News

Iraniani scelgono il Bitcoin dopo la crisi sull’accordo Nucleare

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha annunciato il ritiro del paese dall’accordo nucleare iraniano e il ripristino delle sanzioni contro il regime teocratico. In risposta, gli iraniani stanno spostando i propri averi all’interno del Bitcoin e le criptovalute per proteggere, mentre le sanzioni incombono, i loro risparmi dalle potenziali restrizioni bancarie future e dalla volatilità delle valute. Le stime sono di addirittura 2,5 mld di dollari spostati dai cittadini fuori dal paese utilizzando le criptovalute.

Gli iraniani si stanno quindi spostando verso il Bitcoin, nonostante il lancio della criptovaluta locale.

Hassan Rouhani, il presidente della Repubblica islamica dell’Iran, potrebbe essere il prossimo leader di stato a sperimentare ciò che le criptovalute possono fare per il bene delle persone durante i momenti difficili.

Il venezuelano Nicolás Maduro ha attraversato tutto questo e ha trovato difficoltà ad affrontare il problema, mentre allo stesso tempo creava la criptovaluta del paese, El Petro.

Allo stesso modo, le risorse digitali possono fornire rifugio a persone in regimi oppressivi e instabili, come il Venezuela, i governi sovrani possono anche essere in grado di aggirare le sanzioni imposte da potenze straniere, come gli Stati Uniti.

Nel caso del Venezuela, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha chiarito che l’acquisto di “El Petro” è stato proibito e il segretario al Tesoro degli Stati Uniti Steven Mnuchin è autorizzato a utilizzare i regolamenti necessari per far rispettare l’ordine.

Investi nel Bitcoin con una piattaforma di trading regolamentata

Inutile dire che questa news confermi come l’interesse per il Bitcoin sia più alto che mai, nonostante gli incombenti problemi tra cui regolamentazione, hacking ed altro ancora. Tramite una piattaforma di trading regolamentata come eToro non ci sono problemi di sorta per investire oppure addirittura speculare al rialzo o al ribasso sul Bitcoin, all’interno di un ecosistema totalmente regolamentato.

Con eToro è possibile investire senza commissioni e con bassissimi spread all’interno del mercato del Bitcoin e molte altre criptovalute ancora, così come su prodotti di trading più complessi, come il fondo d’investimento crypto copyfundClicca qua per saperne di più su tutte queste soluzioni di investimento.

Sull'autore

Andrea Lagni

Giornalista pubblicista dal 2016. Laureato in Informatica. Appassionato di Criptovalute dal 2015.

Lascia un Commento