News

Elon Musk pronto ad investire nelle criptovalute?

Recenti indiscrezioni parlano di un Elon Musk sempre più attirato dall’idea di investire in criptovalute. E’ notizia di pochi giorni fa che lo stesso Elon Musk abbia annunciato in un’uscita pubblica che la sua criptovaluta preferita sia Dogecoin. Partendo da questa affermazione, i rumors si sono scatenati. Vediamo quali sono stati i Flirt attribuiti a Musk nel mondo delle crypto.

Elon Musk e le criptovalute: Dogecoin.

Solo il mese scorso, il fondatore di Dogecoin , Jackson Palmer, ha dichiarato di essere pronto a vendere Dogecoin.com per la somma colossale di $ 4,2 miliardi. Elon Musk, dopo aver dichiarato il suo interesse per la criptovaluta, ha scherzosamente accettato l’invito ad essere l’amministratore delegato di Dogecoin. Tuttavia, il signor Palmer era attivo nel mondo delle criptovalute da relativamente poco tempo. In seguito, il commento di Elon Musk lo ha fatto salire alla ribalta. Per placare le speculazioni sul suo conto ha scritto un tweet ironico in cui ha affermato che “Funding (not yet) secured”, ovvero che il finanziamento non è ancora sicuro.

Elon Musk e le criptovalute: SpaceX Coin

In seguito, è stato il CEO di Binance a lanciare l’idea denominata SpaceX Coin ad Elon Musk. L’invito ufficiale è stato fatto a mezzo twitter, come ormai da abitudine negli States. Il Tweet recitava“L’esplorazione dello spazio deve essere finanziata a livello globale utilizzando la crittografia. Gli investitori devono farsi firmare i loro nomi sulla blockchain”. L’idea generale consiste nel permettere alle criptovalute di sponsorizzare viaggi nello spazio. In questo contesto, Elon Musk essendo uno degli imprenditori più rispettati e di successo del nostro tempo, potrà dare grande credibilità all’intero universo delle criptovalute.

Elon Musk e le criptovalute: Ethereum.

Tra il serio ed il faceto, mentre il mondo delle cripto cerca di suscitare l’interesse di Musk per l’argomento, il fondatore di Tesla scherza spesso con la comunità legata alle criptovalute. Ad esempio, il 29 aprile 2019, Elon Musk ha twittato la parola “Ethereum”. Ovviamente, pochi minuti dopo la quotazione di Ethereum ha subito un’impennata notevole. Solo a seguito del trambusto mediatico. Lo stesso Musk ha twittato nuovamente affermando che si trattava solo di uno scherzo.Aldilà di questi flirt presunti o tali, a quanto si dice Musk non possiede alcuna criptovaluta, tranne lo 0,25 di Bitcoin che alcuni suoi amici gli regalarono anni fa. E’ forse prematuro parlare di un vero interesse di Elon Musk per il mondo delle cripto, tuttavia abbiamo visto come dei semplici tweet possano causare l’impennata rapida della quotazione relativa la criptovaluta in oggetto. Come poter trarre vantaggio da ciò?

Trading con le criptovalute: Come fare?

Per massimizzare i profitti, in questi casi è fondamentale avere accesso diretto alle notizie. In tal modo si è sempre aggiornati e sarà quindi possibile negoziare l’asset in questione dal principio. Un esempio lampante è dato dal crollo di Bitfinex verificatosi proprio la scorsa settimana. Tuttavia, le fonti che danno l’accesso diretto alle notizie in tempo reale sono estremamente costose. Un esempio è dato dall’agenzia Reuters, la quale offre i propri servizi in abbonamento ad un costo mensile pari a diverse migliaia di euro. Solo grandi aziende o broker di livello possono permettersi questo lusso.Quale soluzione? La più comoda è sicuramente rappresentata dai segnali di trading offerti da 24option. Questo broker, oltre ad essere regolamentato Consob, offre gratuitamente ai propri iscritti i segnali di trading elaborati dal loro Team di analisti. In questo modo si riceveranno le indicazioni per vendere o compare una determinata criptomoneta in tempo reale, dandoci l’opportunità di tradare come dei veri professionisti.E’ un’opportunità notevole ed in tantissimi usufruiscono di questo servizio con risultati eccellenti. Provare per credere, a maggior ragione perché il servizio è gratuito.Fai trading adesso sulle criptovalute con 24option.

Sull'autore

Andrea Lagni

Giornalista pubblicista dal 2016. Laureato in Informatica. Appassionato di Criptovalute dal 2015.

Lascia un Commento