News

Evergrande ed il comparto crypto – Cosa succede alla società?

Nel corso delle ultime giornate, una notizia alquanto singolare sarebbe stata associata al mondo delle criptovalute. Si tratterebbe della crisi mostrata dal colosso Evergrande, rinomata società che avremo modo di approfondire nel corso della nostra mini guida, adatta a tutte le tipologie di lettori. Ma Evergrande ed il comparto crypto risultano correlate?

Cioè che molti analisti ed esperti stanno concretamente cercando di capire, è se la crisi di Evergrande ed il comparto crypto in rosso (nel corso delle precedenti giornate) rappresenti un aspetto esistente, ma soprattutto interconnesso.

Nella giornata del 20 settembre, prendendo come riferimento il grafico di specifici assets crypto, è stato possibile constatare un singolare trend al ribasso, che aveva spaventato utenti rialzisti, creando numerosi dibattiti all’interno del mercato.

Nel corso dei paragrafi successivi vedremo nel dettaglio la notizia legata ad Evergrande, esponendo in modo parallelo il sentiment generale nel comparto crittografico. Comparto che, risulta ad oggi presente su broker regolamentati e professionali, come ad esempio eToro.

Rappresenta un intermediario completo, con numerose funzionalità innovative, fra le quali anche il Copy Trading, ossia un sistema automatico per emulare le strategie avviate da veri professionisti nel settore, il tutto senza ulteriori costi aggiuntivi.

Evergrande ed il comparto crypto: Quanto pesa la situazione nel mercato?

Ricollegandoci a quanto esposto in precedenza, a partire dal 20 settembre ad oggi, numerose pagine informative sul mondo delle criptovalute, con i loro esperti, hanno cercato di trovare connessioni fra la disastrosa situazione di Evergrande ed il comparto crypto.

Per chi non la conoscesse, Evergrande rappresenta una delle società più grandi al mondo, inserita nell’abito settore immobiliare. Una nicchia di mercato intramontabile, associata ad un business degno di nota, sviluppato in tutto il mondo.

Prima di approfondire la notizia, ricordiamo come lo stesso gruppo internazionale, ai vertici di molte classiche mondiali, operi prettamente nel territorio cinese. Aspetto rilevante, da tenere bene a mente in riferimento alle informazioni proposte a seguire.

A tal riguardo, entrando nello specifico, su cosa si baserebbe l’associazione delle criptovalute con la società? In realtà, ad oggi, non esisterebbe una connessione diretta fra i due aspetti, se non in rifermento al settore complessivo degli investimenti.

In altri termini, andando a considerare in modo parallelo la valenza del titolo Evergrande e quella di alcune criptovalute come asset di negoziazione. Tutto ciò in una nazione che, checché se ne dica dei numerosi dibattiti, conferma da sempre una specifica attenzione al mondo delle criptovalute, visti anche i volumi di scambio presentati dalle migliori piattaforme.

Il crollo di Evergrande, seguito in ogni caso da una fase di ripresa nel corso delle ultime ore rispetto a giorni fa, sarebbe quindi stato associato alle scelte e possibili decisioni prese da investitori nel mercato generalista degli investimenti. Nel corso delle prossime giornate continueremo a restare aggiornati sulla notizia.

Tutto ciò in associazione ad un comparto crypto, che aveva inizialmente visto in Bitcoin perdere la soglia dei 45.000 dollari, portandosi successivamente su punte inferiori ai 41.000 nella giornata del 22.

Conclusioni

Come ricordato nel corso dell’introduzione, il comparto crypto, con tutte le criptovalute maggiormente capitalizzate, può essere individuato all’interno di broker ed exchange professionali.

A tal riguardo, è bene tenere a mente come l’acquisto diretto di criptovalute, ossia basato sulla detenzione fisica delle stesse, non rappresenti l’unico sistema per poter trattare sulle stesse. Una seconda metodologia, vede infatti la presenza dei broker di CFD.

Diversamente dagli acquisti diretti, i contratti per differenza si basano solamente su repliche degli andamenti del sottostante, permettendo di poter aprire non solo posizioni rialziste, bensì anche al ribasso tramite vendita allo scoperto. Tutto ciò senza possedere alcuna moneta digitale, ossia senza andare alla ricerca di alcun Wallet di archiviazione.

Uno dei broker più conosciuti al mondo, con numerose licenze in diverse nazioni, è eToro (qui per la pagina ufficiale). Integra una serie di servizi di supporto per gli utenti, considerati un reale valore aggiunto sia per traders esperti che per negoziatori alle prime armi.

A seguire i più importanti:

  • Sistema di copia automatico (Copy Trading): rappresenta un meccanismo innovativo, che permette a tutti gli utenti di poter selezionare reali Popular Investor, associarli al proprio account ed ottenere le stesse strategie in modo parallelo.
  • Sezioni formative, che vanno ad erogare numerose informazioni sul mondo delle negoziazioni online;
  • Applicazione per smartphone, disponibile sia per device iOS che per device Android. Permette di tenere costantemente sotto controllo le proprie posizioni aperte e di agire in caso di necessità.
  • Account demo: rappresenta una simulazione a tutti gli effetti, basata sull’aggiunta di capitali virtuali.

Clicca qui per ottenere un conto gratuito su eToro

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento