News

Peter Schiff sul Bitcoin: è ora di vendere BTC

Le esposizioni di Peter Schiff sul Bitcoin sono da sempre state negative, o almeno nel corso degli ultimi tempi. Anche quando la criptovaluta avrebbe potuto mostrarsi in controtendenza, l’esperto economista aveva le idee molto chiare sulle prima criptovaluta per capitalizzazione di mercato.

Idee che sarebbero state esposte più e più volte nel corso di interviste, o in semplici dichiarazioni da parte del professionista. Il periodo non è di certo dei migliori e si può sicuramente affermare che anche il Bitcoin non si trova ai suoi punti di massimo, o in prossimità degli stessi.

Nei mesi precedenti, l’uomo aveva avvertito di come il Bitcoin si stesse dirigendo su quote molto più basse rispetto a quelle attuali. Un’avvertimento che ha in ogni caso messo subito in allerta appassionati ed investitori del mercato crittografico, soprattutto sul BTC.

Quali sono state le ultime considerazioni? Vediamo di approfondirle nel dettaglio, non prima di averti ricordato che il Bitcoin, assieme a tutte le altre criptovalute ad elevato market cap, siano disponibili su broker degni di nota, del calibro di eToro.

Con lo stesso puoi attuare strategie di acquisto dirette, sull’asset sottostante, oppure agire comodamente con strumenti derivati (ossia contratti per differenza), senza il bisogno di possedere alcun asset in modo fisico e “reale”.

Clicca qui per registrarti su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Peter Schiff sul Bitcoin: ecco le sue considerazioni

Nella giornata di martedì, è stato possibile assistere ad un nuovo e singolare esposto di Peter Schiff sul Bitcoin. Questa volta ha utilizzato direttamente il suo account ufficiale su Twitter per avvertire la comunità ed i suoi follower sulle possibili sorti del Bitcoin.

Più nello specifico, avrebbe avvertito gli investitori in merito ai possibili pericoli legati all’investimento sul Bitcoin. Ha ad esempio indicato come falso fondo la tendenza della criptovaluta sul livello dei 20.000 dollari, che di recente era tuttavia stata persa, mostrando quote sotto i 19.000 dollari.

Ha inoltre indicato che il periodo attuale non sia adatto all’acquisto di Bitcoin, poiché il prezzo potrebbe subire nuove discese. Il consiglio esposto, già più volte anche in passato, era quello di vendere i propri possedimenti in BTC, quantomeno per limitare ipotetici danni.

Prendendo le testuali parole dell’economista, Schiff avrebbe affermato:

“I mercati raramente danno agli investitori molto tempo per comprare il fondo. #Bitcoin è stato scambiato vicino ai 20.000 dollari negli ultimi 12 giorni. È più probabile che i 20.000 dollari si riveleranno un fondo falso, dando ai non acuti tutto il tempo di salire a bordo di una nave che affonda. Meglio abbandonare la nave prima che il fondo scenda.”

A pesare maggiormente sulle sorti della criptovaluta più capitalizzata al mondo, ci sarebbe secondo Schiff l’elevata concorrenza. Ad oggi più di 21.000 criptovalute competono in un mercato frenetico e saturo. Seppur il Bitcoin sia sempre il Bitcoin, l’influenza del numero è presente.

Considerazioni che possono vedersi anche sotto l’aspetto della dominance sull’intero mercato. La stessa sarebbe in effetti passata dal circa 90% più di due anni fa, a meno del 50% al momento di questa stesura.

Note finali

Al di là delle considerazioni di Peter Schiff sul Bitcoin, in un contesto di mercato così singolare, con un livello alto di volatilità, è importante imparare ad esaminare in autonomia il proprio asset crypto di interesse (che sia il Bitcoin, l’Ethereum, o qualsiasi altro token).

Per fare ciò, puoi avvalerti dei comodi strumenti messi a disposizione dai migliori broker online. Uno dei più importanti è il grafico in tempo reale, che ti permette sempre di constatare, secondo dopo secondo, in che modo l’asset si sta muovendo sul mercato.

Le migliori piattaforme, come ad esempio eToro, erogano altresì tantissime altre informazioni, come ad esempio il volume di scambio nelle 24 ore, il livello di capitalizzazione di mercato e molto altro ancora (sempre con dati veritieri ed aggiornati).

Dopo aver effettuato i tuoi studi e le tue analisi, puoi decidere di attuare diverse tipologie di strategie. Puoi ad esempio comprare Bitcoin in modo reale, agendo sull’asset sottostante, oppure negoziare anche al ribasso, con CFD, ossia con vendita allo scoperto.

Con eToro benefici di una gestione semplificata (anche tramite applicazione), di assistenza professionale a tutte le ore, di spread bassissimi sugli scambi, di una ricca sezione formativa e di un ottimo account demo illimitato e senza obbligo di deposito.

Clicca qui per ottenere un conto su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento