News

Ethereum verso una nuova governance

Le principali parti interessate della comunità Ethereum stanno promuovendo il supporto per un piano di governance. Le decisioni sono state prese dai partecipanti a una recente conferenza incentrata sulla tecnologia Ethereum.

Gli organizzatori del summit l’EIP: 0 Summit hanno emesso una dichiarazione in cui si impegnano a mettere in atto nuovi passi per migliorare la direzione del progetto Ethereum. In particolare, Parity Technologies, Aragon e la Web3 Foundation hanno già promesso il loro sostegno alla firma della dichiarazione di intenti.


Grafico quotazione in tempo reale Ethereum

Il summit di due giorni che si è svolto all’inizio di maggio 2018 ha affrontato i problemi di governance nell’ecosistema Ethereum
derivanti dalla crescita della rete e dalla diversità di opinioni sulla direzione tecnica. Allo stato attuale, è difficile valutare i sentimenti tra le diverse parti che sviluppano, investono o proteggono il software.

A tal fine, i firmatari del piano si sono impegnati a creare una dichiarazione di valori condivisi per Ethereum, supportando la creazione di “strumenti open source per raccogliere segnali e metriche chiave”, con una chiamata alla governance ogni mese e organizzando un secondo summit più ampio.

ethereum

I segnali chiave che saranno considerati per le future analisi includono il volume delle transazioni di Ethereum, il numero di contratti impiegati, il numero di contributi GitHub e altri fattori.

I firmatari della dichiarazione stanno anche pensando a incentivi economici sostanziosi per chi collabora con lo sviluppo di Ethereum.

Molto importante il fatto che l’idea di un secondo vertice sta prendendo piede nella comunità e sta raccogliendo moltissimi consensi.

Ad esempio, Afri Schoedon, uno sviluppatore e addetto alle comunicazioni di Parity, ha dichiarato in un tweet che “[il Vertice] deve essere il più inclusivo possibile e se ci saranno 350.000 persone, dobbiamo occuparcene”.

Analogamente, la dichiarazione ha rilevato che un futuro vertice dovrebbe basarsi sul modello esistente, anche “estendendo le opportunità di interazione da parte degli spettatori non in presenza fisica (tempo, luogo e partecipanti da determinare)”.

L’elenco completo dei firmatari della dichiarazione include L4 Ventures, lo sviluppatore Lane Rettig, il fondatore di Giveth Griff Green, il membro di Ethereum Foundation Hudson Jameson e la startup Gnosis.

Sull'autore

Fabrizio Micheli

Laureato in Economia e Commercio all'Università di Bari nel 2003, appassionato di finanza, di politica e di economia.

Lascia un Commento