El Salvador), risultando in ogni caso un network di scambio.

Dall’altra troviamo Ethereum, che può invece considerarsi l’ecosistema per eccellenza nel settore della finanza decentralizzata e che sta cercando di portare avanti con fermezza gli sviluppi sull’Ethereum 2.0. Un ecosistema che ha visto tuttavia la nascita di molti rivali.

Prima di approfondire l’analisi sui prezzi delle due criptovalute, ricordiamo come entrambi gli asset possano ad oggi essere individuati su broker professionali e di ultima generazione, come ad esempio eToro. Permette di operare su una piattaforma rapida e con tantissime funzionalità (anche con un account demo iniziale a costo zero).

Prezzi Bitcoin ed Ethereum: Le variazioni degli ultimi tempi

Ricollegandoci a quanto esposto in precedenza, è ora possibile focalizzare l’attenzione sui prezzi Bitcoin ed Ethereum e sulle principali variazioni che hanno accompagnato i due asset nel periodo a cavallo fra il 2021 ed il 2022 (iniziato ormai da diverse giornate).

  • Prezzi Bitcoin (BTC)

Partendo dal Bitcoin, impostando un grafico dell’asset a 7 giorni, è possibile constatare le variazioni che hanno portato la criptovaluta a subire variazioni rispetto a quote pari a circa 44.079 dollari nella giornata del 12 gennaio.

Dopo aver precedentemente testato punti al di sotto i 41.000 dollari, il valore della criptovalute aveva iniziato a salire, scendendo tuttavia dopo il 12 gennaio su quote più basse, rompendo dapprima i 43.400 dollari (al ribasso) e successivamente i 41.400 nella giornata del 18.

Tutto ciò nelle vicinanze di un supporto, ossia quello dei 40.000, che risulta ormai da giorni preso in considerazione ed analizzato anche in relazione ad eventuali supporti più bassi, ossia sul livello dei 33.000 dollari per unità.

  • Prezzi Ethereum (ETH)

Proseguendo con Ethereum, impostando un grafico dell’asset a 7 giorni, è in questo caso possibile visionare un valore della criptovaluta pari a circa 3.395 dollari nella giornata del 12 gennaio.

Un livello che aveva tuttavia mostrato variazioni nel corso delle giornate successive, le quali avevano dapprima testato al ribasso il livello dei 3.200 dollari per unità e successivamente il livello (sempre al ribasso) dei 3.100 nel corso delle prime ore della giornata del 19 gennaio.

Tutto ciò su un asset che, almeno fino ad adesso, ha continuato a mostrare la sua volatilità, mantenendosi al di sopra la psicologica linea dei 3.000 dollari, ormai da giorni analizzata da esperti ed analisti all’interno del settore crypto.

Conclusioni

Notizia, quella ad oggi esposta, che si collega in modo diretto a due criptovalute storiche e con maggior valenza sul market cap all’interno del mercato crypto. Entrambi gli asset possono essere individuati all’interno dei migliori broker online.

Uno dei più completi, ad aver listato entrambe le criptovalute ormai da molto tempo, è eToro (qui la pagina ufficiale). Si tratta di un broker professionale ed autorizzato nel nostro territorio, con una piattaforma altamente semplificata nella gestione. Tutti gli utenti possono accedere alla sezione crypto e selezionare l’asset di interesse.

Su tantissimi asset, il broker permette sia di agire in modo diretto sul sottostante (ossia sulla criptovaluta in modo fisico) sia di operare con strumenti derivati. In questo caso, i contratti per differenza danno la possibilità di aprire sia posizioni al rialzo che posizioni al ribasso (con vendita allo scoperto).

Si ricordano inoltre una serie di servizi e di funzionalità rilevanti sia per trader esperti che per trader alle prime esperienze:

  • Smart Portfolios, approfonditi in molti dei nostri esposti, permettono di allocare capitali su un portafoglio diversificato e strutturato da un team professionale;
  • Copy Trading, che permette di copiare Popular Investor reali, dopo averli accuratamente selezionati sulla piattaforma;
  • Conto demo, ossia una sezione di prova, basata interamente su capitali virtuali caricati dalla piattaforma;
  • Possibilità di gestire le attività sia tramite la piattaforma su browser, sia tramite applicazione per dispositivi mobili.

Clicca qui per ottenere un conto gratuito su eToro

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento