News

Ethereum contro Bitcoin: raggiunto un nuovo massimo

L’unione di Ethereum si sta avvicinando rapidamente e l’attesa per l’aggiornamento ha portato ad alcuni avvenimenti interessanti nel settore delle criptovalute. Ciò ha infatti spinto il prezzo delle risorse digitali a nuovi massimi, anche con la tendenza al ribasso, mantenendo il suo valore meglio della maggior parte del mercato. Ethereum ha ora segnato un altro nuovo massimo prima della tanto attesa fusione. Questa volta, è una vittoria contro la più grande criptovaluta, Bitcoin.

Prima di proseguire con l’analisi, ti consigliamo di investire in Ethereum o in  qualsiasi criptovaluta usando solo piattaforme sicure e legali come eToro, in cui aprire un conto reale è semplice e bastano solo 50 €. Oltre a questo avrai anche la funzionalità demo e copytrading.
Clicca qui per ottenere un conto su eToro

L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Ethereum contro Bitcoin: una competizione senza fine

Ethereum contro Bitcoin è una gara senza fine che ha messo in contrasto le due comunità. Bitcoin mantiene ancora il suo dominio su Ethereum e le altre criptovalute, ma la seconda criptovaluta più grande per capitalizzazione di mercato ha costantemente colmato il divario nel corso dell’anno.

L’ETH era stato scambiato al suo livello più alto verso la fine del 2021 prima che un calo lo facesse scendere ai minimi annuali. Tuttavia, con la fusione all’orizzonte, Ethereum è riuscita a colmare il divario ancora una volta in modo significativo e a salire ai massimi annuali.

L’asset digitale continua a mostrare forza contro bitcoin anche durante il trend ribassista. Da allora ha perso la sua posizione a 0,0847 BTC, ma continua a mantenersi stabile sopra 0,08 BTC.

Di recente, il fondatore di Ethereum Vitalik Buterin si è rivolto a Twitter per spiegare che la fusione sarebbe avvenuta tra il 13 e il 15 settembre. Questa è stata un’informazione gradita in quanto ha confermato per la comunità che non ci sarebbero stati più rinvii.

Il più importante dei disaccordi si è manifestato sotto forma di token biforcati ETH nel tentativo di mantenere la rete sul meccanismo di prova del lavoro. Tuttavia, non tutte le piattaforme crittografiche hanno annunciato il supporto per questi token fork e alcune, come OpenSea, hanno affermato che supporteranno solo token su Ethereum POS e non accetteranno token fork.

Tuttavia, questi token continueranno ad entrare in circolazione. Si pone la questione di quale dei due token sarebbe il migliore su cui investire prima della fusione. 

Considerazioni finali

Per concludere, ti ricordiamo che il modo più semplice e sicuro per comprare Ethereum o investire in criptovalute rimane eToro il quale presenta spread bassi, dispone di un conto demo gratuito e della funzione di copytrading. E poi per aprire un conto reale bastano solo 50 euro.
L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

 

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Giulia Mariotti

Lascia un Commento