News

Criptovalute nel mondo dei business: Può considerarsi una rivoluzione?

Parlare di criptovalute nel mondo dei business significa considerare l’impatto del settore crittografico all’interno di diverse attività e di diversi affari. Stiamo parlando di una vera e propria rivoluzione, partita da ormai alcuni anni e che sta ultimamente cercando di farsi lentamente strada all’interno del mercato.

Tornando indietro di qualche anno, parlare di criptovalute nel mondo dei business, o semplicemente di strumenti crittografici, avrebbe fatto pensare prettamente al Bitcoin. Lo stesso, ancora oggi, rappresenta la criptovaluta più capitalizzata al mondo, con un valore superiore a molte società colossali presenti sulla Borsa.

Ad essa segue una seconda criptovaluta degna di nota, ossia Ethereum, anch’essa con un livello di capitalizzazione colossale e pienamente incentrata in uno dei business più importanti degli ultimi tempi, ossia quello della finanza decentralizzata. Al di là di questi due assets, è tuttavia doveroso tenere a mente come ad oggi esistano centinaia di ecosistemi crypto.

Ognuno degli stessi, diversamente dal passato, sta cercando di apportare miglioramenti e concretezza all’interno di un settore che, nonostante risulti relativamente recente, ha in pochissimo tempo avuto la capacità di generare attenzione ed interesse all’interno del mercato.

Nel corso del nostro approfondimento scopriremo in che modo le criptovalute nel mondo dei business possono considerarsi una rivoluzione, facendo al contempo riferimento ad alcuni assets crypto famosi. Ricordiamo come gli stessi possano essere negoziati all’interno di broker regolamentati e professionali, come ad esempio eToro.

Criptovalute nel mondo dei business: Quali sono i progetti ed ecosistemi più noti?

Considerare le criptovalute nel mondo dei business, significa tenere a mente in modo parallelo anche la presenza dell’ormai nota tecnologia blockchain. È la stessa, infatti, a rappresentare uno dei pilastri fondamentali alla base delle moderne tecnologie di elaborazione, di invio delle transazioni e molto altro.

Partendo proprio dal Bitcoin, nel corso degli ultimi tempi è stato possibile constatare un suo lento ma costante inserimento all’interno di molti business e di molte attività. Ha iniziato lentamente ad essere utilizzato come sistema di pagamento alternativo, riuscendo ad ottenere per la prima volta la valenza da valuta ufficiale in El Salvador.

Quanto all’Ethereum, è invece possibile aprire una piccola parentesi sull’ormai colossale settore DeFi, ossia riguardante la finanza decentralizzata. Numerosi progetti hanno infatti deciso di basare il proprio modello di business su tecnologia Ethereum.

Da tutto ciò è derivata la parallela nascita del settore della DeFi in legame con il Gaming, degli sviluppi sugli NFT, fino ad arrivare ai sempre più presenti DEX, ossia scambiatori decentralizzati. Un terzo asset rilevante, vede invece la presenza del Ripple. Considerata la criptovaluta “a favore delle banche”, permette di effettuare transazioni in pochissimi istanti, anche sulle lunghe distanze.

Aspetti, questi appena citati, che stanno inevitabilmente apportando modifiche all’interno di molte aree d’affari e che, vista la sempre meno necessaria presenza di intermediari (data la natura decentralizzata di molti progetti), potrebbero portare cambiamenti su modelli di business di molte società.

Conclusioni

Il comparto delle criptovalute, in riferimento a quelle più capitalizzate e presenti sul mercato crypto, può essere negoziato attraverso i migliori broker ed intermediari. Stiamo parlando di apposite piattaforme online, le quali hanno completamente rivoluzionato il modo di trattare su strumenti crittografici.

Oltre alla modalità tradizionale di acquisto, ossia basata su exchange puri, si ricorda la presenza dei broker di CFD. Si tratta di operatori basati su strumenti derivati, per l’appunto contratti per differenza, che permettono non soltanto di agire al rialzo, bensì anche al ribasso tramite vendita allo scoperto.

Tutto ciò grazie alla natura stessa dei CFD, basata solo su repliche degli andamenti, senza il bisogno di andare alla ricerca di portafogli di archiviazione, ossia Wallet digitali. In aggiunta a ciò, i migliori broker online, come ad esempio eToro, non richiedono alcuna commissione fissa, ricordando solo bassissimi spread (gap fra valore di acquisto e valore di vendita).

Il broker eToro ricordato in precedenza, mette a disposizione un database composto da decine di criptovalute. Per ogni assets viene garantito un grafico in tempo reale, aggiornato attimo dopo attimo, così come numerosi strumenti analitici da poter utilizzare per le rispettive analisi.

A seguire altre caratteristiche da associare alla piattaforma:

  • Copy Trading: è un meccanismo di trading automatico, basato sulla possibilità di copiare reali professionisti del settore, ottenendo le stesse strategie in tempo reale;
  • Assistenza professionale a tutte le ore;
  • Account demo, ossia una simulazione a tutti gli effetti, basata su depositi non reali caricati dal broker;
  • Applicazione eToro per device mobili, che può essere scaricata senza alcun costo sia su sistemi operativi Android che iOS.

Clicca qui per ottenere un conto gratuito su eToro

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento