News

Dominance Bitcoin ai minimi: quanto pesa l’arrivo di ETH 2.0?

Pubblicato: 7 Settembre 2022 di Francesco

Secondo gli ultimi dati proposti sui principali siti informativi del settore delle criptovalute, la dominance Bitcoin ai minimi avrebbe raggiunto soglie molto basse, che non venivano registrate ormai da diversi anni. Un aspetto che è stato ampiamente messo sotto i riflettori da esperti ed analisti.

Da cosa derivano le maggiori preoccupazioni sulla dominance della prima criptovaluta per capitalizzazione di mercato? Uno degli aspetti ad esser maggiormente considerato, è il delicato passaggio di Ethereum all’Ethereum 2.0.

Un passaggio che ha iniziato negli ultimi tempi a portare sempre più afflussi sull’ecosistema ed in modo parallelo sulla seconda crypto con maggior market cap. In molti hanno deciso di puntare sul passaggio dal Proof of Work al Proof of Stake di ETH, generando un considerevole hype.

Conseguenze di ciò, seppur non in modo esclusivo, avrebbero portato ad una diminuzione del dominio di Bitcoin. Vediamo di approfondire nel dettaglio la questione, non prima di aver ricordato di poter sempre individuare il BTC su broker regolamentati, come ad esempio eToro.

Con lo stesso intermediario puoi comprare Bitcoin reali e conservarli successivamente all’interno di un solido wallet privato, multivaluta e con chiavi di sicurezza. Puoi sempre gestire tutto anche tramite app per dispositivi mobili.

Clicca qui per registrarti su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Dominance Bitcoin ai minimi: ecco i valori raggiunti

Tornando alla dominance Bitcoin ai minimi, è bene ricapitolare brevemente cosa indichi questa particolare metrica. Il livello di dominanza va ad indicare essenzialmente la percentuale dell’intero mercato rappresentata da quella specifica criptovaluta.

Secondo gli analisti, il livello di dominance Bitcoin sarebbe sceso ai minimi del 2018, quando per altre cause, legate nel pratico agli eventi delle ICO, il potere del BTC sul mercato aveva iniziato lentamente a scendere, per poi subire riprese successive.

Le variazioni di questa metrica sono in ogni caso molto volatili, ancor di più con l’avvicinamento di questo nuovo cambiamento su Ethereum. Lo stesso rappresenta il secondo asset con maggior dominance di mercato e non stupisce di certo una sua influenza sulla prima posizione.

Quella fra il Bitcoin e l’Ethereum, è effettivamente una battaglia storica, che fino ad oggi ha tuttavia evidenziato sempre la supremazia del Bitcoin (almeno sotto l’aspetto della capitalizzazione di mercato e parallela dominance).

Con il passaggio alla Proof of Stake, molte cose starebbero cambiando. Questione genera ancora più hype per via dei tanti progetti legati alla tecnologa Ethereum, che può considerarsi il re indiscusso della finanza decentralizzata (DeFi).

Vediamo a questo punto di scendere nel dettaglio sui valori di dominance almeno delle prime due criptovalute più capitalizzate. Secondo i calcoli del sito informativo ed autorevole del settore crypto CoinGecko, il Bitcoin ha una dominance del 36,259%.

Al momento attuale, sullo stesso sito, Ethereum ha una dominance del 19,316%. Un valore ancora molto lontano rispetto al BTC, ma che tenterà di colmare sempre di più nel corso dei prossimi mesi, anche grazie alla spinta del suo nuovo cambio strutturale al PoS.

Note finali

Come esposto in precedenza, essendo anche la dominance del Bitcoin un valore molto volatile, è portato a variare attimo dopo attimo, così come il valore della criptovaluta stessa. In questo caso, puoi utilizzare gli strumenti messi a disposizione dai migliori broker online.

Con gli stessi puoi valutare tantissimi parametri e dati dell’asset crypto, compreso il livello di capitalizzazione, la valenza degli acquirenti e dei venditori, così come le oscillazioni dei prezzi ed il cosiddetto volume sugli scambi.

Uno dei broker leader, che ha saputo incrementare in modo considerevole la propria quota di mercato nel settore del trading online crypto, è eToro. È una piattaforma facile da utilizzare (adatta a tutte le tipologie di trader) e che ti permette di agire sul Bitcoin in due modalità differenti:

  • Comprare Bitcoin reali, ossia fisici, con la possibilità di conservarli all’interno di un pratico portafoglio (si agisce in questo caso sull’asset sottostante);
  • Fare trading di CFD sul Bitcoin, ossia negoziare con contratti per differenza, che replicano l’andamento del token, dando la possibilità di agire al rialzo (ipotizzando aumenti di prezzo), o al ribasso (ipotizzando diminuzioni di prezzo).

Puoi sempre iniziare con un comodo account demo illimitato. Per ottenerlo puoi accedere alla pagina ufficiale, completare rapidamente la registrazione, cliccare sulla voce del conto demo ed iniziare ad utilizzare i capitali virtuali a tua disposizione.

Clicca qui per ottenere un conto su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento