News

Mercato ribassista Bitcoin: analisi del 17 ottobre 2022

Pubblicato: 17 Ottobre 2022 di Francesco

Parlare del mercato ribassista Bitcoin significa parlare della recente situazione che ha colpito la prima criptovaluta per capitalizzazione mondiale. Nel corso delle ultime settimane, il prezzo dell’asset non ha mostrato nessun rialzo significativo, che lo portasse ad esempio vicino al suo punto di massimo annuale.

Massimo annuale che, confrontato con il punto di massimo storico, ottenuto nel 2021, evidenzia un gap colossale, che molti utenti rialzisti non si aspettavano di certo agli albori di questo 2022, iniziato con il freno a mano tirato e che non sta mostrando picchi considerevoli.

Prendendo come riferimento il grafico storico, è possibile constatare la presenza di un Bitcoin (BTC) confinato in una zona di intervallo fra i 18.000 dollari ed i 24.000 dollari. Una forchetta di volti molto alta, che evidenzia estrema volatilità in un periodo relativamente ristretto.

Vediamo quindi di approfondire come sta andando la criptovaluta, focalizzando l’attenzione proprio sul mercato ribassista Bitcoin, chiedendoci se lo stesso rappresenti o meno un periodo passeggero. Prima di ciò, ricorda che puoi sempre individuare il BTC su broker come eToro.

Si tratta di una piattaforma rapida, funzionale e che ti permette sempre di comprare Bitcoin reali, oppure di negoziare sugli stessi con contratti per differenza (anche al ribasso, con la cosiddetta vendita allo scoperto).

Clicca qui per registrarti su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Mercato ribassista Bitcoin: cosa sta succedendo al BTC?

Con un mercato così altalenante, gli esperti ed analisti continuano ad analizzare metriche e parametri alla ricerca di possibili spiegazioni sui mancati rialzi significativi della criptovaluta più conosciuta al mondo, nonché prima per market cap e con un volume giornaliero colossale.

Uno dei tanti segnali, a dimostrazione di un prezzo non proprio dei più alti, sarebbe la significativa mancanza di domanda. Così come ogni mercato, anche il prezzo del Bitcoin è caratterizzato dalla legge della domanda e dell’offerta (ossia acquirenti e venditori che scambiano l’asset).

Quando la domanda è minore dell’offerta, il prezzo tende a subire variazioni negative. Discorso differente, se invece la domanda è alta, ovvero se un numero molto elevato di utenti è interessato a comprare Bitcoin ed a conservarlo a medio o lungo termine nel suo wallet.

Secondo gli esperti, ad aver maggiormente pesato sulla situazione dei prezzi, portando ad un sentiment negativo negli ultimi periodi, sarebbero stati anche tutti i fattori esterni ed economici, da sempre associati anche al mercato delle criptovalute ed agli asset a maggior market cap.

Impostando un grafico a 24 ore, è comunque possibile constatare un timido aumento dei prezzi della criptovaluta, passata dai circa 19.176 dollari nelle prime ore di questo 17 ottobre 2022, ai circa 19.600 dollari nelle ore pomeridiane.

Al momento di questa stesura, il prezzo del Bitcoin (BTC) è pari 19.517 dollari circa, ossia un valore che evidenzia una variazione nelle 24 ore del circa +1,7%. Ricordiamo per completezza ulteriori dati aggiornati sul token.

La capitalizzazione di mercato attuale si assesta 374.383.498.124 dollari, mentre il volume sugli scambi (in un range a 24 ore) è pari a 26.324.806.549 dollari.

Conclusioni

Con valori che oscillano in una forbice così ampia, sinonimo di estrema volatilità, è importante imparare in autonomia a valutare l’andamento del token di interesse, utilizzando tutti gli strumenti tecnici ed analitici disponibili.

Uno dei più importanti è il grafico in tempo reale, che ti permette di constatare attimo dopo attimo come si sta muovendo la criptovaluta sul mercato e di ottenere molti altri dati rilevanti, come ad esempio il livello di capitalizzazione, il volume sugli scambi e molto altro ancora.

Uno dei broker leader più noti, ad avere anche il Bitcoin nel proprio listino di asset supportati, è eToro. Propone una piattaforma funzionale, molto facile da utilizzare ed apprezzata anche da trader alle prime esperienze.

Essendo un broker ibrido, ti permette sia di acquistare BTC reali e di conservarli a propria discrezione in un solido wallet multivaluta, sia di negoziare con contratti per differenza, ossia strumenti derivati che replicano l’andamento dell’asset, permettendo di aprire:

  • posizioni al rialzo (di tipo long), ipotizzando aumenti di prezzo;
  • posizioni al ribasso (di tipo short), ipotizzando diminuzioni di prezzo.

Hai sempre la possibilità di iniziare con un comodo conto demo senza alcun limite di tempo e con 100.000 dollari virtuali a tua completa disposizione.

Clicc qui per ottenere un conto su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento