News

Liquidazioni Ether: il raddoppio rispetto ai dati sul Bitcoin

Visionando gli andamenti delle principali criptovalute mondiali, un dato importante, ad aver attirato l’attenzione di esperti ed analisti, riguarda le liquidazioni Ether, ossia il token relativo all’ecosistema Ethereum (uno dei più importanti nel settore della finanza decentralizzata).

Ethereum (ETH) è anche la seconda criptovaluta più grande al mondo, con un market cap impressionante, sovrastato ormai da diversi anni solamente da quello del Bitcoin (criptovaluta più longeva nel panorama crittografico mondiale).

Nonostante il secondo posto per capitalizzazione, gli ultimi dati esposti sui principali siti analitici del settore, hanno evidenziato liquidazioni Ether maggiori rispetto a quelle del BTC (ossia del Bitcoin). Tutto ciò in un contesto storico alquanto singolare, che porta gli strascichi dei pesanti down subiti nelle precedenti settimane.

Cerchiamo quindi di focalizzare l’attenzione proprio sulle ultime variazioni e sul livello di liquidazioni BTC ed ETH. Prima di ciò, ricorda che entrambe le criptovalute (Bitcoin ed Ethereum) sono disponibili alla negoziazione su piattaforme solide e professionali, da anni leader nel settore del trading crypto.

Una delle più note, ma soprattutto con reali licenze, è eToro (clicca qui per iscriverti), che ti permette anche di iniziare con un pratico conto demo, senza nessun obbligo di deposito iniziale, gestibile anche tramite app.

Liquidazioni Ether: le variazioni negli ultimi periodi

Prendendo come riferimento i prezzi di scambio sui principali siti ed exchange al mondo, nel corso delle ultime 24 ore sia Bitcoin che Ethereum hanno allontanato il proprio supporto fondamentale, generando una serie di liquidazioni a catena, per un totale di circa 520 milioni di dollari sul comparto crypto.

Scendendo nel dettaglio, le liquidazioni assestate sull’Ether sarebbero state pari a circa 236 milioni di dollari, mentre quelle sul BTC si sarebbero assestate a circa 125 milioni di dollari. Valori alquanto singolari, poiché evidenziano un quasi raddoppio sulla perdita di ETH rispetto al BTC (evento che poche volte viene evidenziato sui futures delle due criptovalute).

Sulla scia di ciò, notizie negative sarebbero arrivate anche per altre altcoin popolari. Più nel dettaglio, influenzato delle notizie del divieto cinese sull’attività di gaming associata al suo ecosistema di riferimento, il token GMT avrebbe perduto circa 23 milioni di dollari in pochissime ore.

Discorso analogo anche per Solana (con il suo token SOL) e The Sandbox (con il suo token SAND), rispettivamente in perdita per circa 11 milioni di dollari (per il primo citato) e circa 9 milioni di dollari (per il secondo citato). Mantenendoci sulle prime due criptovalute esposte, è poi possibile focalizzarci sul brevissimo periodo.

Ethereum (al momento di questa stesura) ha un prezzo di scambio pari a circa 1.808,53 dollari per unità, che mostra una diminuzione su base settimanale pari al circa -10,5%. Quanto al Bitcoin, il prezzo attuale di scambio è pari a circa 29.272,62 dollari per BTC, che evidenzia una flessione in diminuzione sul base settimanale pari al -3,7%.

Note finali

Per non perdere nessuna variazione significativa e restare sempre costantemente aggiornato sugli andamenti del Bitcoin e dell’Ethereum, puoi usufruire dei comodi grafici in tempo reale proposti dai migliori broker online sul mercato.

Con gli stessi puoi valutare attimo dopo attimo le variazioni dei valori, oppure tornare indietro nel tempo per constatare i punti di massimo e di minimo, rapportandoli con i prezzi di scambio nel brevissimo periodo. Puoi inoltre analizzare l’asset con i tanti indicatori analitici proposti dagli stessi broker.

Una delle piattaforme più innovative, ovviamente regolamentata nel settore (con diverse licenze) è eToro (clicca qui per iscriverti). Nel corso degli ultimi tempi ha continuato ad aggiornare il proprio database di asset crypto, aggiungendo criptovalute di nuova emissione ed appartenenti all’ultima generazione.

Sul Bitcoin e sull’Ethereum, ti permette di attuare una duplice attività: agire in modo diretto e “reale” sull’asset sottostante (conservando le monete digitali in portafoglio), oppure agire con strumenti derivati (ossia contratti per differenza), che permettono anche di attuare operazioni short, con vendita allo scoperto.

Ricordiamo inoltre:

  • Sistema Copy Trading, con il quale è possibile selezionare ed individuare reali Popular Investor, ottenendo successivamente le loro stesse operazioni a mercato;
  • Conto demo illimitato, gestibile anche con la pratica applicazione per dispositivi mobili;
  • Assistenza professionale in caso di necessità;
  • Sezione tecnica, con indicatori da poter utilizzare direttamente sui grafici;
  • Sezione formativa, con la Financial Academy, che permette di ottenere notizie e nozioni sul mondo del trading crypto.

Clicca qui per ottenere un conto su eToro

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento