News

IOTA: la criptovaluta verrà utilizzata per un sistema di riconoscimento biometrico

La fondazione IOTA ha recentemente annunciato che sta pianificando di partecipare allo sviluppo di un sistema di autenticazione biometrica in grado di sfruttare essenzialmente lo schema delle vene palmari degli utenti per autenticare la propria identità.

Il sistema in questione sfrutterà il libro mastro digitale open source di tecnologia chiamato Tangle, sviluppato da IOTA. Il nuovo sistema si chiamerà IAMPASS Proof of Concept.

Il sistema crea un’identità distintiva e verificabile per ciascun utente dopo aver scansionato il loro schema venoso palmare. Questo aiuta ogni individuo a abilitare percorsi di controllo per accedere a piattaforme ad alta sicurezza, identificazione sicura e gestione delle risorse. Il sistema può anche funzionare in coordinamento con strutture autorizzate, tra cui “piattaforme di ricarica per auto intelligenti”.

Una volta implementato il sistema, i consumatori saranno in grado di gestire i propri account, controllare i propri dati e contrastare il furto di identità utilizzando l’identificatore biometrico della fondazione.

Dominick Schiener, il co-fondatore della fondazione IOTA, ha affermato che il sistema è stato creato per affrontare alcuni dei maggiori problemi che interessano lo spazio della criptovaluta, tra cui il furto di identità e metodi di autenticazione efficaci. Egli ha affermato:

“Questo è il motivo per cui siamo entusiasti di IAMPASS Proof of Concept, che utilizza il libro mastro distribuito senza autorizzazione IOTA per rendere l’identità non solo portatile, ma anche per fornire agli utenti la valutazione e la proprietà sui propri dati. Con la crescita di soluzioni identitarie come queste, vedremo l’ecosistema IOTA fornire un pezzo chiave del puzzle tecnico per l’adozione dei libri mastri distribuiti “.

Questa è senza dubbio un’ottima notizia per la criptovaluta dello IOTA, che potrebbe tornare nuovamente verso livelli altissimi. La buona notizia è che con piattaforme come IQ Option (clicca qui per andare sul sito), è possibile investire sia al ribasso che al rialzo su IOTA e moltissime altre criptovalute.

Sull'autore

Andrea Lagni

Giornalista pubblicista dal 2016. Laureato in Informatica. Appassionato di Criptovalute dal 2015.

Lascia un Commento