News

Metaverso nel lungo periodo: cosa ci si aspetta nel futuro?

Parlare di Metaverso nel lungo periodo significa focalizzare l’attenzione sulle principali prospettive che attualmente vengo poste sui cosiddetti mondi virtuali. Trattasi di spazi digitalizzati, con particolari caratteristiche strutturali, che avremo modo di approfondire nel corso dei paragrafi successivi.

Il settore del Metaverso ha avuto modo di svilupparsi soltanto di recente, prettamente nel corso degli ultimi due anni. Lo stesso termine “Metaverso” risale tuttavia al passato, quando l’allora scrittore Neal Stephenson era stato uno dei primi a proporre questo concetto nel libro “Snow Crash”.

Da quei giorni ad oggi i mondi virtuali hanno fatto enormi passi da gigante, spinti anche dalle nuvole tecnologie informatiche, così come crittografiche e su blockchain ed intelligenza artificiale. In tutto ciò, cosa significa immergersi nel Metaverso? Ma soprattutto, quali sono le previsioni sullo stesso nel prossimo futuro?

Aspetti che avremo modo di visionare nelle righe successive, non prima di aver ricordato come attualmente, molti ecosistemi crypto, come ad esempio Sandbox, o Decentraland, con propri token interni (in questo caso SAND e MANA) siano listati suoi migliori broker online.

Uno dei più completi è eToro, che li mette entrambi a disposizione, proponendo a tutti gli utenti registrati una serie di servizi e di funzionalità (anche a costo zero), come ad esempio la possibilità di iniziare con un comodo conto demo senza alcun limite di tempo.

Metaverso: interazioni con mondi virtuali

Prima di focalizzare le attenzioni sul Metaverso nel lungo periodo, è bene partire dal principio e ricordare ai nostri lettori cosa si intenda per Metaverso (in inglese Metaverse). Lo stesso non è altro che uno spazio virtuale, che potremmo quindi definire digitalizzato e che permette a chiunque sia interessato di interagire in modo dinamico.

Per entrare all’interno di un Metaverso, è possibile utilizzare essenzialmente due strade, accomunate entrambe dalla presenza di un mondo in realtà aumentata:

  • crearsi un avatar ed entrare all’interno di un mondo virtuale tramite computer (o qualsiasi dispositivo mobile);
  • indossare specifici accessori, come ad esempio visori ed occhiali di nuova generazione, così da immergersi in prima persona in uno spazio costruito in modo digitale, che non esiste nella realtà, ma che dà effettivamente la sensazione di realismo.

In entrambi i casi, l’utente può effettuare specifiche attività (come quelle che effettua nella vita reale): guardare concerti, lavorare a progetti, effettuare attività di gaming, o addirittura visionare un negozio digitale, proseguendo con l’acquisto reale del bene dopo averlo analizzato in realtà aumenta.

In altri termini concetti inimmaginabili fino a non poco tempo fa e che hanno aperto le porte ad un nuovo settore colossale, che ha avuto la capacità di generare un considerevole interesse sul mercato, anche grazie alla nascita di ecosistemi quali Decentraland, The Sandbox, così come la stessa Meta (ex gruppo Facebook).

Metaverso nel lungo periodo: prospettive future

Quello del Metaverso è un settore nato da pochissimo tempo. Risulta in ogni caso possibile parlare delle possibili prospettive future associabili allo stesso.

Nel corso del 2021, così come dei primi mesi del 2022, tantissime aziende rinomate, dal calibro di Adidas, hanno avuto modo di inserirsi a pieno all’interno di mondi virtuali. Tutto ciò per portare la loro presenza in una nuova dimensione e cercando di attuare nuove strategie di marketing mai provate prima.

Nel corso dei prossimi anni, le aziende avranno così la possibilità di seguire le orme di questi primi tentativi aziendali di ingresso nei mondi digitalizzati, portando propri store in Metaverse e proponendo la visione e l’acquisto dei prodotti (anche in formato NFT).

Intanto che aziende di spessore adocchiano sempre di più ecosistemi ed ambienti in Metaverso, nuovi studi stanno cercando di integrare nuove tecnologie, così da apportare (oltre alla vista) anche l’integrazione di altri sensi, come ad esempio il gusto e l’olfatto.

Conclusioni

Dalla lettura del nostro esposto sul Metaverso nel lungo periodo, abbiamo avuto modo di soffermarci sulle principali caratteristiche dei mondi in virtuale. Abbiamo inoltre sottolineato i due diversi modi per entrare nel Metaverso, ossia quello diretto con visori ed accessori e quello tramite avatar su PC.

Ancora, abbiamo avuto modo di ricordare le potenziali prospettive future sull’integrazione del Metaverso nelle vite delle persone, citando successivamente alcuni dei Metaversi più famosi degli ultimi tempi, ossia Decentraland e Sandbox.

Entrambi gli ecosistemi mettono a disposizione spazi virtuali, all’interno dei quali gli utenti possono giocare ed effettuare tantissime attività in modo autonomo e dinamico. Sono entrambi ancorati a due token di sistema, ossia da una parte MANA e dall’altra SAND.

Entrambe le crypto Metaverse, possono essere individuate su broker autorizzati, come ad esempio eToro (qui la pagina ufficiale). Lo stesso permette di negoziare su tantissimi asset, anche tramite strumenti derivati, ossia contratti per differenza.

I CFD permettono di operare senza il possesso dall’asset, andando solamente a replicare l’andamento del sottostante. Risulta così possibile piazzare sia strategie al rialzo, sia strategie al ribasso (con vendita allo scoperto). Il broker eToro integra altresì tantissime altre funzionalità, come ad esempio:

  • possibilità di copiare strategie reali di Popular Investor, dopo averli selezionati;
  • grafici in tempo reale su tutte le criptovalute integrate;
  • sezione tecnica;
  • sezione analitica;
  • possibilità di gestire le attività tramite applicazione per dispositivi mobili.

Clicca qui per ottenere un conto gratuito su eToro

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento