News

Ethereum: Chi sono i grandi investitori

Dopo che Bitcoin ha toccato il suo ultimo ATH a $ 42.000, Ethereum ne ha registrati tre nuovi nello stesso lasso di tempo. Quest’ultima ha registrato ottime prestazioni nel 2021. Con la sua valutazione che continua a consolidarsi vicino al suo massimo storico, si è assistito anche a un afflusso di capitali. Ma questi “grandi investitori” sono istituzionali?

Dopo che la capitalizzazione di mercato di Ethereum ha superato la soglia dei 140 miliardi di dollari nel 2021, un recente rapporto di CoinMetrics ha continuato rivelando che anche la capitalizzazione di mercato realizzata di Ether ha registrato un nuovo massimo storico nelle classifiche.

La capitalizzazione realizzata è valutata calcolando ogni unità di fornitura individualmente al prezzo dell’ultima transazione sulla catena. Quindi, un aumento del limite realizzato significa che gli afflussi di capitali stanno avendo la precedenza poiché le vecchie monete si muovono sempre più in catena. Inoltre, dall’inizio di gennaio è aumentato anche il numero di indirizzi con oltre 10.000 ETH. Sebbene gli elevati afflussi di capitali siano innegabili, mettere un segno di spunta sulla questione del coinvolgimento istituzionale è ancora discutibile.

Prima di analizzare per bene la situazione, vogliamo ricordarvi che è possibile negoziare tutte le criptovalute, inclusa quest’ultima, su piattaforme sicure e certificate come eToro.

Iscriviti subito a eToro cliccando qui

Ethereum: i grandi investitori sono istituzionali?

Il 25 gennaio, Ethereum ha registrato il suo aumento più dominante rispetto a Bitcoin dall’anno scorso, uno sviluppo che testimonia le sue prestazioni nell’attuale corsa al rialzo. Tuttavia, gli speculatori che si affrettano a dare credito alle istituzioni per l’attuale aumento devono ancora essere messi in discussione.

La discrepanza tra il prezzo di Ether e il premio di mercato per ETHE è ben visibile. I premi ETHE hanno accumulato tassi minimi dall’inizio del mese di gennaio, una scoperta che suggerisce direttamente che l’interesse istituzionale non sta aumentando con il ritmo previsto.

In effetti, i rapporti hanno anche scoperto che negli ultimi 30 giorni, il prodotto Ethereum Trust di Grayscale è uno dei prodotti finanziari più sottoperformanti del mercato, con una perdita del 13,4% del prezzo di mercato.

Questi fatti non inclinano o rispecchiano la narrativa comune secondo cui le istituzioni hanno immerso i piedi in Ethereum. Ergo, il commercio al dettaglio potrebbe ancora avere una mano dominante e gli holders potrebbero essere più responsabili della crescita in questo momento, più degli investitori accreditati.

Considerazioni finali

Le grandi aziende quotate continuano a mostrare interesse verso questa nuova tipologia di asset. Non possiamo d’altronde scordarci l’impatto che ha avuto su Bitcoin l’attenzione dei grandi investitori istituzionali, e ora sembra che anche altri settori del mondo delle criptovalute vogliano fare la stessa cosa: alcuni di questi sono direttamente collegati a Ethereum.

Se ritieni che Ethereum possa aumentare di prezzo, la cosa migliore da fare è investire su eToro. 

Questo broker offre vantaggi ben evidenti come ad esempio:

  • Zero costi di commissione;
  • Spread bassi;
  • Account demo gratuito, per operare con tutte le opzioni del broker ma con denaro virtuale;
  • Copytrading, per copiare in modo completamente automatico ciò che fanno i migliori trader della piattaforma.

Clicca qui per investire in Ethereum su eToro

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Giulia Mariotti

Lascia un Commento