News

Valute digitali: Microsoft si schiera con le autorità di regolamentazione

Con Facebook che lavora al suo progetto di valuta digitale Diem, precedentemente noto come Libra, l’idea di un’entità privata che emette valuta non è piaciuta a molti regolatori finanziari. La maggior parte di loro credeva che la stablecoin privata potesse essere una minaccia per i mercati finanziari e per il fiat. Proprio recentemente, Brad Smith, in servizio come presidente di Microsoft, si è schierato con le autorità di regolamentazione su questo argomento in una conferenza ospitata dalla Bank for International Settlements.

Prima di procedere ad affrontare la notizia, è bene ricordare che è possibile negoziare tutte le criptovalute, in maniera sicura su piattaforme certificate come eToro.

Iscriviti subito su eToro cliccando qui

Microsoft: “Non siamo una banca”

Brad Smith, presidente di Microsoft, si è schierato con le autorità di regolamentazione su questo argomento in una conferenza ospitata dalla Bank for International Settlements. Secondo lui, i governi sono le uniche autorità a emettere denaro digitale poiché solo loro sono “responsabili nei confronti del pubblico e hanno sempre in mente l’interesse pubblico”, quando si tratta di “offerta di moneta”. Ha inoltre detto: “Io stesso non sono un grande fan dell’incoraggiare, chiedere o volere che partecipiamo all’emissione di valuta. Penso che il mondo sia stato servito meglio da quello che è stato un movimento nel corso dei secoli per metterlo nelle mani dei governi”.

Sebbene i regolatori rimangano scettici su Diem e sull’idea di stablecoin emesso privatamente, il progetto sta adottando nuovi approcci per lanciare la sua crittografia. Il team responsabile di Diem si prepara a lanciare una stablecoin entro quest’anno. Il loro obiettivo è “abilitare una valuta globale semplice e un’infrastruttura finanziaria che dia potere a miliardi di persone”. Prevede inoltre di ottenere una licenza tramite l’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari, o Finma. Secondo Christian Catalini, co-creatore di Diem, il progetto potrebbe supportare una transizione verso le CBDC e potrebbe avere una stretta collaborazione con le banche depositarie globali.

Tuttavia, il presidente di Microsoft ha reso piuttosto chiara l’opposizione dell’azienda a progetti come Diem di Facebook. Ha inoltre detto: “Non siamo una banca e non lo vogliamo diventare e non vogliamo competere con i nostri clienti che sono banche”.

Considerazioni finali

È interessante notare che Smith non sarebbe l’unico dirigente Microsoft a supportare le autorità di regolamentazione piuttosto che le società tecnologiche emergenti. In precedenza, il fondatore dell’azienda Bill Gates ha detto di essere “non a corto di Bitcoin” e di aver assunto una visione neutrale dell’asset crittografico. A seguito di questo commento, Gates ha anche ammesso di non essere “rialzista” su Bitcoin, all’epoca e che la sua opinione ribassista è dovuta all’elevato consumo di energia di Bitcoin.

Naturalmente continueremo a seguire l’evolversi della situazione, ma se nel frattempo desideri investire in criptovalute in maniera sicura, eToro è un broker completamente legale che possiede le licenze delle istituzioni finanziarie ufficiali europee, e inoltre:

  • presenta spread bassi;
  • non ha commissioni:
  • dispone di un conto demo gratuito per provare la piattaforma con denaro virtuale;
  • presenta la funzione di CopyTrading per copiare gli investitori più adatti a te.
Iscriviti subito su eToro cliccando qui
Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Giulia Mariotti

Lascia un Commento