News

Previsioni Ethereum Oltre i 5000 $? Cosa Attende ETH?

Per molti utenti ed appassionati del settore delle criptovalute, Ethereum rappresenta la seconda criptovaluta per eccellenza dopo il Bitcoin. In merito a tutto ciò, in associazione alle numerose notizie associate all’ecosistema ed alla sua tecnologia, sono in molti a chiedersi in merito ad eventuali previsioni Ethereum oltre i 5000 $.

In un contesto così delicato, segnato ancora dal forte ribasso mostrato da Bitcoin rispetto ai suoi punti di massimo mostrati nel corso dei primi mesi del 2021, risulta sempre complesso per esperti ed analisti andare alla ricerca di analisi chiare sull’asset.

Dal suo canto, Ethereum ha mostrato nel corso degli ultimi tempi andamenti che hanno abbondante fatto discutere in merito alle sue sorti.

Si è infatti potuto assistere al raggiungimento dei nuovi punti di massimo storici nel corso dei primi mesi del 2021, fino ad arrivare a nuove correzioni nel corso degli ultimi mesi, le quali hanno portato l’asset su quote più basse rispetto a maggio, ma comunque superiori rispetto a tutte le quote dalla nascita dell’asset fino a fine 2020.

All’interno del nostro approfondimento scopriremo quali eventi hanno caratterizzato l’ecosistema Ethereum nel corso degli ultimi tempi, considerando lo stesso all’interno di un paniere più esteso, incentrato anche sull’esistenza del Bitcoin.

Prima di continuare, ricordiamo come ad oggi lo stesso asset ETH risulti presente all’interno delle migliori piattaforme di negoziazione online, una fra tutte eToro. Rappresenta un broker con numerosi anni di esperienza nel settore e ricco di funzioni interessanti, come ad esempio il Copy Trading per copiare reali professionisti del settore.

Previsioni Ethereum oltre i 5000 $? Siamo lontani da nuovi massimi?

Le previsioni Ethereum oltre i 5000 $ rappresentano un’ipotesi irraggiungibile nell’ottica del breve periodo? Bisognerà spostare l’asticella temporale sul lungo periodo per poter visionare potenziali nuovi punti di massimo storici?

Come esposto in precedenza, gli analisti ed esperti di criptovalute sono alla ricerca di studi ed informazioni per poter cercare di avanzare ipotesi. In tutto ciò, è possibile ricordare come nel corso del 2020 ed inizio 2021, lo strumento sia stato protagonista di uno dei suoi più importanti trend al rialzo.

Stiamo parlando del passaggio dai circa 131,94 dollari al 22 marzo 2020, come ricordato dalla piattaforma informativa CoinGecko, fino ai circa 4.182,79 al 12 maggio del 2021.

Lo stesso valore raggiunto, fa ben intuire come nonostante le correzioni successive, che avevano portato l’asset su quote pari a circa 2.379,99 dollari al 13 giungo 2021, le stesse, confrontate con lo storico dei dati dal momento del lancio dello strumento fino al termine del 2020, hanno rappresentato ancora punti superiori.

Lo stesso trend al ribasso, coincide inoltre con la perdita di valore di molti altri strumenti crittografici, uno fra tutti proprio il Bitcoin. Viene sempre analizzato in correlazione con tutte le principali criptovalute presenti nel settore.

Ethereum, preso nella sua interezza e come ecosistema di utilità, può tuttavia beneficiare di diverse considerazioni, legate soprattutto alla sua valenza da tecnologia chiave per numerosi progetti. L’esplosione della DeFi, ha visto nel corso degli ultimi mesi il lancio di molti progetti.

Una parte considerevole degli stessi è stata progettata proprio basandosi su Ethereum, il quale ricopre da sempre un ruolo cruciale nel mondo blockchain e Smart Contract, nonostante la nascita di ambienti competitors (che andranno tenuti sott’occhio) come ad esempio la tecnologia messa in campo dall’exchange Binance.

Conclusioni

Nel corso del paragrafo introduttivo, abbiamo ricordato come lo stesso Ethereum, oggetto della nostra news, possa essere individuato all’interno dei principali operatori di scambio e di negoziazione online.

Attraverso pratiche piattaforme interattive, permettono di aprire posizioni al rialzo o al ribasso su ETH, usufruendo di CFD. I contratti per differenza rappresentano strumenti derivati innovativi, molto differenti rispetto ad acquisti fisici basati su Exchange.

In altri termini, permettono di:

  • Agire sia al rialzo che al ribasso, sfruttando la cosiddetta vendita allo scoperto;
  • Non possedere fisicamente alcuna criptovaluta, andando ad optare solamente su repliche dell’andamento;
  • Non andare alla ricerca di alcun Wallet per custodire criptovalute, proprio per la mancanza di un possesso fisico.

Uno dei broker più conosciuti, a permettere ciò, è eToro. Si pone da anni fra i principali intermediari nel mondo del trading su criptovalute, mettendo a disposizione funzionalità e servizi integrativi per i propri utenti.

Fra gli stessi è possibile ricordare il Copy Trading (ossia un meccanismo di copia automatica per ottenere le stesse operazioni dei migliori utenti presenti sul broker), fino ad arrivare ad un pratico conto demo, ossia simulato, basato sull’uso di capitali non reali aggiunti dalla piattaforma.

Scopri qui eToro

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento