Guide

Come investire in Ethereum: la guida completa

L’Ethereum è la seconda criptovaluta per importanza, subito dopo il Bitcoin. Investire in Ethereum è una scelta che può garantire risultati molto positivi ma tutto dipende dagli strumenti che si utilizzano. Scegliere gli strumenti sbagliati per investire in Ethereum potrebbe portare a perdite finanziarie, anche pesanti.

Come investire in Ethereum

Qual è il modo giusto per investire in Ethereum? Molti, soprattutto tra coloro che non si sono mai occupati di investimenti, pensano che per investire in Ethereum bisogna comprare Ethereum. E’ un pensiero piuttosto ingenuo, frutto dell’ignoranza, che può portare a perdite consistenti e, ancora peggio, può far cadere in pericolose truffe.

Il modo migliore per investire in Ethereum non è comprare Ethereum ma utilizzare i contratti per differenza. Questi contratti finanziari (abbreviati con CFD) consentono di guadagnare in base alla differenza di prezzo di un asset finanziario, sia in positivo che in negativo. Può sembrare difficile ma non lo è per niente: facciamo l’esempio di un CFD su Ethereum.

Il CFD su Ethereum replica il prezzo di Ethereum ma non è Ethereum: si può decidere di speculare al rialzo se si pensa che il valore di Ethereum è destinato ad aumentare, al ribasso se invece si pensa che il prezzo di Ethereum scenderà. Se la previsione è corretta, si ottiene un profitto che è proporzionale alla variazione di prezzo. Il profitto può essere moltiplicato applicando una leva finanziaria.

Se si comprano Ethereum, invece, si guadagna quando il valore sale ma si perdono soldi quando scende.

I CFD presentano anche un altro, immenso, vantaggio rispetto all’acquisto diretto di Ethereum. Le piattaforme di trading per CFD sono autorizzate e regolamentate, quindi sotto il controllo costante delle autorità, in Italia è la CONSOB ad esempio a vigilare sulle piattaforme di trading CFD. E’ impossibile subire truffe operando con queste piattaforme. Comprare Ethereum, oltre a essere complicato, è anche estremamente rischioso perché si potrebbe facilmente essere truffati.

Ricapitolando, quindi, il modo migliore per investire in Ethereum è scegliere i CFD perché:

  • I CFD sono sicuri e garantiti
  • Con i CFD è possibile guadagnare sia quando il prezzo di Ethereum sale, sia quando scende
  • I CFD sono estremamente facili da capire e utilizzare, anche per non esperti
  • Con i CFD è possibile utilizzare la leva finanziaria per moltiplicare i guadagni

Migliori piattaforme CFD per Ethereum

Non tutte le piattaforme CFD sono uguali e non tutte mettono a disposizione il CFD sull’Ethereum. Tra le migliori piattaforme CFD adatte a investire su Ethereum possiamo citare:

Queste 3 piattaforme CFD sono autorizzate e regolamentate, quindi garantiscono sicurezza e affidabilità. Inoltre sono piattaforme senza commissioni, quindi è possibile investire senza costi su Ethereum.

Investire in Ethereum con Plus500

Plus500 è probabilmente la piattaforma CFD più usata e apprezzata in Europa. Plus500 è una piattaforma davvero completa perché è possibile operare su moltissimi asset finanziari: materie prime, azioni, indici, valute tradizionali e naturalmente molte criptovalute tra cui Ethereum. Plus500 è una piattaforma senza commissioni e senza costi nascosti.

E’ possibile decidere di operare con denaro virtuale con un conto demo illimitato e senza nessun tipo di vincolo. Grazie a questa demo è possibile sperimentare l’investimento in Ethereum senza nessun rischio.

Puoi iscriverti gratis su Plus500 cliccando qui
. Puoi approfondire leggendo la nostra recensione di Plus500.

Investire in Ethereum con eToro

eToro è molto di più di una piattaforma di trading per CFD: si tratta della prima piattaforma di social trading al mondo. Tutti gli investitori che sono iscritti a eToro hanno un profilo, esattamente come succede con un social network. Questo profilo può contenere informazioni sul trader, magari anche la sua foto, le sue considerazioni sui mercati finanziari e soprattutto i rendimenti degli investimenti fatti in passato. La condivisione delle informazioni è ovviamente facoltativa.

Il bello del social trading è che è possibile interagire con gli altri iscritti personalmente ma è anche possibile decidere di copiare, in modo completamente automatico, tutte le operazioni fatte da un altro investitore.

Molti principianti quindi si iscrivono su eToro: cercano gli investitori che hanno ottenuto i profitti più elevati nel passato (con eToro è molto facile) e li copiano in automatico. Il vantaggio è doppio: da una parte così si inizia subito a guadagnare, dall’altra si può capire come si guadagna con gli investimenti online partendo da esempi pratici.

Ma perché ci sono investitori esperti che si fanno copiare? Perché eToro li premia con pagamenti mensili fino a 10.000 euro che dipendono dal numero di follower che hanno, cioè dal numero di investitori che li copiano. Questo pagamento si somma ai normali profitti degli investimenti. Ecco perché molti investitori esperti operano su eToro.

eToro è una piattaforma gratuita e senza commissioni.

Puoi iscriverti gratis su eToro cliccando qui. Puoi approfondire leggendo la nostra recensione di eToro.

Investire in Ethereum con Markets.com

Markets.com è una piattaforma perfetta per investire in Ethereum. E’ sicura e affidabile, funziona bene ed è semplicissima da usare. Markets.com consente di operare su moltissimi asset finanziari, tra cui la maggior parte delle criptovalute e ovviamente Ethereum.

Markets.com è completamente gratuita e non applica commissioni. E’ possibile utilizzare un conto demo illimitato e senza vincoli. Una delle caratteristiche più apprezzate di Markets.com è il Trend dei Traders. E’ un indicatore estremamente utile perché ci dice quello che pensano gli investitori di un asset finanziario. Il Trend dei Traders su Ethereum, ad esempio, ci dice quanti investitori stanno puntando al rialzo e quanti al ribasso. E’ vero che non esiste alcuna garanzia che la maggior parte degli investitori stia facendo la cosa giusta, ma statisticamente succede proprio questo. Ecco perché di solito usare Trend dei Traders per operare è una grande idea.

Puoi iscriverti gratis su Markets.com cliccando qui. Puoi approfondire leggendo la nostra recensione di Markets.com.

investire in ethereum

Come acquistare Ethereum

Abbiamo già spiegato che comprare ethereum non conviene se si punta a investire su Ethereum, cioè a ottenere il profitto più elevato possibile, nel minimo tempo e con rischi estremamente contenuti. Se invece si vuole acquistare Ethereum per altri motivi diversi dall’investimento, è possibile farlo su tutti i principali Exchange di criptovalute, visto che ormai Ethereum è la seconda criptovaluta per capitalizzazione.

Attenzione però: la storia ci insegna che la maggior parte degli Exchange non funzionano in eterno. Dopo un periodo di qualche anno in cui sembrano funzionare perfettamente, chiudono improvvisamente, facendo sparire tutto il denaro degli investitori e le criptovalute depositate all’interno dell’Exchange.

Comprare Ethereum non è una buona idea e, se proprio si decide di farlo, bisogna agire con estrema prudenza: i rischi sono veramente molto elevati.

Previsioni Ethereum 2017

L’Ethereum si è ormai imposto come la seconda criptovaluta per capitalizzazione di mercato, subito dopo il Bitcoin. L’Ethereum offre una tecnologia superiore, particolarmente adatta all’integrazione con appliazioni, e quindi sicuramente sarà protagonista di una crescita ancora più marcata nel prossimo futuro.

Come succede con molte altre criptovalute, poi, la sua quotazione dell’Ethereum è strettamente correlata a quella del Bitcoin. Molti investitori, anche poco esperti, riescono a fare previsioni di successo sull’Ethereum semplicemente osservando quello che succede con il Bitcoin.

Che cosa è Ethereum?

Ethereum è una piattaforma software aperta che si basa essenzialmente sulla tecnologia blockchain che consente agli sviluppatori di creare e distribuire applicazioni decentralizzate.

Possiamo quindi affermare che Ethereum è simile ad un Bitcoin? Possiamo dire che lo è lievemente, ma non totalmente.

Proprio come il Bitcoin, l’Ethereum è un network che funziona essenzialmente a rete pubblica. Anche se dobbiamo affermare che sono presenti alcune significative differenze tecniche tra queste due criptovalute, la distinzione più importante da notare è che il Bitcoin ed Ethereum differiscono sostanzialmente in termini e capacità. Bitcoin offre una particolare applicazione della tecnologia blockchain, un sistema di pagamento elettronico decentralizzato, che consente i pagamenti online tramite Bitcoin. Mentre il blockchain di Bitcoin viene utilizzato per monitorare la proprietà della valuta (bitcoins), la Blockchain di Ethereum si concentra essenzialmente sull’esecuzione del codice di programmazione di qualsiasi applicazione decentralizzata.

La particolarità principale dell’Ethereum sono gli smart contracts, i contratti intelligenti. Con  questi smart contracts si intende essenzialmente un programma che segue una serie di regole, proprio come funziona per un contratto.

Per Smart Contract, si intende infatti un software intelligente che basa il suo funzionamento su una serie di istruzioni da parte di qualsiasi computer. In maniera differente rispetto a qualsiasi altro contratto, gli smart contract sono tutto tranne che passivi, ma possono riuscire ad elaborare una serie di input ed a fornire degli output.

Per fare un esempio di Contratto Intelligente, possiamo prendere in esempio i Digital Rights Management, che funzionano in modalità estremamente simile alle licenze che controllano i contenuti digitali in modalità smart.

Sull'autore

Fabrizio Micheli

Laureato in Economia e Commercio all’Università di Bari nel 2003, appassionato di finanza, di politica e di economia.

Lascia un Commento