News

Fed Powell (FED): nessun intenzione di vietare le criptovalute

Il presidente della Federal Reserve statunitense Jerome Powell ha dichiarato di non avere intenzione di vietare le criptovalute. Ha anche detto che le stablecoin dovrebbero essere regolamentate. Sebbene il governo degli Stati Uniti non avrebbe mai vietato del tutto le criptovalute, l’osservazione porterà comunque un sospiro di sollievo dagli investitori. 

Se vuoi investire in cripto in totale sicurezza usa una piattaforma certificata come eToro, avrai tanti servizi a disposizione, come il CopyTrading o il CopyPortfolios. Inoltre aprire un conto reale è semplice e bastano solo 50$.

Clicca qui per ottenere un conto gratuito su eToro

Powell: “Necessaria una regolamentazione delle criptovaute”

Il rappresentante della Carolina del Nord Theodore Budd ha chiesto al presidente della Fed se avrebbe vietato le criptovalute o almeno ne avrebbe limitato l’uso. Powell ha detto fermamente di no e che “non aveva intenzione di vietarli”.

Parlando di stablecoin, ha detto: “Sono in una certa misura al di fuori del quadro normativo ed è opportuno che siano regolamentati. Stessa attività, stesso regolamento». All’incontro partecipa anche il Segretario al Tesoro degli Stati Uniti Janet Yellen, che in passato ha espresso i suoi commenti non sempre favorevoli sul mercato delle criptovalute. Yellen è tra coloro che studiano i potenziali effetti di criptovalute e stablecoin.

Con il numero crescente di sviluppi e aggiornamenti provenienti dal governo sulle criptovalute, sembra che gli Stati Uniti si stiano preparando per un cambiamento molto più sostanziale per quanto riguarda il mercato delle criptovalute.

Quanto tempo ci vorrà prima che gli Stati Uniti implementino la regolamentazione delle criptovalute?

La dichiarazione di Powell arriva in un momento in cui i regolatori statunitensi stanno investendo una grande quantità di risorse nello sviluppo di un quadro normativo. Le persone coinvolte includono la Securities and Exchange Commission (SEC), il Tesoro degli Stati Uniti e l’Office of the Comptroller of Currency.

Queste autorità hanno offerto diverse dichiarazioni, a volte contraddittorie, ma il senso generale è che vogliono introdurre misure che garantiscano la protezione degli investitori, evitino la manipolazione del mercato e garantiscano la sovranità del dollaro USA. Secondo quanto riferito, il Tesoro degli Stati Uniti sta lavorando per regolamentare la nicchia delle stablecoin, che è diventata un argomento scottante tra i regolatori di tutto il mondo.

La maggiore attenzione da parte dei regolatori suggerisce che la regolamentazione è probabile nel prossimo futuro, sebbene non sia stata offerta una tempistica definitiva. Una volta sul posto, gli investitori e gli appassionati di mercato possono attendere con impazienza le decisioni sugli ETF di criptovaluta, che la SEC ha ritardato mentre indaga sulla regolamentazione. Ci sono già stati alcuni progressi in questo senso e il presidente della SEC Gary Gensler ha mostrato un supporto provvisorio per gli ETF bitcoin basati su futures.

Powell e le sue dichiarazioni: Considerazioni finali

Lasciata alle spalle quindila questione di un possibile divieto delle criptovalute negli Stati Uniti, dobbiamo ora aspettare la discussione su come inquadrarle all’interno del sistema legale democratico occidentale.

Intanto ti ricordiamo che per investire in criptovalute in maniera sicura la migliore opzione rimane eToro ,un broker completamente legale che possiede le licenze delle istituzioni finanziarie ufficiali europee. Inoltre:

  • presenta spread bassi;
  • si può iniziare a investire sulle crypto partendo da soli 50$.
  • non ha commissioni;
  • dispone di un conto demo gratuito per provare la piattaforma con denaro virtuale;
  • presenta la funzione di CopyTrading per copiare gli investitori più adatti a te.
Ottieni subito un conto gratuito su eToro

 

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Giulia Mariotti

Lascia un Commento