News

L’halving di Bitcoin si avvicina: altcoins a picco?

Ci stiamo avvicinando alla fatidica data. Come ormai tutto il mondo che ruota intorno alle criptovalute sa, tra il 9 e il 12 maggio avverrà lo storico halving di Bitcoin. Tra meno di tre settimane quindi avremo finalmente il più grande evento del criptomercato del quale tutti hanno parlato e sul quale tutti stanno speculando.

Purtroppo quanto accadrà avrà molto probabilmente un duplice effetto, finendo per influenzare inevitabilmente le sorelle minori. Mentre si designano trend che sembrano potenzialmente rialzisti per Bitcoin, le altcoins rischiano di ritrovarsi schiacciate. La volatilità esplosiva prevista quando la ricompensa della blockchain di BTC si dimezzerà potrebbe avere conseguenze devastanti.

Vediamo allora più nel dettaglio perché le altcoins potrebbero soffrire in corrispondenza dell’halving che avverrà nel giro di due settimane, anche per verificare eventuali margini d’investimento su piattaforme come eToro.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Social Trading (Copia i migliori)
  • Semplice ed intuitivo
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Corso trading gratis
  • Segnali di trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    L’halving di Bitcoin si avvicina: la relazione

    L’halving di Bitcoin è, a questo punto, solamente a pochi giorni di distanza. Come è risaputo, si tratta di un evento incredibilmente importante per la criptovaluta, che si troverà ad affrontare un vero e proprio momento da “prendere o lasciare”.

    Negli ultimi anni, i principali investitori del mercato delle criptovalute hanno continuato a sperare che la storia potesse ripetersi. Nello specifico, l’augurio è che le cose possano andare come nelle ultime due occasioni, quando l’halving di Bitcoin ha letteralmente scatenato i tori, permettendo a BTC di raggiungere i prezzi più alti.

    L’ultima volta, ad esempio, Bitcoin è riuscito a salire oltre quota 20.000 $. Proprio in corrispondenza di questo evento BTC ha raggiunto la fama di cui gode attualmente, permettendo al mercato delle criptovalute di salire sullo stesso piedistallo accanto ad azioni, materie prime e Forex. Parliamo quindi di attività finanziarie passibili di investimenti e dalle quali gli investitori e gli operatori possono cercare di trarre profitti.

    La stessa cosa, come sappiamo, non è avvenuta per le altcoins. Le sorelle minori di Bitcoin non sono riuscite a ottenere la stessa notorietà della maggiore, mantenendosi su un piano molto più speculativo.

    Andamento dei prezzi di Bitcoin

    L’halving di Bitcoin si avvicina: cosa potrebbe succedere ora

    Sappiamo che le altcoins (specie quando facciamo riferimento a operazioni come il trading su Ethereum o alla scelta di investire su Ripple) sono anche molto sensibili ai movimenti dei prezzi BTC.

    Ricordiamo ad esempio la corsa al rialzo di Bitcoin del 2019. All’inizio dell’anno, sono state altcoins come Litecoin a dare il via alla manifestazione nei mercati delle criptovalute. In seguito però questi asset sono stati annientati, mentre nello stesso momento il prezzo del Bitcoin è esploso da 3.200 $ fino a un massimo di 14.000 $.

    Gli investitori delle altcoins a quel punto hanno lasciato la presa in massa, mentre cominciavano a manifestarsi le preoccupazioni incombenti e derivanti dalle normative che andavano formandosi sullo sfondo di un settore ancora abbastanza libero. L’accettazione di Bitcoin da parte delle autorità di regolamentazione l’ha resa l’unica criptovaluta di cui gli investitori potevano fidarsi.

    Se il prezzo del Bitcoin dovesse decollare di nuovo con l’halving potrebbe raggiungerà nuovi massimi. Le altcoins, che hanno continuato a rimanere indietro rispetto alla criptoregina, potrebbero essere ulteriormente lasciati a rantolare nella polvere da BTC.

    In alternativa il Bitcoin potrebbe subire un brusco stop se i miners improvvisamente dovessero andare nel panico per un costo raddoppiato di produzione, vendendo e scaricando le loro ricompense BTC. Anche il crollo dei prezzi di Bitcoin però non prometterebbe nulla di buono per le sorelle minori, con il rischio di portarle veramente su livelli infimi. Poiché le altcoins vengono schiacciate indipendentemente dal fatto che BTC salga o scenda, l’eventuale volatilità futura non andrà bene per le attività di criptovaluta alternative.

    Consigli operativi

    Quello attuale non sembra essere il momento migliore per investire in altcoins. Man mano che l’halving di Bitcoin si avvicina, la volatilità rappresenta un’incognita crescente. Indipendentemente dall’azione di prezzo che BTC vivrà, per le sorelle minori si configura un brutto calo.

    Questo però apre le porte a una strategia di investimento basata sulla negoziazione in CFD. Aprire delle posizioni short in prossimità dell’halving, prendendo in considerazione una serie di altcoins, potrebbe rivelarsi una mossa azzeccata.

    Ecco che un broker come eToro diventa un valido alleato. Strumento sicuro e certificato, questa piattaforma permette di operare in CFD su tutte le principali valute del criptomercato, mettendo a disposizione dei propri utenti diversi prospetti di analisi sempre aggiornati in tempo reale.

    Scopri come investire in altcoins su eToro
    Il nostro punteggio
    Clicca per dare un punteggio!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Sull'autore

    Fabio Bianchi

    Laureato in Economia e Commercio. Esperto di finanza online dal 2007. Trader dal 2010. Appassionato di Bitcoin ed Ethereum.

    Lascia un Commento