News

Erdogan annuncia la guerra contro le cripto

Il presidente Recep Tayyip Erdogan ha affermato che la Turchia è in guerra contro le criptovalute durante un incontro del 18 settembre con studenti di 81 province che si è svolto nella città di Mersin.

Come riportato da U.Today, la banca centrale turca ha imposto il divieto di pagamenti in criptovaluta a metà aprile, il che significa che le imprese locali non possono effettuare transazioni che coinvolgono il nuovo asset.

L’incertezza normativa, la volatilità estremamente elevata e la criminalità sono state citate come le ragioni principali alla base della decisione.

Erdogan ha affermato che il Paese “sicuramente” non ha problemi con la diffusione delle risorse digitali.

Il presidente ha aggiunto che la Turchia andrà avanti con i propri soldi, che a suo avviso fanno parte dell’identità nazionale.

Prima di continuare con l’argomento, se hai deciso di investire in criptovalute, dovresti sapere che utilizzando una piattaforma certificata come eToro avrai tanti servizi a disposizione, e soprattutto aprire un conto reale è semplice e ti bastano solo  50$ per iniziare.

Ottieni subito un conto gratuito su eToro

Erdogan: una lira digitale è all’orizzonte

I commenti di Erdogan arrivano dopo che la banca centrale ha creato una nuova piattaforma per ricercare e testare una versione digitalizzata della lira turca all’inizio di settembre.

Durante la prima fase, il progetto sarà sottoposto a test limitati per determinarne la fattibilità. I risultati della fase pilota saranno annunciati l’anno prossimo. L’esplorazione dell’emissione di una CBDC è stata inclusa nel programma presidenziale annuale di Erdogan nel 2019.

Impensabile dunque, almeno per adesso, che il presidente molli la la presa sul controllo della valuta del Paese, affidandosi ad una valuta esterna, come potrebbe essere Bitcoin o qualunque altro tipo di criptovaluta.

La Turchia, la cui economia è afflitta da un’inflazione galoppante e dal deprezzamento della valuta, si classifica costantemente come uno dei migliori paesi per l’adozione di criptovalute.

Alla fine di marzo, le ricerche su Google del termine “Bitcoin” sono aumentate di oltre il 500 percento dopo che il valore della lira è crollato di un enorme 17 percento in un giorno in cui Erdogan ha licenziato il direttore della banca centrale.

Dal momento che le criptovalute decentralizzate sono fuori dalla portata di Erdogan, il presidente vuole dissuadere i turchi dal mettere i loro risparmi nell’asset speculativo.

Considerazioni finali

Staremo a vedere come proseguirà la guerra del Presidente Erdogan contro le cripto.

Se pensi di voler investire in criptovalute, fallo solo su piattaforme sicure e legali, come eToro.

Puoi iniziare a investire sulle cripto partendo da soli 50$, senza alcuna commissione. Inoltre dispone di un conto demo gratuito per provare la piattaforma con denaro virtuale e presenta la funzione di CopyTrading per copiare gli investitori più adatti a te.

Ottieni subito un conto gratuito su eToro
Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Giulia Mariotti

Lascia un Commento