Guide

Come investire in Bitcoin Cash: guida completa

Il Bitcoin Cash è una criptovaluta giovane ma che ha raggiunto in breve tempo un successo strepitoso visto che è la seconda criptovaluta per capitalizzazione. Investire in Bitcoin Cash può essere un’idea estremamente profittevole ma possono esserci anche dei rischi piuttosto elevati.

Ma che cos’è Bitcoin Cash? Bitcoin Cash è una criptovalute nata da una scissione (hard fork) del Bitcoin. Alla fine dell’articolo racconteremo anche la storia della nascita di Bitcoin Cash. Quello che è importante sottolineare è che Bitcoin Cash è una criptoaluta di altissima potenzialità, ai fini dell’investimento, ma che è necessario operare con intelligenza per ottenere il massimo profitto possibile.

Conviene fare trading in Bitcoin Cash?

La prima domanda che ci dobbiamo porre è se vale la pena fare trading nel Bitcoin Cash. La risposta è che dipende. Investire in Bitcoin Cash può significare guadagnare moltissimi soldi in breve tempo oppure subire perdite. Si rischiano anche truffe. Ma qual è il segreto per investire in Bitcoin Cash in modo conveniente e senza truffe?

Andiamo con ordine. Supponiamo di comprare Bitcoin Cash in un Exchange. Molti di questi Exchange hanno un funzionamento farraginoso e sono complicati da usare. Una volta acquistati i nostri Bitcoin Cash da investimento, dobbiamo aspettare che il loro valore aumenti. Non guadagniamo assolutamente nulla fino a quando non li vendiamo, ammesso che il loro valore sia aumentato. Nel frattempo, dobbiamo sperare che l’Exchange non sia fallito o che non abbia chiuso per truffa (molti Exchange dopo aver accumulato molti clienti chiudono e fanno sparire criptovalute e denaro tradizionale dei clienti).

Come si vede, questa procedura per fare trading in Bitcoin Cash non è assolutamente conveniente perché:

  • E’ complicata
  • Si guadagna esclusivamente se il valore del Bitcoin Cash sale (e solo dopo aver venduto)
  • Il rischio di subiere una truffa è elevatissimo

Bitcoin Cash: investimento sicuro

Esiste però un modo estremamente più sicuro e conveniente di investire sul Bitcoin Cash: si possono usare dei partcolari contratti finanziari chiamati CFD. Questi contratti hanno una particolarità: consentono di investire sul Bitcoin Cash (o su qualunque altro asset finanziario) senza comprarlo. Il CFD sul Bitcoin Cash replica il valore del Bitcoin Cash stesso (quindi la sua quotazione) ma consente di investire al rialzo (si guadagna se il prezzo del Bitcoin Cash sale) o al ribasso (si guadagna quando il prezzo scende).

I CFD sono un prodotto finanziario regolamentato
: questo significa che le piattaforme che consentono di investire in CFD sono sotto il controllo delle autorità di vigilanza (la CONSOB per l’Italia). Anche nel caso in cui la piattaforma dovesse fallire (e praticamente non è mai successo, almeno se ci riferiamo alle migliori piattaforme), secondo la normativa europea i titolari di conti di investimento hanno diritto ad un rimborso fino a 20.000 euro. Esiste per questo un apposito fondo di garanzia.

I CFD, inoltre, sono intuitivi ed è facile imparare il loro uso. Possiamo dire che usare i CFD per investire sul Bitcoin Cash è la scelta giusta per eliminare il rischio di truffa, semplificare le operazioni e aumentare le probabilità di profitto.

Possiamo sintetizzare dicendo che i CFD consento di investire in Bitcoin Cash senza comprarli.

Migliori piattaforme per fare trading in Bitcoin Cash

Ma quali sono le migliori piattaforme CFD per fare trading in Bitcoin Cash? Le piattaforme CFD sono tante, ma non sono tutte uguali. Non tutte, ad esempio, sono di alta qualità o sono facili da usare. Per questo motivo, abbiamo selezionato due piattaforme per CFD che consentono di operare con il Bitcoin Cash e garantiscono elevatissimi livelli di sicurezza e affidabilità, oltre che un funzionamento del software impeccabile e zero commissioni:

Fare trading in Bitcoin Cash con Plus500

Plus500 è una piattaforma CFD di altissima qualità, una delle più apprezzate e usate in Europa. Plus500 è completamente gratuita, non applica commissioni e non ha costi. E’ possibile fare trading in modalità demo: in questo modo si opera con soldi virtuali e non ci sono rischi. Ovviamente è anche possibile iniziare a fare trading soldi reali: il deposito minimo per cominciare a fare trading è di 100 euro.

Con Plus500 è possibile fare trading, tramite i CFD, su Bitcoin Cash, Bitcoin e tutte le altre principali criptovalute. Inoltre, Plus500 mette a disposizione anche CFD su asset finanziari più tradizionali come azioni, materie prime o valute.

Per iscriverti gratis su Plus500 clicca qui. Puoi trovare qui la nostra recensione di Plus500.

Investire in Bitcoin Cash con Markets.com

Markets.com è una piattaforma CFD veramente semplice da utilizzare, anche per chi non ha mai fatto investimenti. La semplicità dell’interfaccia è accompagnata da corsi gratuiti e webinar che spiegano, passo a passo, come si fa a investire sui mercati finanziari. Anche Markets.com è una piattaforma gratuita, senza commissioni e senza costi.

Tra le particolarità di Markets.com dobbiamo segnalare una speciale indicatore: il Trend dei Trader. Questo indicatore ci segnala quello che stanno facendo gli altri trader su un asset finanziario, ad esempio sul Bitcoin Cash. Il Trend dei Trader, quindi, ci dice se gli altri trader stanno puntando al ribasso o al rialzo. E’ possibile investire seguendo questa indicazione: le probabilità che siano corrette sono estremamente elevate.

Per iscriverti gratis su Markets.com clicca qui. Puoi trovare qui la nostra recensione di Markets.com.

bitcoin cash

Bitcoin Cash grafico e quotazione

Il grafico qui sopra mostra la quotazione in tempo reale del Bitcoin Cash. Molti investitori di successo operano direttamente osservando i grafici e individuando il trend del mercato.

Un’altra tecnica molto intelligente per investire in Bitcoin Cash si basa sull’osservazione della quotazione del Bitcoin. Di solito il Bitcoin Cash si muove come il Bitcoin. Chi usa questa tecnica, osserva se il Bitcoin sta salendo o sta scendendo e poi scommette sul fatto che anche il Bitcon Cash farà lo stesso. Di solito funziona molto bene.

Ci sono poi altri investitori, più pigri o meno esperti, che utilizzano Trend dei Trader di Markets per fare quello che fanno gli altri trader più esperti. Anche questo approccio funziona sorprendentemente bene.

Bitcoin Cash: che cos’è

Bitcoin Cash Cos'è

Bitcoin Cash Cos’è

Il Bitcoin Cash è una criptovaluta estremamente recente, che potrebbe oggi confondere tantissime persone a causa della somiglianza con altre criptovalute. Si tratta infatti di un qualcosa che risulta essere molto simile al Bitcoin che tutti conosciamo.

Il Bitcoin Cash è a tutti gli effetti un hard fork del Bitcoin. Quando si decide di utilizzare il termine hard-fork, ci si riferisce a quel processo nel quale gli sviluppatori “prendono” il codice sorgente della criptovaluta originale per svilupparlo autonomamente, imboccando quindi una strada tutta nuova.

Solitamente un fork avviene nel caso in cui ci dovessero essere dei problemi tra il team di sviluppatori di un dato progetto. Fu proprio quello che successe tra gli sviluppatori del Bitcoin, che non riuscirono a trovarsi d’accordo su alcune particolari specifiche tecniche del progetto.

Bitcoin Cash Storia

La “data di nascita” ufficiale in assoluto per il Bitcoin Cash è il primo di agosto del 2017. Per chi prima di questa data aveva, ad esempio 10 Bitcoin, gli sono stati automaticamente forniti lo stesso quantitativo in Bitcoin Cash.

Con il termine Bitcoin Cash si intende una criptovaluta che permette di inviare e ricevere pagamenti in modalità decentralizzata, senza l’utilizzo di intermediari come banche o broker in modalità pseudo-anonima.

Bitcoin Cash è quindi estremamente simile al Bitcoin, con una delle principali differenze l’aumento della dimensione del blocco minimo che contiene le transazioni, che passa da 1 megabyte a 8 megabyte.

Questo ha consentito al Bitcoin Cash di diventare una criptovaluta estremamente più veloce, economica e versatile rispetto al Bitcoin.

Sull'autore

Fabrizio Micheli

Laureato in Economia e Commercio all'Università di Bari nel 2003, appassionato di finanza, di politica e di economia.

Lascia un Commento