News

Mike McGlone su Bitcoin: speranze rialziste

Pubblicato: 7 Ottobre 2022 di Anna Fazio

L’ultimo rapporto di Bloomberg sulle prospettive crittografiche ha parlato di Bitcoin con un tono piuttosto ottimista. Mike McGlone, Senior Commodity strategist di Bloomberg Intelligence, ritiene che il resto di quest’anno vedrà il Bitcoin aumentare e sovraperformare “la maggior parte dei principali asset”.

Prima di proseguire con l’analisi, ti consigliamo di comprare bitcoin usando solo piattaforme sicure e legali come eToro, in cui aprire un conto reale è semplice e bastano solo 50 €. Oltre a questo avrai anche la funzionalità demo e copytrading.
Clicca qui per ottenere un conto su eToro

L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Mike McGlone su Bitcoin: “potrebbe aver raggiunto il suo punto più basso”

Parlando nel contesto delle materie prime, che secondo lui è l’unica asset class principale a salire nella prima metà del 2022, McGlone ha insinuato che Bitcoin potrebbe aver raggiunto il suo punto più basso, visto che le materie prime hanno raggiunto il picco. 

“Quando la marea economica in calo si trasforma, vediamo la propensione a riprendere la propensione per Bitcoin, Ethereum e Bloomberg Galaxy Crypto Index a sovraperformare la maggior parte delle principali attività”, ha aggiunto McGlone. 

Lo stratega ha inoltre citato gli aumenti dei tassi di interesse da parte delle banche centrali di tutto il mondo, spiegando che questa mossa spingerebbe le persone verso Bitcoin come un “asset al riparo dal rischio”, proprio come l’oro e i titoli del tesoro statunitensi. 

Gli aumenti dei tassi di interesse, insieme al crollo dell’offerta di moneta globale, stanno esercitando pressioni al ribasso su asset come materie prime e titoli tecnologici. Parlando di dati storici, McGlone ha affermato che ottobre è stato il mese migliore per Bitcoin sin dal 2014, con una media di guadagni di circa il 20%.

Una rapida occhiata al grafico BTC/USD rivela che il mese di ottobre è stato effettivamente rialzista per la criptovaluta di riferimento dal 2014, con la maggior parte delle candele sul periodo di 1 mese che sono verdi. 

Secondo McGlone, Bitcoin sta attualmente dimostrando la sua volatilità più bassa in assoluto rispetto al Bloomberg Commodity Index. L’ultimo trimestre del 2022 potrebbe vedere un buon rendimento di Bitcoin dato il picco dei prezzi delle materie prime. 

I dati pubblicati dalla ricerca Kaiko hanno affermato che, secondo le tendenze macro, la correlazione di Bitcoin con l’oro è attualmente la più alta in un anno. Ci sono diverse ragioni per questa correlazione. Il primo è il rafforzamento del dollaro USA grazie ai ripetuti rialzi dei tassi di interesse, che ha solo avvicinato BTC e oro. Inoltre, di fronte al conflitto russo-ucraino, l’oro non è riuscito a fungere da “bene rifugio” su cui gli investitori fanno affidamento per preservare il capitale in tempi di disordini economici. 

Data l’elevata correlazione tra BTC e oro, la criptovaluta di punta è ora vista come un’alternativa. Al momento in cui scriviamo, Bitcoin veniva scambiato a $ 20.093, in aumento dell’1,08% rispetto al 5 ottobre. 

Considerazioni finali

In conclusione, come sempre, desideriamo ricordarti che per investire in bitcoin, eToro rimane la soluzione più affidabile. Si tratta, infatti, di un broker completamente legale che possiede le licenze delle istituzioni finanziarie ufficiali europee, e inoltre:

  • ha spread bassi;
  • dispone di un conto demo gratuito per provare la piattaforma con denaro virtuale;
  • presenta la funzione di CopyTrading per copiare gli investitori più adatti a te.
Iscriviti subito su eToro cliccando qui

L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

 

 

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Anna Fazio

Laureata all'Università di Milano in Economia e Commercio, mi occupo principalmente di articoli sulle criptovalute.

Lascia un Commento