News

Crypto.com scende nel ranking di CoinMarketCap ed è subito “battaglia”

Crypto.com scende nel ranking di CoinMarketCap, ossia una delle piattaforme informative sul mondo delle criptovalute con maggior numero di visitatori. Un concorrente diretto di una seconda piattaforma, anche in questo caso con una considerevole quota di mercato, ossia CoinGecko.

Entrando sin da subito nel dettaglio della notizia, la questione esposta riguarderebbe un crollo all’interno del ranking totalitario degli exchange mondiali su Crypto.com, effettuato dal team e dagli algoritmi di CoinMarketCap. Una decisione che avrebbe portato al declassamento dello scambiatore, giunto successivamente fino alla quattordicesima posizione.

Notizia che avrebbe fin da subito scaturito commenti da parte non soltanto dell’attuale CEO di Crypto.com, ma anche da parte di tantissimi altri appassionati ed esperti in materia. Tutto ciò con citazioni dirette anche nei confronti del concorrente di CoinMarketCap, ossia CoinGecko e sul confronto fra i due ranking.

Ranking che, come visibile all’interno delle stesse piattaforme, tiene in considerazione anche eToroX, scambiatore appartenente all’ecosistema eToro, il quale rappresenta altresì un broker ibrido a tutti gli effetti, incentrato sia su acquisti diretti su tantissimi asset che su negoziazioni tramite CFD (ossia strumenti derivati).

Crypto.com scende nel ranking di CoinMarketCap: Le parole di Kris Marszalek

Prima di entrare nel dettaglio sulla notizia attinente Crypto.com che scende nel ranking di CoinMarketCap, è doveroso aprire una piccola parentesi in merito agli accadimenti ed alle notizie che nel corso delle scorse settimane avevano visto come protagonisti proprio CoinMarketCap e specifici valori di asset crypto.

Gli stessi avvenimenti, avevano portato diverse problematiche in merito a stravolgimenti sul valore di alcuni asset crittografici. Dopo una serie di citazioni da parte di CoinMarketCap, anche in riferimento a Coinbase e Crypto.com, un primo commento da parte del CEO Kris Marszalek avrebbe riguardato:

“Non ci devi dire nulla, stiamo già a lavoro per rimuovere l’inaffidabile feed di prezzo di @CoinMarketCap dai nostri prodotti”.

Una citazione sicuramente singolare, calata in un contesto con molte tensioni nel corso degli ultimi tempi. Dopo 10 giorni da questo commento, il posizionamento dell’exchange Crypto.com avrebbe subito un primo declassamento nel ranking complessivo, suscitando un ulteriore commento da parte di Kris:

“Buon Natale al team di @CoinMarketCap, che dopo una settimana dal mio responso al loro tweet mal formulato, ha arbitrariamente ridotto la nostra classica di scambio al quattordicesimo posto. Siamo 2/3 su @CoinGecko, quindi sapete dove cercare dati reali e neutri sul mercato”.

Intanto che exchange di tutto il mondo continuano a battagliare per ottenere le prime posizioni, il primato (in questo caso su entrambe le piattaforme informative) resta ancora nelle mani del colosso Binance. Tutto ciò, tuttavia, in riferimento a piattaforme che, come esposto dalle proprie informazioni, basano il loro funzionamento di ranking su parametri non identici.

All’interno di CoinGecko, Il punteggio ottenuto da Crypto.com al momento di questa stesura è pari a 10 (ossia un valore uguale a quello di Binance, il quale può tuttavia contare su un volume di scambi più che quadruplo nelle 24 ore rispetto al concorrente).

Conclusioni

Notizia odierna, che si ricollega ad uno dei comparti più analizzati da esperti ed analisti, ossia quello degli exchange. Un comparto che, contrariamente dal passato, ha visto nascita di decine di scambiatori, in continua competizione per ottenere un volume di scambio maggiore.

Classifica degli exchange che, in modo parallelo, si rapporta alla presenza di una seconda tipologia di operatori, ossia i broker di CFD online. Gli stessi basano il loro funzionamento su caratteristiche completamente differenti, permettendo di:

  • Aprire posizioni di negoziazione su asset crypto senza possedere alcuna moneta in modo fisico. Tutto ciò poiché il CFD replica solamente l’andamento dell’asset sottostante.
  • Aprire non soltanto posizioni di acquisto (ossia in ottica di aumento dei valori), bensì anche di vendita (ossia in ottica di diminuzione dei valori dell’asset di interesse).

Uno dei broker più completi, a permettere tuttavia di poter anche comprare in modo diretto molte criptovalute (agendo sul sottostante), è eToro (qui la pagina ufficiale). Dà altresì la possibilità di utilizzare contratti per differenza, aprendo posizioni tramite vendita allo scoperto. Tutto ciò su una piattaforma semplice da gestire, anche tramite applicazione per smartphone.

La sezione crypto risulta continuamente aggiornata, integra numerose criptovalute storiche, come ad esempio il Bitcoin, così come asset nuovi, fra i quali Axie Infinity, Maker, Curve e molto altro ancora. Si può sempre decidere, a propria discrezione, se iniziare con un conto simulazione gratuito, basato sul caricamento automatico di capitali virtuali.

Clicca qui per ottenere un conto gratuito su eToro

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento