News

EOS: che succede il 1 Giugno? Come evitare di perdere gli EOS

Il 2 giugno si avvicina, rapidamente; il che significa che la scadenza per registrare i token EOS ERC20 si avvicina. Se hai comprato token EOS e attualmente li tieni nel tuo wallet, devi registrarli con il team EOS per ricevere i nuovi token EOS eseguiti sulla blockchain EOS.

Se al momento trattieni le tue monete su Binance, non dovrai preoccuparti. L’exchange ha annunciato alcuni mesi che fa gestirà tutti gli aspetti tecnici dello scambio di token.

Attualmente, i token EOS sono in esecuzione sulla rete Ethereum e sono considerati token ERC20. Dopo il 1 ° giugno, questi token ERC20 EOS verranno congelati sulla piattaforma Ethereum a tempo indeterminato.

Il sito web ufficiale di EOS ha pubblicato questo annuncio:

Entro 23 ore dalla fine del periodo finale, il 1 ° giugno 2018, alle 22:59:59 UTC, tutti i token EOS diventeranno fissi (cioè congelati) e diventeranno non trasferibili sulla blockchain di Ethereum.


C’è un grande gruppo di persone nuove sul mercato della criptovaluta che non ne sono consapevoli
: queste persone sono destinate a perdere completamente il loro investimento in EOS, a meno che non inizino da subito a eseguire complesse procedure sugli exchange. Al momento, solo Binance sembra si occuperà automaticamente di effettuare tutti i passi necessari.

eos blocco


Questa problematica che si sta per verificare con EOS
(e che porterà a perdite piuttosto corpose per molti principianti) è un’ulteriore conferma che i principianti dovrebbero utilizzare piattaforme CFD come Plus500 per investire in EOS e altre cripovalute. Queste piattaforme sono semplicissime da usare e consentono di operare su contratti finanziari con hanno come sottostante EOS o altre criptovalute. Un vantaggio ulterire di queste piattaforme è che consentono di shortare, cioè di ottenere profitti quando il valore della criptovaluta scende.

Qui sotto, grafico in tempo reale di EOS:

Sull'autore

Fabrizio Micheli

Laureato in Economia e Commercio all'Università di Bari nel 2003, appassionato di finanza, di politica e di economia.

Lascia un Commento