News

CRO, FTT e HT: come stanno andando i token dopo il caso FTX?

Pubblicato: 18 Novembre 2022 di Francesco

CRO, FTT e HT, sono tutti considerati token CEX, ossia token nativi di ecosistemi di scambio, ossia di exchange centralizzati. Nello specifico, stiamo parlato di FTT, che è la criptovaluta nativa del noto scambiatore FTX, in forte stato di sofferenza e difficoltà ormai da diversi giorni.

CRO ed HT, sono invece i token nativi di due altri exchange colossali e con volumi sugli scambi da record, ossia Crypto.com (piattaforma con diverse funzionalità e fra i maggiori leader nel mercato) e Huobi, un altro colosso più volte finito sotto i riflettori.

La debacle di FTX ha portato paure e preoccupazioni nel settore degli exchange ed il sentiment generale pessimista, si è inevitabilmente scaturito anche sull’andamento delle criptovalute in qualche modo associate a questo segmento di mercato.

Gli esempi che possono essere esposti sono davvero tanti, ma nell’approfondimento odierno tratteremo nello specifico questi 3. Prima di ciò, ricorda che puoi sempre valutare i suddetti token su piattaforme professionali e mai in difficoltà finanziaria o di liquidità, come eToro.

Contrariamente da molti exchange, che stanno vivendo momenti difficili, eToro è un operatore gestito da anni da una società solida, ma soprattutto pienamente regolamentata nel settore e che tutela al massimo gli utenti iscritti.

Clicca qui per registrarti su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

CRO, FTT e HT: le variazioni nel breve e medio termine degli asset

CRO, FTT e HT sono sicuramente gli esempi più lampanti di token CEX associati al mondo degli exchange centralizzati. Secondo gli ultimi studi condotti dalle principali società analitiche del settore, del calibro di Sentiment, le grandi balene avrebbero perso interesse su questo segmento di mercato.

Nel dettaglio, impostando un grafico a 10 giorni, gli investitori e player del mercato avrebbero scaricato via circa il 30,9% di FTT. Discorso molto simile, seppur con una percentuale minore, pari allo 0,4%, sarebbe stato evidenziato sul token CRO.

Fra le tre, la valenza delle balene avrebbe tuttavia mostrato un maggior interesse su Huobi HT, con un’aggiunta del circa 17,7% nello stesso orizzonte temporale. Cosa dire in merito ai prezzi? Come si sono mosse le criptovalute nelle ultimissime ore?

Settando un grafico settimanale, è possibile constatare come il prezzo di FTT al 5 novembre fosse ancora pari a 25,55 dollari. Un valore che ha subito un pesante crollo di valore, arrivando a toccare quote pari a circa 1,56 dollari per unità, al momento di questa stesura.

Nella stessa giornata del 5 novembre, il prezzo di Crypto.com CRO si aggirava attorno ai 0,12 dollari. Quota lentamente sostituita da punti più bassi, fino ad arrivare a circa 0,070 dollari al momento attuale. Per Huobi HT, ricordiamo invece un prezzo al 5 novembre di circa 8,58 dollari, collassato a circa 4,67 dollari al momento di questa stesura.

Seguono gli ultimi volumi:

  • volume sugli scambi nelle 24 ore di FTT pari a 17.456.171 dollari;
  • volume sugli scambi nelle 24 ore di CRO pari a 30.063.479 dollari;
  • volume sugli scambi nelle 24 ore di HT pari a 7.206.555 dollari.

Note finali

Con un settore così altamente volatile, con diverse criptovalute CEX che continuano a balzare sui rispettivi grafici, è fondamentale imparare in autonomia ad aggiornarsi sullo stato dei propri token ed asset di interesse.

Per fare ciò hai a disposizione tutti gli strumenti, compresi i grafici in tempo reale, messi a disposizione dalle migliori piattaforme per investire su criptovalute. Con gli stessi puoi anche focalizzare l’attenzione sul volume degli scambi e sul livello di capitalizzazione di mercato.

Una delle piattaforme più complete, è eToro. Vista la difficoltà che molti exchange conosciuti stanno mostrando, è opportuno optare solamente su broker regolamentati, che non hanno mai avuto difficoltà finanziarie e che non sono mai stati in fase fallimentare.

eToro è un operatore storico, con milioni di utenti registrati e che dispone di diverse licenze per operare anche nel nostro territorio europeo. Con una rapida registrazione ti permette di accedere alla sezione delle criptovalute, valutarle sul grafico e piazzare la strategia.

Puoi comodamente partire con un ottimo account demo senza alcun limite di tempo, con 100.000 dollari virtuali a tua disposizione. Se vuoi iniziare subito con la modalità reale, puoi invece aggiungere un deposito minimo molto basso, da soli 50 euro.

Clicca qui per ottenere un conto su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento