News

Criptovalute: la Banca Centrale Europea ferma l’Estonia

L’Estonia, uno dei paesi più digitalizzati e avanzati d’Europa, aveva in programma lo sviluppo di una criptovaluta denominata Estcoin. La notizia aveva scatenato l’entusiasmo di molti appassionati di criptovalute e anche di parecchi investitori, visto che l’Estcoin avrebbe potuto coniugare i vantaggi tradizionali delle criptovalute con la garanzia di controllo offerta da uno Stato Sovrano.

L’Estonia ha adottato l’euro nel 2011 e quindi le decisioni di politica monetaria spettano, di fatto, alla Banca Centrale Europea di Francoforte. Ed è proprio da Francoforte che è arrivato subito un forte e definitivo segnale di stop per l’iniziativa.

mario draghi

Mario Draghi, a capo della Banca Centrale Europea, ha risposto ad un giornalista che gli chiedeva che cosa ne pensasse dalla nuova criptovaluta estone: Nessun paese nella zona euro può introdurre una propria valuta.

Le dichiarazione di Draghi mettono la pietra tombale sul progratto Estcoin. Allo stesso tempo, però, è interessante notare come sia la prima volta che il Governatore di un importante Banca Centrale faccia riferimento alle criptovalute.

Ci dovremo abituare perché probabilmente succederà spesso nel prossimo futuro.

Sull'autore

Fabrizio Micheli

Laureato in Economia e Commercio all'Università di Bari nel 2003, appassionato di finanza, di politica e di economia.

Lascia un Commento