News

Polkadot ha testato il livello dei 7$: cosa aspettarsi dal token DOT?

Polkadot ha testato il livello dei 7$, avvicinandosi di molto a questo supporto analizzato ormai da diverse giornate. Quella appena trascorsa, è stata una delle settimane più volatili per il mercato delle criptovalute, con molte altcoin in rosso e poche in ripresa.

Il raggiungimento di questi traguardi, ha fatto del token DOT una delle criptovalute con la perdita settimanale più bassa (considerando ovviamente le maglie nere del mercato, fra le quali anche il Bitcoin e l’Ethereum, ossia le due criptovalute a maggior capitalizzazione mondiale).

Nelle prime ore di questa mattina Polkadot era scambiato a circa 7,19 dollari, mostrando quindi una variazione positiva nelle 24 ore pari al circa 5,71%. La perdita settimanale è stata così abbassata al circa 6,71% su base totalitaria. Un dato che può essere paragonato alla perdita di molti altri token, anche superiori al 20% nelle ultime 7 giornate.

Cerchiamo quindi di focalizzare l’attenzione su Polkadot che ha testato il livello dei 7$, prendendo in considerazione anche il suo andamento settimanale. Prima di ciò, ti ricordiamo che puoi sempre individuare la criptovalute su broker professionali ed autorizzati, come ad esempio eToro (clicca qui per iscriverti).

Polkadot ha testato il livello dei 7$: ecco le variazioni settimanali

Durante le ultime giornate il prezzo di DOT si è consolidato attorno ai 7$ dollari per unità, con un andamento che è stato da molti confrontato con un precedente assestamento, che aveva successivamente portato al ribasso del mese di maggio.

Ulteriore aspetto preso in considerazione dagli esperti, riguarda poi il livello di accumulo delle balene proprio su questa soglia di supporto. Secondo i principali siti informativi del settore crypto, l’offerta associata alla metrica delle balene sarebbe aumentata dal circa 44,45% dalla giornata del 16 giugno, fino al circa 44,91% durante le prime ore di questa mattina.

Esperti ed analisti si chiedono se la linea dei 7 dollari per unità possa o meno rappresentare una rampa di lancio per la criptovaluta, così come un punto di rimbalzo. Le condizioni del mercato restano in ogni caso molto instabili, considerando le tante notizie associate al settore crypto (come ad esempio l’aumento dei tassi FED).

Al di là di ciò, quali sono state le variazioni settimanali su Polkadot? Al momento di questa stesura, il prezzo di Polkadot (DOT) si attesta a 7,80$ circa, con il livello dei 7 dollari che è quindi stato superato rispetto alle prime ore di questo 20 giugno. Con questo prezzo, i principali siti informativi mostrano:

  • una flessione negativa a 14 giorni pari a circa -16,4%;
  • una variazione positiva a 7 giorni pari a circa 4,7%.

In un range a 24 ore, si evidenzia invece una progressione in aumento del circa +7,3%. CoinGecko piazza la criptovaluta al decimo posto per capitalizzazione di mercato, con un market cap attuale pari a 8.731.846.124 dollari ed una dominance (ossia dominanza sul mercato) del circa 0,924%. Continueremo in ogni caso a restare vigili sul livello dei 7 dollari.

Note finali

Se hai intenzione di restare continuamente aggiornato sulle variazioni e sull‘andamento della criptovaluta Polkadot (DOT), puoi usufruire dei comodi grafici in tempo reale messi a disposizione dalle migliori piattaforme di trading online crypto (ossia broker).

Gli stessi permettono di accedere al comparto delle criptovalute in modo rapido ed intuitivo, di selezionare il token di interesse ed avviare studi. Una volta stabilita la strategia, è possibile piazzarla direttamente dal computer, o tramite applicazione per dispositivi mobili.

Uno dei broker più completi al mondo ad integrare Polkadot e tantissime altre criptovalute di nuova generazione, è eToro (clicca qui per iscriverti). È un operatore regolamentato e che dispone di tantissime funzionalità per gli utenti registrati. Funge inoltre da:

  1. exchange per comprare criptovalute reali (conservandole successivamente in appositi portafogli di custodia);
  2. broker per fare trading di CFD, ossia con strumenti derivati. In questo caso si potranno piazzare anche strategie al ribasso (con vendita allo scoperto), poiché il CFD va solamente a replicare l’andamento del token (non è richiesto alcun wallet).

Con il broker eToro puoi sempre iniziare da un pratico conto demo, ossia una simulazione a tutti gli effetti, che ti permette di utilizzare 100.000$ virtuali. Per la modalità reale, è invece richiesto un deposito minimo di 50 euro (che puoi caricare anche con PayPal).

Qualora non avessi tempo, o le giuste conoscenze per avviare studi ed analisi, puoi fare affidamento sul Copy Trading, ossia una funzione che ti permette di selezionare reali trader esperti e di copiarne le strategie in tempo reale ed in modo speculare (anche iniziando con la demo).

Clicca qui per ottenere un conto su eToro

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento