News

Novità su Cardano: Perché si attende il 17 marzo?

Nel corso degli ultimi mesi abbiamo più volte avuto modo di soffermare l’attenzione sulle novità su Cardano, che ricordiamo essere uno dei progetti crypto più ambiziosi e rivoluzionari, associati ad una delle criptovalute (ossia ADA) a capitalizzazione elevata.

Nonostante negli ultimi mesi si sia assistito ad un valore di Cardano molto lontano rispetto ai suoi storici punti di massimo, l’ecosistema continua attivamente ad essere analizzato e tenuto sott’occhio da esperti ed analisti. Tutto ciò anche in virtù del fatto che Cardano, ormai da molto tempo, continua di anno in anno a portare avanti la propria roadmap, mostrando sviluppi interessanti e non da poco per il suo ecosistema di riferimento.

Una delle ultime notizie, fortemente ancorate a Cardano, vede ad esempio l’interazione fra il progetto crypto e la nota iniziativa Project Catalyst, che avremo modo di approfondire nel corso delle righe successive.

Prima di iniziare, ricordiamo come lo stesso Cardano (ADA), inteso in questo caso come asset crypto, risulti listato all’interno di broker autorizzati e regolamentati, come ad esempio eToro: broker con più di 42 criptovalute supportate e con una piattaforma semplice da gestire e con tante funzionalità interne.

Novità su Cardano e l’iniziativa Project Catalyst

Ricollegandoci a quanto esposto in precedenza sulle novità su Cardano, Project Catalyst viene considerata un’iniziativa trimestrale, volta a supportare attivamente le proposte dei migliori sviluppatori. In tutto ciò, il Tesoro Cardano, proporrà un’allocazione pari a 16 milioni di dollari, precisamente per il Fondo 8.

Tornando indietro di qualche tempo, è rilevante considerare come il Fondo 7 (quindi quello precedente) abbia avuto la capacità di finanziare circa 269 progetti interessanti e di ultima generazione, grazie alla messa a disposizione di un plafond pari a ben 8 milioni di dollari.

Visto il raddoppio sul Fondo 8, anche il numero dei nuovi progetti per il trimestre da finanziare potrebbe così risultare maggiore rispetto a quello precedente. Da ricordare, come sin dalla sua fondazione, il fondo abbia avuto modo di crescere ad ogni trimestre, diventando ad oggi uno dei più grandi fondi decentralizzati per l’innovazione nel mondo.

Tornando al titolo del nostro esposto, la data del 17 marzo coincide con la chiusura della campagna per poter partecipare ai finanziamenti. Una data che, secondo i maggiori esperti ed analisti del settore, risulterebbe da tenere sott’occhio in relazione al valore della criptovaluta del progetto (ossia ADA).

L’ecosistema punta infatti sin dalla sua nascita sulla propria comunità e sull’importanza nel supportare iniziative e sviluppatori meritevoli di aiuto (in questo caso di finanziamenti per i propri progetti). Parlando del valore di Cardano, il rally mostrato nella giornata del 28 febbraio era stato successivamente sostituto da un ribasso in percentuale.

Dal primo marzo, quando il valore di Cardano segnava quote pari a circa 0,96 dollari per unità, la criptovaluta aveva registrato flessioni in diminuzione sul proprio grafico di riferimento, arrivando anche su livelli pari a circa 0,83 dollari nella giornata del 6 marzo. Valori ancora lontani rispetto ai punti di massimo storici mostrati in passato dalla criptovaluta.

Conclusioni

Alla luce di ciò, continueremo a tenere sotto controllo l’evolversi della situazione, soprattutto durante la giornata del 17 marzo (ossia fra 10 giorni). Il valore di Cardano (ADA) può essere constatato anche all’interno di broker e piattaforme di ultima generazione, che ne permettono lo scambio e la negoziazione.

Uno dei broker più professionali, ad averlo integrato in tempi record, è proprio eToro (qui la pagina ufficiale) ricordato in precedenza. È un broker pienamente regolamentato nel nostro territorio e che permette, anche tramite strumenti derivati, di negoziare su decine di asset.

La sezione crypto risulta sempre costantemente aggiornata e per tutte le criptovalute supportate troviamo sempre dinamici grafici in tempo reale. Puoi sempre decidere di iniziare con un comodo account demo, ossia una simulazione a tutti gli effetti, basata su capitali virtuali aggiunti dalla piattaforma.

La presenza dei CFD, permette ai trader (su tantissimi strumenti disponibili) di poter aprire sia posizioni al rialzo che posizioni al ribasso. Si ricordano inoltre una serie di funzionalità uniche nel loro genere, come ad esempio:

  • Copy Trading, ossia un sistema che permette di ottenere le stesse operazioni e strategie di reali Popular Investor, dopo averli selezionati accuratamente nell’apposita sezione;
  • Smart Portfolios, ossia panieri collettivi di asset, sui quali è possibile allocare proprie risorse;
  • Sezione formativa, con una delle accademie più professionali nel settore;
  • Possibilità di gestire le attività di Trading crypto anche tramite la pratica applicazione per dispositivi mobili.

Clicca qui per ottenere un conto gratuito su eToro

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento