News

ICO Block.One di EOS record: 4 milioni di dollari raccolti

Block.one, l’azienda che sviluppa EOS e il competitor principale del network di Ethereum, finirà quest’anno l’ICO, che porterà l’azienda ad ottenere ben 4 miliardi di investimenti da parte degli investitori.

Con sede nelle Isole Cayman e guidata dal CEO trentunenne con sede a Hong Kong, Brendan Blumer, Block.one è sulla buona strada per sminuire tutte le altre ICO mai lanciate prima d’ora.

Si tratta di una cifra che è quasi doppia rispetto ai $ 1,7 miliardi che Tron ha preso all’inizio di quest’anno. Block.one ha raccolto i soldi mettendo all’asta 2 milioni dei loro token EOS ogni 23 ore con un’offerta elevata, per un totale di 900 milioni di token venduti dall’inizio delle aste il 26 giugno 2017.

Nonostante i problemi di regolamentazione a livello mondiale, le ICOs continuano ad ottenere ingenti somme di denaro dagli investitori sin dalla rapida ascesa del mercato delle criptovalute nel 2017. Finora nel 2018 le ICO rappresentano 7,15 miliardi di USD investiti (senza includere il Block.one) secondo il The Wall Street Journal.

Ciò che gli acquirenti dei token EOS non sanno ancora è come Block.one prevede di utilizzare questo enorme flusso di fondi.

Broker Deposito Min Vantaggi Inizia
200 € Social trading OTTIENI CONTO DEMO
250 € Formazione gratis OTTIENI CONTO DEMO
100 € Spread bassi, demo gratis OTTIENI CONTO DEMO
100 € Trend dei Traders OTTIENI CONTO DEMO

La società prevede di lanciare la sua piattaforma per l’hosting di applicazioni web decentralizzate nel mese di giugno, ma rilascerà il proprio software open source ai programmatori per sviluppare la piattaforma tramite aggiornamenti alla blockchain pubblica ed applicazioni decentralizzate (dApps). Block.one ha già investito milioni di dollari in joint venture con Finlab AG e altri investitori privati di blockchain per contribuire ad accelerare lo sviluppo dell’ecosistema EOSIO.

Inoltre, la società si è impegnata a investire oltre 1 miliardo di dollari in startup basate su EOS.

Sull'autore

Andrea Lagni

Giornalista pubblicista dal 2016. Laureato in Informatica. Appassionato di Criptovalute dal 2015.

Lascia un Commento