News

Forum Blockchain: in India verrà lanciato un hub globale del Web 3

Un gruppo di importanti esperti indiani di blockchain con esperienza nel trading, NFT, Metaverse, cybercrime, ecc., ha recentemente annunciato la formazione dell’India Blockchain Forum (IBF).

L’evento di Hyderabad, nello stato indiano di Telangana, ha visto la partecipazione del principale segretario del governo statale per l’industria, il commercio e la tecnologia dell’informazione, Jayesh Ranjan, secondo quanto riferito dai media. Hyderabad è il secondo hub tecnologico più grande dell’India dopo Bangalore.

Prima di analizzare questo aspetto, per investire in criptovalute ti consigliamo di usare solo piattaforme sicure e legali come eToro, in cui aprire un conto reale è semplice e bastano solo 50 €. Oltre a questo avrai anche la funzionalità demo e copytrading.

Clicca qui per ottenere un conto su eToro

Nasce India Blockchain Stack

La nuova piattaforma indiana di difesa della blockchain ha affermato che la sua visione è quella di rendere l’India l’hub globale per blockchain e web 3. Adotterà un modello di collaborazione e lavorerà con il governo, le autorità di regolamentazione, l’industria e gli istituti di ricerca per promuovere il web 3.

IBF ha adottato un’agenda in 10 punti che include la creazione di un India Blockchain Stack, l’accelerazione dell’ecosistema di avvio, il supporto delle società di tecnologia blockchain e la creazione di un pool di talenti per la crescita sostenibile dell’ecosistema Blockchain.

Il pool di influencer con competenze di dominio in diverse aree blockchain verrà utilizzato per formare gruppi di interesse speciale (SIG) come su CBDC, Metaverse e framework politico.

Il forum lancerà presto una campagna di adesione con la missione di creare la più grande comunità web3 del mondo, hanno affermato i media, citando il suo PR dell’evento.

Il lancio del forum di difesa della blockchain incentrato sull’India assume significato data la crescente popolarità delle criptovalute da un lato e l’approccio rigoroso delle autorità di regolamentazione e dei governi dall’altro.

Di recente, l’agenzia investigativa indiana sulla criminalità finanziaria, la Directorate of Enforcement (ED), ha congelato i conti bancari di WazirX e Vaud con l’accusa di riciclaggio di denaro.

A partire dal 1 aprile, l’India ha iniziato a imporre una pesante imposta sulle plusvalenze del 30% e, dal 1 luglio, una detrazione fiscale dell’1% alla fonte per tutte le transazioni crittografiche. Queste mosse hanno avuto un grave impatto sul volume degli scambi.

Considerazioni finali

In conclusione, ti ricordiamo che il modo più semplice e sicuro per investire in criptovalute rimane eToro il quale presenta spread bassi, dispone di un conto demo gratuito e della funzione di copytrading. E poi per aprire un conto reale bastano solo 50 euro.

Iscriviti subito su eToro cliccando qui

 

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Giulia Mariotti

Lascia un Commento