Guide

Non-Fungible Token [Cosa sono i NFT] Guida 2021

Se di recente ti sei imbattuto nella sigla “NFT”, è bene che tu sappia come la stessa indichi “Non-Fungible Token”, ossia dei nuovi strumenti online, associati al settore delle criptovalute, ma con notevoli elementi distintivi e caratteristiche singolari. Nonostante siano presenti ormai da molto tempo, soltanto negli ultimi mesi hanno iniziato a riscontrare interessi ed attenzioni.

Essendo da sempre un punto di riferimento importante nel settore, ma soprattutto attenti alle novità che si presentano giorno dopo giorno, abbiamo deciso di approfondire, scoprendo tutta la verità sui Non-Fungible Token. Nel corso dei prossimi paragrafi focalizzeremo l’attenzione sulla loro nascita, sulla loro presenza all’interno del mercato e soprattutto sul loro funzionamento.

Prima di iniziare, teniamo a precisare come gli stessi NFT non rappresentino delle reali criptovalute, con un proprio grafico ed un proprio andamento. Di contro, ogni Non-Fungible Token possiede un proprio valore, che può essere differente rispetto a quello di un altro, rendendolo unico ed esclusivo sul mercato. Cosa differente è invece parlare di criptovalute vere e proprie, come ad esempio Bitcoin, Ethereum, Ripple e così via, le quali possono essere scambiate all’interno di piattaforme professionali.

Per completezza, presenteremo sistemi che permettano di negoziare sui principali strumenti crittografici, come ad esempio il leader eToro.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Non-Fungible Token: Cosa sono

    Nonostante i Non-Fungible Token non vengano considerati degli strumenti crittografici, il meccanismo alla base della loro struttura è molto simile a quello delle monete digitali. Si tratta di oggetti digitali, ossia non fungibili, presenti solamente attraverso canali virtuali. La caratteristica digitale, non rappresenta tuttavia l’unico elemento in comune con le criptovalute. Gli stessi Non-Fungible Token sono infatti gestiti attraverso una rete informatica e certificati da piattaforme di controllo.

    Tutto ciò fa si che ogni NFT sia unico rispetto agli altri e soprattutto non replicabile. Grazie a queste caratteristiche, i Non-Fungible Token hanno iniziato a generare notevoli interessi nel settore, creando una vera e propria corsa per accaparrarsi l’oggetto virtuale più raro, o richiesto da tutti. Ma cosa rende ogni NFT unico nel suo genere? Proprio la presenza di un certificato, ossia di un codice che attesti l’originalità dell’oggetto Tokenizzato. Pensandoci bene, il funzionamento di un Token è strettamente associato ad un codice informatico, scritto all’interno di una blockchain.

    Essendo legati a sistemi blockchain, risulta facilmente intuibile se un determinato Non-Fungible Token sia originale o meno. In altri termini, all’interno del certificato, che non rappresenta altro che una serie di informazioni in codice, è possibile associare lo stesso oggetto al creatore. Una seconda caratteristica distintiva, attiene la possibilità di poter rivendere gli stessi NFT, creando un vero e proprio mercato di scambio. Lo stesso mercato, viene gestito da specifiche piattaforme, che mettono a disposizione i Non-Fungible Token più in voga o più rari.

    Così come molti token, costruiti utilizzando strutture base di altre criptovalute, come nel caso dei token ERC-20 legati ad Ethereum, anche i NFT necessitano di una tecnologia di supporto. La quasi totalità degli stessi, viene infatti costruita tramite l’ERC-721, ideato da Dieter Shirley.

    Non-Fungible Token: Storia

    Nonostante lo sviluppo dei Non-Fungible Token sia esploso solamente nel corso degli ultimi mesi, le idee base e la presenza degli stessi, seppur in forma minore, potevano essere visionate già nel 2017. Le tecnologie e gli standard ERC721, venivano allora utilizzati per creare dei veri e propri personaggi stilizzati, in versione digitale, associati a diversi videogiochi. Uno dei più virali, che aveva fin da subito raccolto migliaia di giocatori, fu CryptoKitties.

    Lo stesso, metteva a disposizione simpatici gattini virtuali, unici nel loro genere e diversi gli uni dagli altri, che venivano messi a disposizione sotto forma di NFT. Lo stesso settore ha successivamente continuato a crescere, abbracciando diversi mercati trasversali. Oltre al comparto dei videogiochi, che aveva permesso a numerose compagnie di raccogliere capitali considerevoli, anche grandi brand avevano iniziato a vedere nei Non-Fungible Token un concreto potenziale.

    Non pochi anni fa, la stessa Nike, famosa azienda di scarpe ed abbigliamento sportivo, aveva visto la nascita delle CryptoKicks, ossia delle sneaker Tokenizzate, basate su una struttura blockchain ed una propria unicità. Con il passare del tempo, gli NFT sono stati lentamente associati a numerosi oggetti, nonché a qualsiasi cosa potesse essere digitalizzata. Può ad esempio citarsi una GIF, un video, una traccia musicale, un meme, o addirittura un semplice post o tweet.

    Ultimamente, ha fatto molto discutere la vendita di alcuni brevi video messi in vendita attraverso NBAtopshot, attinenti azioni effettuate da campioni del basket, aggiudicante per migliaia di dollari. Può ben intuirsi, come lo stesso mercato abbia subito crescite colossali nell’arco di pochissimi anni e di come sempre più piattaforme NFT stiano nascendo all’interno del web. Numerosi personaggi famosi, hanno altresì avuto la possibilità di provare a vendere un proprio post o autografo digitale, per migliaia di dollari.

    Non-Fungible Token VS Criptovalute

    Adesso che abbiamo finalmente compreso la nascita, la storia e lo sviluppo degli NFT, risulta possibile evidenziare le principali differenze rispetto agli strumenti crittografici. Abbiamo così individuato alcuni punti da poter tenere a mente:

    • Unicità: diversamente dalle criptovalute, che vengono emesse o minate in quantità variabili, dove ogni moneta può effettivamente essere sostituita con un’altra, gli NFT possiedono un valore unico ed inimitabile. Prendendo come esempio una clip tokenizzata, è intuibile come la stessa non possa avere copie o altre clip identiche.
    • Mercati separati: nonostante basino entrambi le fondamenta su concetti di rete, di digitalizzazione, ma soprattutto di blockchain, almeno per adesso le criptovalute ed i Non-Fungible Token appartengono a due mercati differenti. In altri termini, all’interno dei principali exchange mondiali non risulta ancora possibile acquistare NFT. Viceversa, determinate piattaforme per NFT, non danno la possibilità di comprare criptovalute.
    • Andamento e quotazione: come intuito nel corso della guida, ogni NFT può essere acquistato e successivamente venduto. Tutto ciò rende i Non-Fungible Token strumenti con un proprio valore, che può essere deciso anche all’interno di vere e proprie aste. D’altro canto, molti NFT vengono definiti opere d’arte. Differentemente da ciò, le criptovalute possiedono una propria quotazione ed un proprio andamento dettato dalla domanda e dall’offerta.

    Anche le modalità di acquisto fra i due strumenti risultano differenti, approfondiamole qui di seguito.

    Dove comprare Non-Fungible Token

    Come anticipato in precedenza, il sistema di acquisto di un Non-Fungible Token è differente rispetto al sistema di acquisto di criptovalute. In modo particolare, i NFT possono essere acquistati all’interno di piattaforme specializzate in Non-Fungible Token, in grado quindi di certificare la vendita e la provenienza, o in alternativa attraverso piattaforme di nicchia, come ad esempio quella attinente l’NBA.

    Nel settore dei Non-Fungible Token, infatti, molte piattaforme hanno preferito focalizzare l’attenzione solamente su un determinato comparto, come ad esempio quello dei meme, quello dei video, quello della musica e così via, altri ancora permettono di comprare e scambiare NFT in modo diversificato.

    Diversamente da tutto ciò, per comprare criptovalute risulta necessario fare affidamento a piattaforme professionali. Oltre alla presenza di scambiatori puri, che permettono di acquistare strumenti crittografici in modo diretto (ossia con un loro possesso all’interno del portafoglio), risulta possibile esporre una seconda metodologia. Si tratta degli strumenti derivati, nello specifico contratti per differenza, che hanno completamente rivoluzionato il settore delle negoziazioni online.

    I contratti per differenza permettono di negoziare sulle principali criptovalute mondiali, come ad esempio Bitcoin, Ripple, Ethereum, Litecoin e così via, senza tuttavia doverle possedere in modo fisico. Tutto ciò basandosi solamente su repliche dell’andamento, avendo così l’opportunità di attuare diverse strategie sulla base delle proprie analisi. In altri termini, i CFD danno la possibilità di aprire due posizioni:

    • Posizione al rialzo, ipotizzando aumenti sul prezzo.
    • Posizione al ribasso, ipotizzando diminuzioni sul prezzo.

    A permettere tutto ciò, la presenza di piattaforme di trading professionali, messe a disposizione da broker regolamentati ed in possesso delle dovute autorizzazioni. Una delle più complete, presente da anni all’interno del settore del trading su criptovalute, è eToro (clicca qui per la pagina ufficiale).

    eToro

    Una delle principali caratteristiche distintive, a rendere eToroun broker diverso dalla concorrenza, attiene la presenza di un vasto database di strumenti finanziari. Fra i diversi comparti messi a disposizione, è possibile individuare quello delle criptovalute, attinente non solo valute digitali storiche, ma anche assets crittografici di nuova generazione, aggiunti nel corso del tempo dalla piattaforma.

    Per ogni singolo strumento, viene data la possibilità di visionare l’andamento in tempo reale, attraverso un comodo grafico interattivo, nonché la possibilità di utilizzare numerosi indicatori matematici e statistici direttamente sullo stesso. In tutto ciò, ogni utente ha la possibilità di iniziare comodamente tramite un conto di prova, ossia basato su capitali virtuali. Lo stesso account demo non richiede alcun obbligo di deposito iniziale e viene messo a disposizione senza limiti di tempo.

    Un’ulteriore funzione unica nel suo genere, attiene il Copy Trading. Ecco il suo funzionamento in 3 semplici punti:

    • Si accede sul proprio account, all’interno della pagina ufficiale eToro
    • Si individuano i migliori Popular Investors
    • Avviando la copia, si ha la possibilità di ottenere le medesime operazioni strategiche effettuate dai professionisti, senza nessun costo aggiuntivo

    Scopri qui eToro

    Non-Fungible Token: Opinioni

    Effettuando semplici ricerche online, è possibile imbattersi in diverse opinioni sui Non-Fungible Token. Il mondo dei NFT è ancora considerato nuovo e nel corso dei prossimi anni sarà possibile constatare se gli stessi strumenti riusciranno a creare o meno un proprio mercato solido e controllato. Per adesso a parlare sono soprattutto i numeri sulle vendite, i diversi progetti lanciati e le numerose piattaforme di vendita proposte negli ultimi due anni.

    Ci si chiede se lo stesso fenomeno rappresenti solamente un mercato passeggero, o se riuscirà a diventare rilevante come quello delle criptovalute. Tornando indietro di qualche anno, in pochi avrebbero immaginato che il settore crittografico avesse ottenuto i traguardi di oggi e capitalizzazioni totalitarie così elevate. Contrariamente dal passato, i Non-Fungible Token possono tuttavia contare su nuovi ideali tecnologici e sulla presenza del processo di digitalizzazione, ormai diventato fondamentale in molti settori.

    Leggi anche: USD Coin, BCHSV

    Conclusioni

    Giunti alle conclusioni della nostra guida è arrivato il momento di tirare le somme. Esaminando attentamente la storia e la nascita dei NFT, si è evinto come gli stessi risultino presenti nel mercato e nel settore delle blockchain già da molti anni. Nonostante ciò, la loro stessa crescita esponenziale è stata vista solamente di recente, dopo che alcuni Non-Fungible Token sono stati battuti e venduti per centinaia di migliaia di dollari.

    Proseguendo nella nostra analisi, abbiamo successivamente potuto esporre le principali tecnologie alla base dei NFT, considerati molto vicini al settore crittografico, ma allo stesso tempo con numerose caratteristiche differenti. La presenza della tecnologia blockchain, della valenza da prodotti digitalizzati e di un mercato innovativo, fortemente associato alla tecnologia moderna, hanno rappresentano tuttavia elementi in comune con le monete digitali.

    Evidenziando anche le differenze, abbiamo ricordato come l’acquisto dei Non-Fungible Token e l’acquisto di criptovalute rappresentino due processi distinti, dettati anche dalla presenza di diversi canali di vendita ed intermediari. Quanto agli strumenti crittografici, è possibile ricordare la presenza di innovativi strumenti di scambio, chiamati CFD, messi a disposizione da broker autorizzati come eToro.

    Piattaforma: etoro
    Deposito Minimo: 200€
    Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Domande frequenti sui Non-Fungible Token

    Cosa sono i Non-Fungible Token?

    I Non-Fungible Token rappresentano degli oggetti Tokenizzati, ossia digitalizzati grazie alla presenza della tecnologia blockchain e meccanismi crittografici. La stessa digitalizzazione può far riferimento ad oggetti, a video, a tracce musicali e molto altro.

    Dove comprare Non-Fungible Token?

    I Non-Fungible Token possono essere acquistati all’interno di piattaforme professionali, specificatamente adibite allo scambio di NFT. Molte società rinomate, hanno lanciato la propria piattaforma per permettere di comprare propri oggetti Tokenizzati NFT.

    I Non-Fungible Token sono criptovalute?

    All’interno della nostra guida completa abbiamo esposto tutte le differenze fra una criptovaluta tradizionale, come ad esempio Bitcoin, Ethereum, Ripple e così via ed un Non-Fungible Token [NFT].

    Quali differenze fra NFT e criptovalute?

    Una delle differenze esposte nel nostro approfondimento ha riguardato le differenze fra il processo di acquisto di criptovalute e quello di acquisto dei Non-Fungible Token. Per le criptovalute, si ricorda altresì la possibilità di negoziare tramite moderni strumenti derivati, messi a disposizione dai migliori broker online.

    Il nostro punteggio
    Clicca per dare un punteggio!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Sull'autore

    Francesco

    Lascia un Commento