News

Ethereum nuovamente a 3.400 dollari: cosa significa per ETH?

Nel corso delle ultime ore della giornata odierna (29 marzo 2022) il prezzo di ETH ha mostrato un nuovo rialzo, portandosi su traguardi che non venivano registrati da diverse settimane. Più nello specifico, si è assistito ad un Ethereum nuovamente a 3.400 dollari per unità.

Nonostante il 2022 sia iniziato con molte criptovalute in difficoltà (anche a maggior capitalizzazione come lo stesso Ethereum, così come il Bitcoin), la fase di rallentamento segnata nei primi mesi dell’anno ha lasciato nuovi punti di partenza importanti per diversi asset.

Abbiamo quindi deciso di focalizzare l’attenzione sulle ultime variazioni dell’Ethereum, che ormai da anni rappresenta un concreto punto di riferimento nel settore della finanza decentralizzata, così come infrastruttura di base per la costruzione di progetti crypto ed ecosistemi di nuova generazione.

Prima di ciò, ricordiamo ai lettori come lo stesso asset, assieme alle maggiori criptovalute mondiali, possa essere individuato su broker regolamentati ed autorizzati, dal calibro di eToro. Lo stesso è un broker con un database costantemente aggiornato e con numerose funzionalità innovative per gli utenti registrati.

Ethereum nuovamente a 3.400 dollari: l’andamento nel breve termine

Ricollegandoci a quanto esposto sull’Ethereum nuovamente a 3.400 dollari, è bene riprendere da vicino le ultime variazioni dell’asset. Più nello specifico, all’interno dei migliori scambiatori, Ethereum avrebbe registrato un aumento pari al circa 34% negli ultimi 14 giorni.

Un rally al rialzo che si mostrerebbe così attivo da circa 2 settimane, dopo un periodo abbastanza piatto, che aveva caratterizzato diversi alti e bassi per la seconda criptovaluta più capitalizzata al mondo. Uno dei livelli maggiormente tenuti sotto controllo dagli esperti era quello dei 3.150 dollari.

Dopo esser stato testato per ben 10 volte nel corso degli ultimi 2 mesi (quindi circa 60 giorni), la criptovaluta ha trovato la forza di rompere questo muro psicologico, portandosi sui nuovi target. Più nello specifico, una delle prime volte in cui ETH ha raggiunto e testato il livello esposto è stata nel mese di maggio.

Una delle ultime rotture al ribasso del medesimo livello, era invece avvenuta nel vicino mese di gennaio, quando l’asset aveva tuttavia mostrato una flessione al ribasso pari al circa 18%, nel giro di soli 3 giorni. Ulteriore dato preso in considerazione dagli analisti, riguarda i dati sulle vendite sui principali scambiatori crypto.

Il valore di deflusso ed afflusso su ETH molto spesso è preso in esame per evidenziare il sentiment dei possessori dell’asset. In questo caso, il valore dei token ETH sugli exchange sarebbe in calo dal mese di maggio 2021, registrando una flessione in percentuale su dati partiti da circa 23,09 milioni, fino ai circa 15,64 milioni.

In altri termini un deflusso dal lato delle vendite, da legare soprattutto alle idee dei detentori della criptovaluta nell’ottica del lungo periodo. Gli stessi non hanno di recente potuto non considerare la rottura dei 3.150 dollari e la corsa al di sopra i 3.400 nelle prime ore del 29 marzo.

Conclusioni

Notizia attuale, che si collega in modo diretto ad una delle criptovalute più seguite degli ultimi anni, nonché la seconda con maggior capitalizzazione all’interno del mercato. Nonostante la nascita di molti ecosistemi competitor, Ethereum continua a primeggiare nel campo della DeFi.

L’andamento della criptovaluta può essere constatato in modo diretto all’interno dei migliori broker online, i quali permettono di visionare grafici in tempo reale costantemente aggiornati. Uno degli operatori più completi nel settore, ad aver integrato fin da subito ETH è stato eToro (qui la pagina ufficiale).

Sullo stesso Ethereum, il broker eToro permette di attuare due diverse strategie:

  • acquisto diretto dell’asset sottostante, vista anche la presenza di un vero e proprio wallet di archiviazione;
  • trading online su ETH tramite contratti per differenza, ossia CFD, senza possedere alcun asset in modo fisico.

Con i contratti per differenza, il trader ha quindi la possibilità di aprire sia posizioni al rialzo che posizioni al ribasso (con vendita allo scoperto). Puoi in ogni caso decidere di iniziare con un pratico account demo a costo zero e senza nessun limite di tempo.

Si ricordano inoltre una serie di funzionalità e caratteristiche quali:

  • possibilità di selezionare reali Popular Investor (a propria discrezione) ed ottenere le loro stesse transazioni in modo speculare ed in tempo reale tramite il Copy Trading;
  • possibilità di gestire le attività di trading anche tramite applicazione per dispositivi mobili (scaricabile a costo zero sia per sistemi operativi iOS che per sistemi Android);
  • sezione formativa, con numerosi articoli e guide sul mondo del trading online.

Clicca qui per ottenere un conto gratuito su eToro

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento