News

Creditori di Three Arrows Capital preoccupati sui propri fondi

Nel corso di pregressi approfondimenti, abbiamo più volte avuto modo di esporre il caso fallimentare di Three Arrows Capital, ossia una società legata al settore delle criptovalute, che per via degli squilibri di mercato e problemi interni ha dovuto presentare istanza di bancarotta. Tutto ciò ha portato i creditori di Three Arrows Capital a preoccuparsi sui propri crediti.

La vicenda ha davvero dell’incredibile ed i fondi in ballo sono tantissimi (milioni di dollari). Migliaia di creditori stanno quindi cercando di far congelare i beni e le attività in possesso della società, prima che possano eventualmente essere trasferiti su altri wallet.

Preoccupazioni lecite, che derivano anche da numerosi altri casi analoghi, che hanno portato successivamente alla sparizione di token ed altri beni digitali, da parte di altre società associate al mondo crypto, in situazioni fallimentari.

Come si sta evolvendo la situazione? 3AC sta collaborando attivamente per cercare di supportare i propri clienti? Quali sono le attese sulle nuove udienze in tribunale? Cerchiamo di approfondire tutto ciò, ricordandoti come per accedere al comparto crypto, alle principali criptovalute, sia fondamentale (mai come adesso) fare affidamento solo su broker autorizzati.

Uno dei più completi? Sicuramente eToro, che ti permette di iniziare ad operare anche con un conto demo illimitato, con la consapevolezza di optare su un intermediario con licenze, ma soprattutto mai in sofferenza e mai in situazioni di bancarotta, o fallimento.

Clicca qui per registrarti su eToro

Creditori di Three Arrows Capital: la vicenda continua a spaventare

Tornando ai creditori di Three Arrows Capital preoccupati sul caso eclatante che ha stravolto il mercato crypto, è bene cercare di capire da vicino le ultimissime notizie in merito. Più nel dettaglio, negli atti presentati la settimana scorsa presso il tribunale di New York, gli avvocati dei creditori avrebbero affermato che i fondatori del fondo:

“Non hanno ancora iniziato a collaborare con il procedimento in modo significativo”.

Ancora, avrebbero indicato come “Su Zhu” e “Kyle”, ossia i due uomini più importanti di 3AC, avrebbero partecipato ad una conferenza su Zoom, senza tuttavia attivare né il video, né il microfono. A rispondere alle domande, sarebbero invece stati solamente i loro rappresentanti legali.

Sempre secondo i documenti del tribunale, i difensori legali dei creditori avrebbero visitato gli uffici di Three Arrows Capital, trovandoli praticamente abbandonati. Le preoccupazioni si concentrano quindi sull’eventualità che i possedimenti della società (prettamente in crypto ed NFT), possano essere facilmente trasferiti.

Starebbero quindi cercando di congelare le attività del fondo e di far esporre ai fondatori un elenco completo di tutti i beni in possesso. Un caso che continua quindi ad essere oggetto di dibattito nel settore delle criptovalute ed a destare timori anche in riferimento ad ipotetiche altre società nella stessa situazione di sofferenza.

Continueremo in ogni caso a restare continuamente aggiornati, soprattutto dopo martedì, ossia il giorno programmato per la prossima udienza al tribunale di New York.

Note finali

Viste le continue notizie su istanze fallimentari presentate ultimamente da diverse società legate al mondo crypto, sempre più utenti hanno iniziato a preoccuparsi per le proprie attività di negoziazione sul comparto delle criptovalute.

A tal riguardo, è quindi importante fare chiarezza ed esporre alcune considerazioni. Nonostante le difficoltà del momento, con molte criptovalute in rosso, che hanno creato squilibri di mercato considerevoli, esistono numerose piattaforme professionali, che tutelano ampiamente i propri utenti registrati.

I broker regolamentati, seguono ad esempio nel dettaglio ogni singolo aspetto delle direttive MiFID ed a livello europeo. I fondi degli utenti registrati, sono ad esempio separati rispetto a quelli della società ed in caso di fallimento si è quindi sempre tutelati.

Uno dei broker più noti, ma soprattutto con reali autorizzazioni in UE, è eToro (clicca qui per registrarti). Si tratta di una delle migliori piattaforme, completa sotto tutti i punti di vista e che ti permette di negoziare sulle principali criptovalute mondiali (BTC, ETH, XTP, LTC e molte altre ancora).

Con eToro puoi sempre partire da un comodo conto demo illimitato, gestibile anche tramite app per dispositivi mobili. Per la modalità reale, puoi invece optare su un deposito minimo (anche tramite PayPal), a partire da 50 euro. Ricordiamo inoltre:

  • grafici in tempo reale su tutte le criptovalute supportate;
  • Trading Academy, con numerose nozioni pratiche e teoriche sul mondo del trading crypto;
  • assistenza professionale;
  • spread fra i più competitivi sul mercato;
  • indicatori tecnici, da poter utilizzare direttamente sui grafici;
  • gestione altamente semplificata.

Clicca qui per ottenere un conto su eToro

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento