News

IOTA sta per rendere intelligente la tua città

IOTA è una tecnologia DLT (distributed ledger technology) che consente ai dispositivi di scambiare dati e denaro in modo sicuro tra loro al costo di una micro commissione.

La crescita di IOTA è continua, con un aumento del valore dei token di oltre il 400% dal lancio di successo del marketplace nel novembre 2017 e un investimento significativo da Robert Bosch Venture Capital nel dicembre dello scorso anno.

Oggi, la IOTA Foundation ha annunciato di aver incontrato l’International Transportation Innovation Center (ITIC). L’obiettivo? Costruire un’alleanza globale di strumenti di test per la mobilità intelligente – piattaforme per pensare attraverso innovazioni e testare nuove applicazioni, processi, prodotti, servizi e modelli di business per determinarne l’utilità, l’idoneità e la redditività prima dell’implementazione.

Perché è così significativo?

L’obiettivo di ITIC è quello di costruire una rete globale di strumenti di test aperti e chiusi per determinare quali servizi di mobilità basati su intelligenza artificiale – in ambienti “smart city” – funzioneranno. Lo fa con una combinazione di metodi di test virtuali, aumentati e fisici.

Come risultato di questo test rigoroso, crea un pool di dati di test che può essere utilizzato dall’intero ecosistema di mobilità intelligente. Ciò significa che gli sviluppatori possono ottenere l’accesso per testare flotte di veicoli e infrastrutture all’interno della rete mondiale di banchi di prova di ITIC.

Quindi cosa significa questo per IOTA?

Il marketplace IOTA fornirà una piattaforma che acquisisce, condivide e seleziona dati di test di alta qualità da siti di test certificati. I banchi di prova pubblici e privati ​​saranno in grado di partecipare all’ITIC Mobility Testbed Alliance – un’iniziativa di ITIC supportata dalla IOTA Foundation.

Dominik Schiener, cofondatore della IOTA Foundation ha dichiarato:

L’ITIC Mobility Testbed Alliance servirà come terreno di prova per nuovi modelli di business e nuovi approcci tecnologici con i registri distribuiti IOTA. Non vediamo l’ora di mostrare come i servizi di mobilità basati su IOTA possano migliorare notevolmente l’efficienza e la scalabilità a livello transazionale e come sfruttare il marketplace IOTA per acquistare e vendere i dati dei test di veicoli e infrastrutture tra i banchi di prova partecipanti”

Come parte della partnership, ITIC lavorerà anche come partner di progetto all’interno dell’ecosistema IOTA, concentrandosi sullo sviluppo dell’infrastruttura open source per i banchi di prova automatizzati dei veicoli.

David Sønstebø, cofondatore della IOTA Foundation ha affermato:

“La IOTA Foundation sta creando un ampio gruppo di lavoro nel settore automobilistico e dei trasporti. Questa collaborazione tra la Fondazione IOTA e l’ITIC sull’Alleanza per test di mobilità rappresenta il primo passo ufficiale verso questo importante obiettivo. Per noi è importante sottolineare che questo è il primo stadio di una visione ampia che si svilupperà nel 2018 “.

Le prime dimostrazioni dal vivo in occasione di eventi pubblici come risultato della collaborazione IOTA / ITIC ci saranno nel 2018 e l’organizzazione dice che coinvolgeranno un più ampio gruppo di società partner.

Questa partnership iniziale offre opportunità per una rete di test standardizzata, un’economia che la supporta e un modo per condividere i dati a livello globale tra gli sviluppatori.

Joachim Taiber, chief technology officer presso ITIC, è fiducioso:

“L’era di un’economia di dati condivisa per i servizi di mobilità richiede metodi standardizzati per eseguire transazioni di dati considerando criteri di sicurezza, scalabilità e sostenibilità su reti di sensori e attori di grandi dimensioni, nonché accesso a dati di test di alta qualità. E questo è anche un business globale; pertanto il nostro modello di finanziamento dei progetti di innovazione della mobilità intelligente dovrà lavorare su più banchi di prova, più parti interessate, sia sul lato veicolo o che su quello infrastrutturale”.

iota smart city

Gli effetti sul valore di IOTA

Questo annuncio, come tutti gli altri annunci di un’importanza così elevata, possono determinare nel breve periodo una fiammata nella quotazione di IOTA. Se poi la collaborazione andrà effettivamente in porto e ci saranno sviluppi concreti (come sembra sia probabile) gli aumenti di IOTA potranno essere consolidati anche nel lungo periodo.

Gli effetti di questa partnership potrebbero essere ancora più massicci. Se infatti la collaborazione sarà effettiva, probabilmente anche altre istituzioni vorranno collaborare con IOTA, determinando un ulteriore incremento di questa interessante criptovaluta.

Come investire su IOTA

Al momento, la migliore piattaforma per investire su IOTA è Iq Option. Si tratta di una piattaforma che non applica commissioni e che può essere utilizzata gratuitamente. Iq Option è autorizzata e regolamentata, dunque non ci sono problemi di affidabilità. E’ possibile cominciare a investire con un capitale di appena 10 euro. Si può utilizzare tranquillamente carta di credito, bonifico o Paypal.

Puoi iscriverti gratis su Iq Option cliccando qui. Puoi leggere anche la nostra recensione di Iq Option.

Sull'autore

Fabrizio Micheli

Laureato in Economia e Commercio all'Università di Bari nel 2003, appassionato di finanza, di politica e di economia.

2 Commenti

  • L’esperienza insegna che quando ci sono questi accordi, il valore si impenna. Grande IOTA, vedo un 2018 dove si faranno soldi a palate. Io in IOTA ci credo fin da giugno dell’anno scorso, i miei colleghi ridevano di me perché tutti pensavano al Bitcoin ma penso che questo sarà l’anno della mia grande rivincita.

Lascia un Commento