News

Ferrari nel Metaverso: Novità NFT per la casa del cavallino rampante?

Ferrari nel Metaverso rappresenta una delle notizie più virali delle ultime ore, in grado di aver generato un hype colossale attorno al settore automotive, ma soprattutto dei progetti crypto legati al Metaverso. Tutto ciò deriverebbe da nuove scelte strategiche presentate e proposte dalla scuderia del cavallino rampante.

Nel corso delle righe successive, avremo modo di approfondire due questioni chiave associate alla news. Da una parte la chiusura di accordi e partnership strategiche fra la società e diversi gruppi inseriti nel settore del Metaverse e delle nuove tecnologie. Dall’altra la presenza di una nuova sezione nella compagnia, ossia di un dipartimento operativo del tutto innovativo.

Prima di cominciare, ricordiamo come ad oggi tantissime altre società degne di nota abbiano puntato lo sguardo sul settore dei mondi virtuali. Tutto ciò per proporre un proprio spazio digitalizzato, puntando su marketing, gaming, vendite online, esposizioni e tanto altro.

Nel corso dei nostri pregressi approfondimenti, avevamo avuto modo di soffermarci sull’integrazione di Adidas all’interno di Decentraland. Un ecosistema Metaverse innovativo, con un proprio token (ossia MANA) che può essere individuato all’interno di broker autorizzati e regolamentati come eToro. Lo stesso permette di iniziare anche con un pratico account demo.

Ferrari nel Metaverso: La collaborazione con Velas Network AG

Ma cosa significa parlare di Ferrari nel Metaverso? La società di Maranello ha ultimamente concluso una partnership importante ed un accordo strategico con Velas Network AG, ossia una società di tutto rispetto, con sede in Svizzera, operativa da tempo in diversi comparti.

Fra gli stessi comparti, troviamo il settore dei NFT e della blockchain, che a loro volta si integrano perfettamente con il mondo del Metaverso (ossia dei mondi virtuali). Parole in merito, sono state esposte direttamente dal CEO della società Benedetto Vigna.

Così facendo, Ferrari diventerebbe una delle tante società nel comparto automotive ad aver intrapreso un percorso conoscitivo ed esplorativo nel mondo delle nuove tecnologie. Ad averla anticipata, troviamo infatti una seconda compagnia automobilista, ossia Lamborghini, reduce dalla presentazione del suo progetto su Non Fungible Token, ossia Space Time Memory.

Progetto che ha riguardato la presentazione di diverse fotografie (ossia immagini) in NFT di una Lamborghini pronta al decollo verso le stelle.

In modo parallelo alla conferma dell’accordo fra Ferrari e Velas Network, lo stesso gruppo avrebbe altresì creato un nuovo dipartimento, focalizzato prettamente su questioni di ricerca e sviluppo su nuove tecnologie. Tutto ciò per esplorare concetti legati alla blockchain e ad una serie di settori di ultima generazione.

Lo stesso Benedetto Vigna, da sempre attento alle novità che vi si presentano e che potrebbero in qualche modo integrarsi con Ferrari, aveva avuto più volte modo di esporre come:

“Sia importante guardare e vedere come le nuvole tecnologie possano aiutare il nostro marchio.”

Quello del Metaverso è un settore che ha avuto la capacità di svilupparsi in pochissimo tempo, attirando l’attenzione di società dal calibro di Facebook (ad oggi Meta), Adidas, Nike, Lamborghini e ad oggi anche Ferrari.

Conclusioni

Notizia odierna, che si ricollega in modo diretto al mondo del Metaverso, che a sua volta integra tantissimi ecosistemi di nuova generazione. All’interno di nostre tante guide ed approfondimento, abbiamo ad esempio avuto modo di soffermarci più volte sul mondo virtuale di Decentraland e su quello di The Sandbox.

I due progetti, integrano a loro volta due criptovalute di sistema, in ogni caso considerabili asset crypto con un reale valore ed andamento. Possono essere entrambe individuate, così come per le principali criptovalute mondiali, all’interno di broker professionali e di ultima generazione, come eToro (qui la pagina ufficiale).

Il broker opera nel settore del trading online crypto da diversi anni, proponendo a tutti gli utenti registrati una sezione aggiornata con più di 42 criptovalute al momento di questa stesura. Su decine di asset crypto, il broker permette di operare sia in modo diretto (ossia tramite acquisto dell’asset sottostante) sia tramite trading con CFD.

Gli strumenti derivati permettono a loro volta di agire su repliche dell’andamento del sottostante, potendo aprire due posizioni differenti (al rialzo, ossia in ottica di aumento dei valori, o al ribasso, in ottica di diminuzione degli stessi). Si ricordano inoltre tantissime altre funzionalità, come ad esempio:

  • un conto demo a costo zero, senza alcun obbligo di deposito iniziale;
  • possibilità di gestire le attività anche tramite applicazione per dispositivi mobili;
  • sezione Smart Portfolios, per aprire posizioni su portafogli diversificati (anche sul Metaverso) con l’aggiunta del MetaverseLife;
  • possibilità di selezionare reali Popular Investor ed ottenere le stesse transazioni a mercato ed in tempo reale, grazie alla presenza del Copy Trading.

Clicca qui per ottenere un conto gratuito su eToro

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento