News

Polygon si allontana da quota 1$: cosa succede a MATIC?

Polygon si allontana da quota 1$, ossia una delle soglie considerate ormai da tempo psicologiche per la criptovaluta, che ricordiamo essere chiamata MATIC. Per chi non lo conoscesse, il progetto Polygon è uno dei più innovativi ed ambiziosi di tutto lo spazio della finanza decentralizzata (ossia DeFi).

Ha avuto la capacità di incrementare la sua quota di mercato, scalando anche diverse classifiche sul settore delle criptovalute (compresa quella sulla capitalizzazione). Per citare alcuni dati, Polygon è stata ultimamente dichiarata la terza catena più grande al mondo per numero di protocolli attivi.

L’ecosistema, grazie anche alle decisioni e scelte della comunità, ha altresì accelerato molto sull’importante segmento della web3. I suoi sviluppi, non hanno tuttavia permesso al token di risollevarsi in modo significativo, tantomeno di ritornare sull’ambizioso livello del dollaro.

Cerchiamo di approfondire come sta andando il token, non prima di averti ricordato che puoi tu stesso, in modo del tutto autonomo, individuare l’asset su broker con licenza (pienamente autorizzati) come ad esempio eToro: leader nel settore del Trading crypto da diversi anni e che ti permette anche di iniziare con un pratico conto demo illimitato.

Clicca qui per registrarti su eToro ed individua Polygon

Polygon si allontana da quota 1$: ecco gli ultimi andamenti del token

Prima di focalizzare l’attenzione su Polygon che si allontana da quota 1$, è bene scendere brevemente nel dettaglio sugli ultimi aggiornamenti ricordati in precedenza e che hanno permesso all’ecosistema di diventare più efficiente, risolvendo specifici problemi esistenti in passato.

Più nel dettaglio, grazie ad Avail, si è assistito ad un vero e proprio ridimensionamento della blockchain, con la creazione e separazione di tre strutture differenti, adibite a diverse funzionalità. Le tre catene dedicate sono quindi Settlement, Availability ed Execution.

Grazie all’aggiornamento gli utenti interessati hanno la concreta possibilità di ridurre drasticamente i costi (anche fino al 95%) su chain come Ethereum, senza il bisogno di spostare il livello fuori catena. In altri termini cambiamenti radicali, che puntano tutti al miglioramento del protocollo.

Miglioramenti che, come detto nell’introduzione, non hanno tuttavia trovato reali riscontri con l’andamento e con i risultati della criptovaluta MATIC. Cosa dire in merito al breve e brevissimo periodo?

All’8 maggio 2022, il valore di scambio del token era ancora superiore al dollaro (soglia che tuttavia è stata successivamente rotta al ribasso, senza mai essere più recuperata, almeno fino al momento di questa stesura). Il trend è infatti stato mediamente al ribasso.

Ulteriore ribasso significativo, è stato poi registrato dopo il 10 giugno, con il token MATIC sceso sotto la soglia dei 0,50 dollari per unità, mostrando un valore pari 0,34 dollari circa nella giornata del 18. Una timida ripresa vede Polygon scambiato a circa 0,511$ al momento attuale, evidenziando:

  • una variazione in un range settimanale (ossia a sette giorni) pari al -4,2%;
  • una variazione in un range nel brevissimo termine (a 24 ore) pari al 10,1%, sempre secondo i dati proposti dai principali siti informativi, del calibro di CoinGecko.

Note finali

Giunti al termine del nostro piccolo approfondimento, teniamo a ricordare che puoi tu stesso, in modo del tutto autonomo ,verificare l’andamento del token MATIC (appartenente all’ecosistema Polygon), sui grafici in tempo reale dei migliori broker di trading crypto online.

Gli stessi mettono a disposizione anche numerose informazioni sul token, fra le quali il livello degli acquirenti e venditori, le variazioni sugli scambi nelle ultime 24 ore, nonché i punti di massimo ed i punti di minimo pregressi. Aspetti rilevanti per una corretta analisi sull’asset.

Fra le migliori piattaforme, ad aver integrato fin da subito la criptovaluta Polygon (MATIC), troviamo eToro (clicca qui per iscriverti). È un intermediario professionale, dispone di reali licenze operative ed ha una delle gestioni più semplificate in assoluto (adatta quindi anche a trader con meno esperienza).

Con eToro puoi decidere a tua scelta se investire su decine di criptovalute sia in modo diretto (acquistando l’asset sottostante) sia di negoziare con strumenti derivati (anche con la vendita allo scoperto). Il conto demo, ossia con capitali fittizi, è sempre messo a disposizione e non ha alcun limite di tempo.

Se vuoi procedere con la modalità reale, puoi invece selezionare uno dei tanti sistemi di pagamento e procedere con il caricamento di un deposito molto basso (a partire da soli 50 euro). Fra i sistemi a disposizione per finanziare l’account, troviamo anche PayPal. Puoi gestire il tutto comodamente anche tramite app.

Clicca qui per ottenere un conto su eToro

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento