News

Criptovalute: la capitalizzazione fa boom

La capitalizzazione totale di tutte le criptovalute ha raggiunto il valore record di 500 miliardi di dollari: non sappiamo se quella delle criptovalute sia una bolla oppure no. Di sicuro, se fosse una bolla speculativa sarebbe una delle più grandi della storia dell’Umanità.

Per capire quanto la crescita delle criptovalute sia stata forte, basta confrontare la capitalizzazione di oggi con quella di un anno fa. Prendiamo il 15 dicembre 2016: quel giorno la somma della capitalizzazione di tutte le criptovalute ammontava a circa 15 miliardi di dollari. La crescita del valore totale delle criptovalute è stata del 3.333%. In pratica chiunque abbia investito sulle criptovalute un anno fa ha guadagnato tantissimo (e molti sono diventati ricchi proprio grazie alle criptovalute).

Confrontiamo i valori della capitalizzazione totale delle criptovalute un anno fa e oggi:

Criptovlaluta Capitalizzazione 2016
Bitcoin $12.5 bln
Ethereum $713 mln
Ripple $241 mln
Litecoin $177 mln
Monero $114 mln
Ethereum Classic $86 mln
Dash $64 mln
Steem $41 mln
MaidSafeCoin $37 mln
Augur $34 mln
Criptovlaluta Capitalizzazione 2017
Bitcoin $292.7 bln
Ethereum $58.8 bln
Bitcoin Cash $27.5 bln
Litecoin $18 bln
Ripple $14.6 bln
IOTA $12.8 bln
Dash $7 bln
NEM $5 bln
Monero $4.7 bln
Bitcoin Gold $4.6 bln

E’ estremamente interessante confrontare le due tabelle. Possiamo, ad esempio, che due delle criptovalute a maggior capitalizzazione, Bitcoin Cash e Bitcoin Gold, un anno fa nemmeno esistevano: si tratta di Fork del Bitcoin che hanno avuto un immenso successo. Un’altra criptovaluta come IOTA l’anno scorso aveva una quotazione incredibilmente bassa, mentre quest’anno (e soprattutto negli ultimi mesi) ha affermato il suo ruole di criptovaluta emergente.

Grafico in tempo reale prezzo Bitcoin


Grafico in tempo reale dell’andamento del prezzo del Bitcoin.

Grafico in tempo reale prezzo Bitcoin Cash


Grafico in tempo reale dell’andamento del prezzo del Bitcoin Cash.

Grafico in tempo reale prezzo Bitcoin Gold


Grafico in tempo reale dell’andamento del prezzo del Bitcoin Gold.

Criptovalute bolla?

Ma allora le criptovalute sono una bolla? La maggior parte delle persone interessate nelle criptovalute non lo fanno per ragioni tecnologiche o perché vogliono utilizzare le criptovalute per la spesa di tutti i giorni. Moltissimi, soprattutto tra coloro che hanno scoperto le criptovalute solo negli ultimi tempi, sono interessati sostanzialmente solo ad una cosa: i profitti che si possono fare con le criptovalute.

Capire quindi se questa crescita esponenziale di prezzo di tutte le criptovalute sia una bolla finanziaria oppure no è di vitale importanza. Sicuramente per i prossimi mesi gli esperti sono concordi nel ritenere che il prezzo delle criptovalute è destinato a crescere con un tasso sostenuto. In effetti, tra gli esperti si è instaurata una specie di gara a chi fa la previsione più altisonante: ormai non sono pochi coloro che parlano di Bitcoin a 100.000 dollari in pochi mesi.

Gli sviluppi a medio termine dipendono, sostanzialmente, dal livello di utilizzazione reale delle criptovalute: se veramente cominceremo a pagare in Bitcoin o Ethereum, allora il prezzo delle criptovalute non è destinato a subire grandi crolli ma, probabilmente, solo aggiustamenti.

Se invece le criptovalute rimarranno un fenomeno esclusivamente finanziaria, allora sì che il prezzo potrebbe crollare in modo drammatico. E solo allora potremmo parlare di bolla speculativa.

criptovalute bolla

Perché agli investitori furbi non importa se le criptovalute sono una bolla

C’è una classe di investitori in criptovalute a cui non importa assolutamente se la crescita del prezzo delle criptovalute sia una bolla finanziaria o sia invece un fenomeno destinato a durare nel tempo. Sono gli investitori più furbi, quelli che utilizzano i CFD per investire.

Perché questi investitori non hanno paura dei crolli? Semplicemente perché loro dai crolli ci guadagnano (e anche parecchio). I contratti per differenza (abbreviati CFD) sono contratti finanziari che permettono di speculare sia al rialzo che al ribasso su qualunque criptovaluta (o asset finanziario in generale) e il profitto è proporzionale alla differenza di prezzo tra quando si apre l’operazione e quando si chiude. E’ anche possibile moltiplicare i profitti applicando una leva finanziaria.

Tra le migliori piattaforme per speculare su Bitcoin e criptovalute con i CFD ricordiamo Plus500 (clicca qui per il sito ufficiale) e 24option (clicca qui per il sito ufficiale).

Segnaliamo che si tratta di piattaforme autorizzate e regolamentate: a differenza degli exchange di criptovalute possono essere utilizzate con fiducia e senza il timore di subire truffe o raggiri.

Sull'autore

Fabrizio Micheli

Laureato in Economia e Commercio all'Università di Bari nel 2003, appassionato di finanza, di politica e di economia.

1 Commento

  • Ma infatti gli investitori intelligenti stanno veramente facendo i soldi con Bitcoin e company. Li hanno fatti anche nei giorni in cui il bitcoin è crollato, per dire, guadagnare sia quando sale che quando scende è il vero segreto per ottenere il massimo profitto possibile.

Lascia un Commento