News

Kevin O’Leary prevede crolli per mancanza di regolamenti

Pubblicato: 19 Gennaio 2023 di Francesco

Kevin O’Leary prevede crolli per mancanza di regolamenti: è ciò che ha di recente esposto il noto investitore canadese nel corso di sue recenti interviste. L’esperto in materia si è mostrato timoroso sulle principali avversità che potrebbero ulteriormente affossare il mercato crittografico.

Oltre ad essere un importante investitore americano, Kevin O’Leary è anche il presentatore di un seguitissimo programma televisivo, ossia Shark Tank. Ha tuttavia ricordato di essere comunque un sostenitore delle criptovalute e di aver investito il 5% dei suoi averi in Bitcoin.

In un contesto di mercato così instabile e con così tante incognite, diventa difficile intuire le prossime mosse degli asset più capitalizzati. Vediamo quindi di approfondire cosa il presentatore ha di recente idealizzato e quali sono le sue preoccupazioni per il futuro.

Prima di ciò, ricorda che puoi costantemente tenere sotto controllo tutte le tue criptovalute di interesse utilizzando gli strumenti proposti dalle migliori piattaforme di investimento. Una delle più complete ed affidabili è eToro.

Con la stessa hai accesso ad un database con decine di criptovalute, ad alta e media capitalizzazione di mercato. Puoi quindi iniziare ad investire con la modalità reale, a partire da 50 euro, oppure con un conto demo, senza alcun limite di tempo.

Clicca qui per registrarti su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Kevin O’Leary prevede crolli per mancanza di regolamenti: ecco le sue paure

Kevin O’Leary che prevede crolli per mancanza di regolamenti, rappresenta solamente uno dei tanti casi di esperti ed appassionati del settore spaventati dagli ultimi eventi che hanno colpito il mercato crittografico in modo negativo.

In sue recenti interviste, ha ad esempio esposto che il disastroso crollo di FTX, ossia il noto exchange finito ultimamente in bancarotta, potrebbe non essere un caso isolato. Altre società potrebbero subire la stessa sorte, affermando che alcuni “scambiatori non regolamentati” sono ostili a lavorare con le società di revisione contabile.

Sulla base di ciò, avrebbe esposto:

“Se mi stai chiedendo se ci sarà un altro crollo a zero? Assolutamente. Accadrà al cento per cento e continuerà ad accadere ancora e ancora e ancora.”

Nonostante ciò, ha comunque affermato di non essere mai stato contro il settore delle criptovalute e di aver recentemente anche acquistato Bitcoin, una criptovaluta ormai da anni discussa dall’imprenditore ed investitore canadese.

Kevin O’Leary è stato inoltre uno dei principali sostenitori di FTX, al di là delle parole spese durante la sua intervista. Avendo numerose partecipazioni azionarie nelle società che controllavano l’exchange ormai fallito, ha detto di aver subito un duro colpo.

Il presentatore poneva molta fiducia su FTX e nel mese di ottobre del 2022 aveva anche dichiarato come la piattaforma fosse uno dei luoghi più sicuri per gli investitori. Dopo i tanti eventi e le notizie succedute, si è tuttavia dovuto ricredere.

Non ha speso parole di accusa su Sam Bankman-Fried, evitando di definirlo un truffatore. Pur restando un appassionato ed un investitore del segmento crypto, continua in ogni caso a temere nuovi crolli a zero, da imputare alle difficoltà ed ostilità in materia di regolamenti.

Note finali

Nel corso del 2022 diverse società crypto, operanti su diversi settori affini al mondo delle criptovalute (dal lending agli scambi tipici), hanno presentato istanza di fallimento e sono finiti in bancarotta. Eventi che hanno ampiamente spaventato gli investitori del mercato.

Mai come in questo caso, diventa quindi fondamentale prestare la massima attenzione e procedere con cautela sulla scelta della propria piattaforma di investimento, evitando operatori sotto accusa, in crisi di liquidità, o che mostrano i primi segnali di crollo.

Quali aspetti considerare? Uno dei più importanti è sicuramente la presenza delle regolamentazioni e delle licenze. Opta quindi solo su piattaforme autorizzate, che rispettano a pieno le direttive ed i regolamenti locali, tutelando anche i tuoi dati personali.

Una delle migliori piattaforme in circolazione è eToro. Si tratta di un operatore con milioni di utenti registrati, mai in difficoltà e mai in crisi di liquidità. Ti permette di investire su decine di criptovalute, garantendo l’accesso a numerosi strumenti.

Puoi ad esempio comprare Bitcoin, Ethereum, Ripple, Binance Coin e molti altri token in modo rapido ed autonomo. Con un deposito di partenza da soli 50€ puoi piazzare la tua strategia, sia da computer che da dispositivo mobile (iOS, o Android).

Clicca qui per ottenere un conto su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento