Guide

Play2earn: Cos’è e Come Funzionano i Giochi su Blockchain, NFT e Crypto

Parlare di Play2earn significa parlare di una nuova modalità di gioco, pienamente inserita nel mondo delle blockchain, che punta a permettere (a chiunque sia interessato) di ottenere ricompense e premi portando avanti missioni e giocando a veri e propri videogame.

Il Play to eran rappresenta quindi una vera e propria rivoluzione rispetto al passato e va ad integrare al suo interno il colossale settore delle criptovalute e quello dei NFT (ossia Non Fungible Token). Sono proprio questi asset a poter essere ottenuti in ricompensa durante le partite nei giochi.

Asset crypto che, oltre a poter essere quindi ottenuti come ricompensa all’interno del settore Play2earn, possono essere ad oggi individuati e negoziati anche in modo diretto, su broker professionali e regolamentati. Segue subito una tabella informativa sul Play-to-earn:

👍 Play2earn Segui la nostra guida
👌 Affidabilità ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️
💰 Integrati con Tecnologia blockchain
💻 Settore di interesse NFT e Gaming
🥇Alternative per negoziare su criptovalute eToro e Trade.com
😢 Esistono truffe: Si, molte. Segui solo siti affidabili.

Dalle informazioni poste in alto, si evince come una delle alternative per poter trattare sul comparto crypto (senza giocare) riguardi proprio broker autorizzati come eToro.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Cos’è il Play2earn

    Il Play2earn può essere descritto come una nuova rivoluzione all’interno del colossale settore del gaming. Nel corso degli ultimi 20 anni, abbiamo avuto la possibilità di assistere a numerosi cambiamenti all’interno di questo comparto, partendo dai primi giochi dinamici ed interattivi, fino ad arrivare a giochi complessi e con costi di sviluppo esorbitanti.

    In tutto ciò, la recente nascita dei NFT, aveva solamente anticipato lo sviluppo di un settore che, da lì a poco tempo avrebbe apportato novità e nuovi interessi sul mercato. Diversamente da pochi anni fa, dove gli NFT ed asset tokenizzati potevano essenzialmente essere vinti casualmente o acquistati, ad oggi tutto è cambiato.

    La presenza del Play2earn permette ai giocatori di poter giocare ed ottenere (sulla base del gioco specifico) delle vere e proprie ricompense sulla partecipazione. Un modello di business alquanto singolare, che va in questo caso ad integrare strettamente il concetto di blockchain. È proprio la blockchain a garantire l’unicità degli asset tokenizzati guadagnati dai giocatori.

    Un sistema che, ricompensando i gamer (ossia chi gioca), permette da una parte di mantenere in vita l’ecosistema di gioco stesso e dall’altra di farlo potenzialmente crescere con il passare del tempo. Come ricordato in precedenza, gli strumenti che possono essere ottenuti dai giocatori sono quasi sempre:

    • asset tokenizzati;
    • criptovalute;
    • oggetti ed NFT.

    Gli stessi possono successivamente essere scambiati all’interno del mercato, convertiti eventualmente in stablecoin e successivamente scambiati con valuta fiat reale all’interno di qualsiasi piattaforma professionale in grado di supportarli.

    Come funziona il Play2earn

    Ricollegandoci a quanto esposto in precedenza, è quindi possibile scendere nel dettaglio per comprendere il funzionamento del Play2earn (play-to-earn). Diversamente da qualche anno fa, dove i giochi P2E potevano contarsi sul palmo di una mano, ad oggi si assiste ad un vero e proprio boom.

    Nuovi giochi innovativi sono stati lanciati e continuano ad essere presentati nel settore. In tutto ciò, ogni gioco può decidere di basare il suo modello di business su ricompense e su attività differenti. In linea generale, le risorse ottenibili derivano dal superamento di missioni o da traguardi da raggiungere.

    Il funzionamento più basilare dei giochi Play2earn consiste quindi nel portare a termine degli obiettivi di gioco, ottenendo in cambio un determinato quantitativo di asset crypto (ossia di criptovalute a tutti gli effetti).

    Una seconda variante, basa invece il funzionamento sulla presenza di NFT, i quali potrebbero ad esempio rappresentare un oggetto all’interno del gioco, un avatar, un personaggio, o qualsiasi altro elemento all’interno dell’attività. Un concetto che risulta altresì interconnesso con l’ormai noto Metaverso.

    Parlare di Metaverso significa parlare di un ambiente completamente virtuale, all’interno del quale utenti collaborano in modo digitalizzato per la crescita dello stesso, integrando attività quotidiane, di gaming, di visione mostre, spettacoli e tanto altro.

    In ultimo, non per importanza, troviamo la categoria di giochi Play2earn basata sulla possibilità di mettere in Stake i propri asset crypto (o Non Fungible Token), ottenendo in modo parallelo possibili ricompense sulla base di quanto immobilizzato. Trattasi del cosiddetto staking, ossia il congelamento di risorse per un determinato periodo di tempo.

    Alternative al Play2earn

    Come ricordato nel corso dell’introduzione, il Play2earn non rappresenta l’unica soluzione per poter ad oggi ottenere o trattare su asset crypto. Un metodo diretto per poter negoziare sulle principali criptovalute al mondo vede la presenza dei migliori broker online.

    Trattasi di piattaforme specializzate ed autorizzate, che permettono di aprire ordini su asset crypto anche tramite strumenti derivati, ossia contratti per differenza. I contratti per differenza, sono specifici strumenti derivati, volti a replicare l’andamento dell’asset sottostante.

    È ad esempio possibile negoziare sul CFD del Bitcoin, Ethereum, Maker, Curve, 1inch, Enjin Coin e così via, senza andare ad acquistare alcuna criptovaluta in modo fisico e diretto. In altri termini, non vi è alcun bisogno di dotarsi di wallet e di portafogli di archiviazione digitale.

    Per via delle loro stesse caratteristiche, i CFD permettono di aprire due tipologie di posizioni:

    • posizione al rialzo (detta anche di acquisto);
    • posizione al ribasso (detta anche di vendita).

    Che si tratti della prima o della seconda opzione, i contratti per differenza vengono messi a disposizione da broker specializzati. A seguire due piattaforme di trading professionali, da anni conosciute nel settore del trading online su criptovalute.

    eToro per negoziare su asset crypto

    eToro (qui la pagina ufficiale) può considerarsi uno dei broker più solidi e rinomati al mondo, con oltre 8 anni di esperienza all’interno del settore. Nel corso del tempo ha aggiunto numerosi servizi all’interno della propria piattaforma, che resta in ogni caso rapida e semplice da gestire.

    A tal riguardo, permette di aprire posizioni anche sul comparto delle criptovalute, integrando un database completo, con oltre 40 criptovalute. La presenza dei CFD, permette di aprire posizioni sia al rialzo che al ribasso (ossia tramite vendita allo scoperto).

    Ecco come si mostra il Bitcoin presente sulla piattaforma eToro:

    Bitcoin su eToro

    Scopri qui eToro

    A rendere unico nel suo genere il broker, al di là dei servizi integrativi e di supporto per gli utenti, troviamo spread bassissimi sugli scambi e la presenza di un pratico account demo gratuito e che non richiede alcun obbligo di deposito iniziale.

    A risultare rilevante, per tutti i trader registrati, troviamo il Copy Trading, ossia una funzione presente sulla piattaforma ormai da molti anni, affinata nel corso del tempo e basata su un un meccanismo unico nel suo genere.

    • gli utenti registrati possono selezionare trader reali all’interno dell’apposita sezione;
    • avviando il Copy Trading potranno così ottenere le medesime transazioni a mercato;
    • la funzione può essere testata anche tramite conto di prova gratuito.

    Clicca qui per scoprire eToro ed il Copy Trading

    Trade.com per negoziare su asset crypto

    Un secondo broker storico, che ha avuto la capacità di incrementare la propria quota di mercato all’interno del settore del trading online crypto, è Trade.com (qui la pagina ufficiale).

    Rappresenta un operatore innovativo e di ultima generazione, con una piattaforma altamente semplificata e che può essere gestita sia tramite la pratica sezione web desktop, sia tramite l’applicazione per dispositivi mobili (scaricabile su tutti gli store a costo zero).

    Il comparto delle criptovalute disponibile è costantemente aggiornato e va ad integrare sia asset storici che asset nati nel corso degli ultimi mesi. A seguire, ecco come si mostra il CFD sul Bitcoin presente sulla piattaforma Trade.com:

    Bitcoin su Trade

    Scopri qui Trade.com

    Essendo uno dei broker più professionali al mondo, integra al suo interno una serie di strumenti di supporto e servizi integrativi, considerati un valore aggiunto fondamentale non soltanto per traders professionisti, quanto anche per trader alle prime esperienze.

    Seguono una serie di altre caratteristiche sulla piattaforma:

    • account demo, che non ha alcun obbligo di deposito iniziale;
    • sezione formativa su numerosi concetti di trading;
    • grafici in tempo reale su tutti gli asset di negoziazione;
    • assistenza professionale;
    • applicazione gratuita per dispositivi mobili.

    Clicca qui per scoprire Trade.com ed il comparto crypto

    Play2earn: Giochi crypto e NFT

    Arrivati a questo punto, è possibile entrare nel dettaglio ricordando alcuni dei principali giochi Play2earn nati nel corso degli ultimi tempi e conosciuti in molte parti del mondo.

    Ogni gioco può basare le proprie missioni su aspetti differenti ed al contempo mettere a disposizione ricompense diverse sulla base del proprio modello di business. In ogni caso, ad accomunare tutti i giochi Play2earn è proprio la tecnologia blockchain.

    Gli stessi giochi, per poter essere costruiti, necessitano di tecnologie blockchain all’avanguardia e di ultima generazione. Un settore che ha visto, oltre alla presenza di tecnologie blockchain storiche come Ethereum, la nascita di molte altre tecnologie competitor (si pensi a Binance Smart Chain).

    Seguono 2 realtà sul gaming crypto ed NFT:

    • il Play2earn di Funganomics;
    • il Play2earn di Axie;

    Play2earn di Funganomics

    Una delle novità più recenti all’interno del settore Play2earn è stata proposta proprio da Funganomics. Trattasi di un ecosistema innovativo, volto a promuovere la costruzione e la nascita di progetti basati su gaming ed NFT.

    Nelle prime settimane del mese di dicembre, aveva ufficializzato la presentazione di nuovi personaggi interattivi in riferimento al proprio gioco Funganomics Ultimate Showdown, conosciuto dai più appassionati con la sigla FUS.

    Trattasi di un gioco basato sul combattimento di determinati personaggi, integrati ovviamente all’interno dell’ecosistema. I giocatori interessati, come esposto dalla stessa pagina ufficiale, dovranno quindi affinare le proprie abilità di gioco per riuscire ad ottenere ricompense.

    Il rilascio in dorp dei nuovi personaggi di Funganomics va così ad anticipare una prima fase legata alla piattaforma, che ha in mente di proporre tantissimi progetti nel divenire, pienamente incentrati sul mondo dei Non Fungible Token e della blockchain.

    Play2earn di Axie

    Proseguendo con gli esempi, un secondo gioco Play2earn, in questo caso nato già da diversi mesi e con una considerevole quota di mercato (soprattutto nelle Filippine), è Axie Infinity.

    Trattasi di un vero e proprio mondo fantastico, incentrato sul possesso e sull’interazione di alcuni personaggi animati. Per poter partecipare al gioco è quindi in primo luogo necessario dotarsi di una squadra composta da tre Axie (ossia mostriciattoli).

    Gli stessi possono essere acquistati in modo diretto all’interno della piattaforma ed alcuni degli stessi hanno avuto la capacità di raggiungere prezzi colossali rispetto ai valori visti durante le prime fasi di lancio del progetto.

    I partecipanti al gioco, possono scegliere fra diverse modalità di partecipazione. Quelle più comuni sono la modalità PvP e la modalità PvE. Sulla base delle attività di gaming, le ricompense ottenute dal Play2earn (Axie Infinity Shards, ossia AXS, oppure Smooth Love Potions, ossia SLO) possono essere scambiate e vendute.

    Play2earn: Cash out

    Uno dei principali obiettivi di un giocatore di Play2earn, al di là del divertimento che un gioco potrebbe portare, riguarda il cosiddetto cash out, ossia la conversione dei premi ottenuti in valute reali, quindi in valute fiat.

    Come anticipato in precedenza, le ricompense associate ai giochi play-to-earn possono riguardare criptovalute, asset tokenizzati, o ancora NFT. Trattasi di strumenti che, grazie alla presenza di exchange professionali e piattaforme online possono essere venduti o scambiati.

    Parlare di cash out può quindi riferirsi a due aspetti principali. Da una parte la vendita diretta (ad esempio di NFT), con successivo ottenimento di criptovalute e riconversione delle stesse in valuta fiat e dall’altra la conversione diretta di asset crypto in stablecoin e poi in valuta tradizionale.

    Play2earn: Rischi

    Aspetti, quelli esposti in precedenza, che devono in ogni caso far riferimento e prendere in considerazione anche gli aspetti sui rischi associati alle attività di Play2earn.

    In primo luogo, essendo giochi basati molto spesso sulla competizione, vengono richiesti capitali ed investimenti iniziali per poter partecipare al gioco. Tutto ciò per comprare personaggi, acquistare specifiche potenzialità ed upgrade, così come oggetti tokenizzati e molto altro.

    In secondo luogo, un rischio diretto fa altresì riferimento alla volatilità ed imprevedibilità sul valore ed andamento delle eventuali criptovalute ottenute in premio. Volatilità che non può mai essere prevista con certezza all’interno del mercato delle criptovalute, in riferimento a qualsiasi asset crypto.

    Play2earn

    Conclusioni sul Play-to-earn

    Giunti al termine del nostro esposto, è bene tenere a mente come il settore Play2earn rappresenti ancora un comparto relativamente nuovo, nato nel corso degli ultimi anni e volenteroso di crescere nel divenire.

    Diversamente dal passato (tornando indietro di pochi anni), ad oggi si contano centinaia di ecosistemi gaming integrati con la nota tecnologia blockchain. Tecnologia che ha permesso la nascita di realtà in play-to-earn di ultima generazione, associate al mondo NFT e crypto.

    Comparto crypto che, come ricordato nel corso dell’approfondimento, vede in ogni caso la presenza di alternative dirette per poter negoziare e scambiare su criptovalute, tramite broker autorizzati e regolamentati nel settore crittografico mondiale.

    Piattaforma: etoro
    Deposito Minimo: 50€
    Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    72,30% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

    Domande Frequenti

    A cosa servono i giochi Play2earn?

    I giochi Play2earn permettono ai giocatori, ossia a chiunque sia intenzionato ad iniziare l’attività di gioco, di ottenere possibili ricompense e premi sulla base delle attività e dei traguardi ottenuti.

    Cosa sono i Play to earn iOS ed i Play to earn Android?

    Oltre a mette a disposizione le attività di gioco tramite la tipica modalità web desktop (ossia utilizzando un computer ed una connessione ad Internet), molti ecosistemi stanno proponendo giochi anche per dispositivi mobili, sia per iOS che per Android.

    Quali sono i giochi Play2earn?

    All’interno del nostro articolo abbiamo avuto modo di visionare alcune delle ultime proposte inserite nel settore Play2earn. Maggiori info all’interno dell’approfondimento.

    Quali alternative al Play2earn?

    Ad oggi è possibile scambiare e negoziare su asset crypto storici (così come di nuova generazione) attraverso broker professionali ed autorizzati. Maggiori dettagli all’interno del nostro articolo.

    Il nostro punteggio
    Clicca per dare un punteggio!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Sull'autore

    Francesco

    Lascia un Commento