News

Crypto-capitali nel caos: un vantaggio per il Bitcoin

Una recente analisi condotta da esperti di settore indica come i crypto-capitali scambiati nel mercato siano in preda al caos, il tutto a vantaggio del Bitcoin. Scopriamo perché.

La recente ascesa del Bitcoin, in grado di superare la quotazione di $8.000, ha mandato in confusione gli esperti. Infatti, la grande maggioranza degli analisti si aspettava una salita lenta e costante, rimanendo così spiazzati da questo Boom del Bitcoin. Per dare una spiegazione logica, sono stati presi in esami grafici, livelli di supporto e resistenze. Tuttavia, una delle spiegazioni più convincenti arriva dalla TokenAnalyst, società di fornitura dati per Blockchain con sede a Londra.

Crypto-capitali nel caos: L’opinione di TokenAnalyst.

Gli esperti di questa società si sono soffermati su un importante aspetto, verificatosi negli ultimi giorni. Ovvero, si è verificato un cambio radicale nella tipologia di scambi sui mercati finanziari. Nello specifico, negli ultimi 5 giorni sono stati effettuati prelievi per $622 milioni di dollari da piattaforme quali Bitfinex, Kraken e BitMex. Certo, lo scandalo Bitfinex ha avuto il suo peso, tuttavia prelievi per una simile portata sono un qualcosa di anomalo.

Lo scandalo Bitfinex ci ricorda ancora una volta l’importanza di operare esclusivamente su piattaforma certificate e regolamentate. In Italia abbiamo la Consob che vigila attentamente sugli operatori finanziari. Per un buon trading sulle criptovalute, l’opzione migliore è rappresentata da piattaforma come 24option. Sicura, certificata e lontana anni luce da scandali come quelli che hanno travolto Bitfinex o altre piattaforme simili.

Fai trading in modo sicuro con 24option.

Crypto-capitali nel caos: Ecco cosa è successo.

Come mai si sono verificati quegli ingenti prelievi? La spiegazione che viene data consiste nel fatto che in tempi di incertezza sulle criptovalute, gli investitori tendono a liquidare le loro posizioni aperte e dirigere il loro capitale verso quello che è il bene più sicuro e liquido nel mondo delle criptovalute: il Bitcoin. Tutto ciò ha causato e sta causando una migrazione tra gli Altcoin ed il Bitcoin.

Non è un caso che la quota di mercato del Bitcoin, nelle ultime settimane, sia salita dal 50.5% al 56.1%. Un balzo notevole! Gli analisti affermano anche che questa rapida salita verso una quota di mercato più ampia è dovuta al massiccio intervento di investitori istituzionali come Fidelity o Ameritrade. Questi colossi finanziari hanno di recente iniziato ad aprire posizioni nel Bitcoin ed in un mercato ancora acerbo come quello delle criptovalute, l’entrata in scena di questo Player assume un impatto notevole.

Previsioni future: Consigli per operare in modo profittevole.

Quindi, l’entrata in campo di investitori istuzionali cosa comporta per il Bitcoin? In primis, rafforza la sua tendenza ad essere un bene rifugio. Ci saranno altre tempeste nel mondo delle cripto e su queste basi il Bitcoin continuerà a resistere ed a fungere da ancora nei confronti delle criptovalute minori. insomma, ormai il Bitcoin è un vero e proprio Asset.

Inoltre, l’apertura di posizioni Long da parte di questi investitori comporta la base per una salita nel medio/lungo periodo. Società come Fidelity non aprono e chiudono posizioni nel giro di pochi giorni, come un qualsiasi trader farebbe. Al contrario, essi entrano a mercato per porre le basi ed in questo caso stiamo assistendo ad una nuova fase di accumulazione sul Bitcoin.

Come trarre profitto? Sicuramente operando con i Cfd sul Bitcoin messi a disposizione da 24option. Attraverso questi strumenti finanziari è possibile aprire posizioni Long sul Bitcoin e ricavare profitti a seconda del lottaggio che si utilizza. Essendo un mercato soggetto a forte volatilità, raccomandiamo caldamente di utilizzare i seganli di trading offerti gratuitamente dalla piattaforma. In questo modo si sarà sempre aggiornati su tutto quello che succede nei criptomercati.

Registrati adesso su 24option.

Sull'autore

Massimiliano Rossi

Appassionato di Trading Online. Esperto di finanza online dal 2010. Trader dal 2015. Mi occupo di analisi tecniche.

Lascia un Commento